Home | Chi Siamo | will send file | quality of business laboratory | http://www.umbriameteo.com/index.php/cars-and-their-enemies-essay/
  Webcam Marketing | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

EDITORIALE 27/07/2017

Agosto inizia con la 5^ e probabilmente piu' intensa ondata di caldo dell’estate.

Probabilmente l’estate 2017 per l’Italia non sarà più calda di quella del 2003, durante la quale non abbiamo neanche avuto le brevi pause temporalesche come in questa stagione, ma di certo gli si avvicina molto e, dato ancor più preoccupante, se tra la caldissima estate del 2003 ed il record precedente ce n’era di distanza, negli ultimi 15 anni in quello spazio se ne sono inserite almeno due di stagioni molto calde. La sequenza climatica resta sempre la stessa, da noi definita come un vero e proprio “loop” che da inizio giugno ad oggi si è ripetuto quattro volte e la quinta è in corso d’opera. Alta pressione atlantica per due o tre giorni, alta pressione afro mediterraneo per cinque o sette giorni ed infine due o tre giorni con instabilità atmosferica generalmente debole, moderata solo su Alpi, Prealpi e dorsale appenninica, od al massimo sulle regioni adriatiche. In generale comunque, le poche perturbazioni nord atlantiche che hanno raggiunto l’Italia sono per lo più entrate sul bacino centrale del mar Mediterraneo attraverso l’Adriatico e non il Tirreno, in questo modo è mancata l’alimentazione, in termini di umidità, per i sistemi temporaleschi e quindi per le precipitazioni che non si sono presentate a carattere sufficientemente diffuso anche ad ovest degli Appennini. Ciò spiega per quale motivo le aree dove si soffre maggiormente la siccità, al netto di un semestre invernale/primaverile con poche piogge in tutta Italia, siano quelle tirreniche centrali, in particolare Toscana, Lazio ed Umbria occidentale.

Per quanto riguarda l’Umbria, la perturbazione che ha interessato l’Italia durante la prima metà della settimana in corso, ha portato rovesci e temporali un po’ più diffusi ma anche in questo caso molto, molto irregolari, in alcune aree in tre giorni non sono caduti neanche cinque millimetri di pioggia mentre in altre, ancor più limitate oltre 30 millimetri, senza contare l’evento eccezionale di Foligno dove un singolo temporale ha scaricato fino a 100 millimetri tra pioggia e grandine in circa due ore. La situazione siccità resta quindi grave su gran parte della nostra regione e l’estate ancora è lunga.

Attualmente sull’Italia la pressione atmosferica è in aumento, sia per l’allontanamento ad oriente del sistema depressionario che ci ha interessato nei giorni scorsi che per l’avanzamento da ovest dell’anticiclone atlantico verso il bacino centrale del mar Mediterraneo. Pressione atmosferica in aumento generalmente significa condizioni atmosferiche stabili ed infatti già da stamattina il cielo si presenta sereno o poco nuvoloso un po’ su tutta l’Italia con solo qualche velatura di passaggio tra regioni nord occidentali e Lombardia. Nel pomeriggio odierno potrà ancora formarsi qualche annuvolamento su Alpi, Prealpi ed Appennino centro meridionale ma difficilmente avremo delle seppur isolate precipitazioni. Domani venerdì 28 luglio la circolazione anticiclonica si consoliderà ulteriormente sull’intero bacino centrale del mar Mediterraneo con cielo sereno o poco nuvoloso su tutta l’Italia, anche durante le ore pomeridiane, temperature in aumento e scarsa ventilazione, con direzione variabile, al centro nord, un po’ più sostenuta al sud. Nel fine settimana poi, una vasta ed intensa area depressionaria nord atlantica, centrata sull’Inghilterra, inizierà ad interessare parte dell’Europa occidentale ma soprattutto, per quanto ci riguarda, attiverà un flusso di correnti calde e relativamente umide, almeno inizialmente, sul bacino centro occidentale del mar Mediterraneo. La circolazione anticiclonica sull’Italia assumerà chiare caratteristiche afro mediterranee con temperature in aumento fin su valori 3°C/5°C superiori alle medie del periodo, sole su gran parte del territorio italiano, solo sulle Alpi, dove le correnti sud occidentali risulteranno più umide per la maggiore vicinanza al sistema depressionario, potremo avere qualche temporale pomeridiano.

Un ulteriore intensificazione del caldo è attesa da lunedì 31 luglio, un’ondata di caldo che insisterà sull’Italia probabilmente per l’intera prossima settimana con temperature massime che in Italia potrebbero raggiungere punte, finora, in questa estate, mai raggiunte, prima sul Sardegna, Sicilia e centro Italia poi anche sul resto del sud Italia, valori compresi tra i 40°C ed i 45°C. Sul nord Italia le temperature saranno meno elevate ma l’umidità sarà più alta tanto che la sensazione di caldo non sarà tanto dissimile rispetto al resto d’Italia, solo sulle Alpi ancora dei temporali pomeridiani interromperanno localmente e temporaneamente il caldo.

Sull’Umbria godiamoci ancora per oggi e domani un bel sole con temperature massime poco sopra le medie e minime in linea o poco sotto, ventilazione debole occidentale, poi nel fine settimana si comincia a salire veramente con valori fino a 5°C sopra le medie del periodo. Tra lunedì 31 luglio e martedì 2 agosto ulteriore salita delle temperature tanto che si potranno superare i 40°C sulla conca ternana, i 38°C in valle Umbra e perugino, 37°C in Altotevere. L’umidità, inizialmente bassa, salirà lentamente, probabilmente avremo una piccola impennata mercoledì 2 agosto poi ancora nel fine settimana successivo. Il caldo dovrebbe iniziare ad attenuarsi dal 7 agosto ma questa tendenza non è ancora certa al 100%, quindi meglio attendere qualche altro dato.

Infine vogliamo chiudere con un breve aggiornamento sulla tendenza per l’intero mese di agosto, gli ultimi aggiornamenti dei modelli climatologici ipotizzano un agosto ancora caldo, con temperature spesso superiori alle medie ma anche qualche temporale in più, specie durante la seconda metà del mese.

[ARCHIVIO EDITORIALI]

 

EDITORIALE
 
20/05/2019
 
NEWS
 
OGGI MOLTO CALDO MA NUBI IN AUMENTO, POSSIBILE QUALCHE GOCCIA CON SABBIA. FINE SETTIMANA SOLE MA CALDO IN CALO
14/06 [ore 9.99 ]
OGGI LA GIORNATA MENO CALDA DELLA SETTIMANA. NUOVA IMPENNATA DEL CALDO TRA VENERDI’ 14 E SABATO 15 GIUGNO.
12/06 [ore 9.99 ]
CALDO UMIDO MA NON TROPPO, TEMPERATURE NON ELEVATISSIME ANCHE A CAUSA DEL TRANSITO DI NUVOLAGLIA.
07/06 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011