Home | Chi Siamo | WEBCAM Alpi e Dolomiti | WEBCAM Appennino | WEBCAM Umbria
  Webcam Marketing | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

EDITORIALE 19/12/2017

Correnti fredde settentrionali fino a Natale poi tornano le correnti piu' miti occidentali con nubi in aumento

La circolazione atmosferica sullo scenario euro atlantico mediterraneo, attualmente mostra un anticiclone atlantico in espansione sui settori occidentali del continente europeo mentre sull’Europa orientale è presente un sistema di bassa pressione a carattere freddo, collegato ad una più blanda circolazione depressionaria sul basso mar Mediterraneo centrale. Queste aree depressionarie interessano l’Italia con correnti fredde nord orientali, debolmente instabili sulle regioni centrali adriatiche ed al sud, generalmente asciutte sul nord Italia e centro tirrenico.

Nelle prossime 36/48 ore la residua circolazione depressionaria tra penisola Balcanica e mar Mediterraneo centrale, continuerà ad interessare l’Italia con correnti fredde nord orientali, avremo quindi ancora molte nubi e locali precipitazioni sul centro adriatico, sulla Sardegna meridionale e sulle regioni meridionali in genere, con qualche nevicata fino a quote basse soprattutto lungo l’Appennino, sereno o poche nubi sul resto d’Italia. Da giovedì 21 dicembre alta pressione in temporaneo, lieve avanzamento dall’Europa occidentale verso il bacino centrale del mar Mediterraneo, con conseguente miglioramento atmosferico anche sul centro adriatico, ancora nubi e qualche isolata precipitazione al sud. Venerdì 22 dicembre migliora al sud, mentre al nord correnti settentrionali produrranno banchi di nuvolosità stratificata, cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso al centro e Sardegna. Tali correnti preannunceranno il transito di un nuovo impulso freddo artico diretto sulla penisola Balcanica ma che nel fine settimana interesserà marginalmente anche l’Italia. Tra sabato 23 e domenica 24 dicembre infatti, dopo il transito lungo l’Adriatico del fronte freddo, assisteremo ad un’intensificazione delle correnti fredde nord orientali, sostanzialmente asciutte al nord e centro tirrenico, debolmente o moderatamente instabili, almeno per qualche ora, sul centro adriatico ed al sud dove aumenteranno le nubi ed avremo locali precipitazioni, nevose fino a quote basse. Le temperature si manterranno basse fino a giovedì 21 dicembre, poi aumenteranno temporaneamente venerdì 22 dicembre, specie al nord per l’attivazione dell’effetto foehn, poi caleranno di nuovo, anche sensibilmente lungo l’Adriatico. Venti deboli o moderati provenienti in prevalenza dai quadranti settentrionali.

Sull’Umbria, nelle prossime 36/48 ore cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso con temporanei addensamenti in appennino dove saranno possibili isolate, brevi precipitazioni, nevose fino a quote base. Giovedì 21 dicembre sereno o poco nuvoloso. Gelate al mattino. Temperature in lieve aumento, venti deboli o moderati provenienti in prevalenza dai quadranti settentrionali. Venerdì 22 dicembre poco nuvoloso o temporaneamente nuvoloso per il transito di nuvolosità prevalentemente stratificata, temperature in temporaneo, moderato aumento. Venti deboli settentrionali. Sabato 23 dicembre probabilmente assisteremo ad un aumento della nuvolosità, specie in appennino, sul quanto dipenderà dall’intensità del flusso di aria fredda. Se l’aria fredda affluirà in maniera cospicua avremo molte nubi e qualche buona nevicata in Appennino, nubi in aumento anche più ad ovest con temporanei addensamenti e possibili brevi sfiocchettate, ma tale possibilità va ancora ben valutata ed eventualmente confermata. Temperature in deciso calo e venti da moderati a forti nord orientali. Domenica 24 dicembre rapido miglioramento con venti in attenuazione e temperature in lieve aumento.

La fase fredda del prossimo fine settimana comunque, sarà piuttosto breve, non più di 48 ore, già nel pomeriggio/sera di domenica 24 dicembre, assisteremo ad una decisa avanzata da ovest dell’anticiclone atlantico sul bacino centrale del mar Mediterraneo. Ciò riporterà, rapidamente, un cielo sereno o poco nuvoloso anche al centro sud ma anche in questo caso sarà il tutto abbastanza fugace, già dalla mattinata di Natale l’anticiclone s’indebolirà sui settori alpini a causa dell’incalzante azione della grande circolazione depressionaria nord atlantica rinvigorita da un Vortice Polare in approfondimento ed intensificazione. Sull’Italia quindi le fredde correnti nord orientali saranno rapidamente sostituite da più miti ed umide correnti sud occidentali che di conseguenza causeranno un aumento della nuvolosità con qualche isolata precipitazione al nord e centro tirrenico. Nella giornata di martedì 26 dicembre, Santo Stefano, ancora correnti miti ed umide sud occidentali con nubi e precipitazioni in lieve intensificazione al nord e centro tirrenico, nubi in lieve aumento anche sul sud tirrenico e Sardegna, prevalentemente sereno o poco nuvoloso sul resto d’Italia. Temperature in aumento, venti deboli o moderati sud occidentali.

Sulla nostra regione la giornata di Natale potrebbe iniziare con temperature sottozero e delle gelate diffuse ma anche con nubi in aumento soprattutto sui settori occidentali e settentrionali. Ciò, in assenza di una decisa ventilazione sud occidentale in grado di rimescolare gli strati d’aria prossimi al suolo, condizionerà a livello termico un po’ tutta la giornata che potrebbe risultare abbastanza fredda, specie dove il soleggiamento sarà minore, il rischio precipitazioni sarà comunque basso. Mentre martedì 26 dicembre, con l’intensificazione delle correnti sud occidentali, avremo più nubi, temperature in aumento, specie el minime, e sarà possibile anche qualche locale, breve pioggia.

Durante gli ultimi giorni del mese di dicembre 2017, l’Italia, probabilmente, sarà poi interessata da una serie di moderate perturbazioni atlantiche, con correnti occidentali che manterranno le temperature su valori poco superiori alle medie del periodo ma con presenza di molte nubi e qualche pioggia, neve oltre i 1300/1500 metri di quota in Appennino.

[ARCHIVIO EDITORIALI]

 

EDITORIALE
 
19/12/2017
 
NEWS
 
FINE SETTIMANA CON DUE IMPULSI PERTURBATI SEGUITI DA ARIA FREDDA ARTICA NORD ATLANTICA
18/01 [ore 9.99 ]
NEI PROSSIMI GIORNI ALTI E BASSI TERMICI, NUBI SOPRATTUTTO MARTEDI' 16, FRONTE FREDDO ARTICO NORD NEL WEEKEND
15/01 [ore 9.99 ]
LA PUBBLICITA' CON UMBRIAMETEO E METEOAPPENNINO E' VANTAGGIOSISSIMA
12/01 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011