Home | Chi Siamo | speech writing assistance | please look paper details | need business plan writer
  questions in calculus classrooms | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

EDITORIALE 01/11/2018

Situazione che si complica ulteriormente, tanta pioggia. Fine settimana migliora ma non del tutto.

Durante le ultime ore notturne la pioggia è iniziata a cadere un po’ su tutta l’Umbria, più abbondante sui settori più occidentali della nostra regione dove è transitato anche qualche nucleo temporalesco. Nell’articolo pubblicato ieri, per quanto riguarda l’Umbria, abbiamo ipotizzato un peggioramento atmosferico caratterizzato dalla formazione di consistenti ammassi nuvolosi temporaleschi in formazione a ridosso delle coste tosco laziali, più o meno tra Civitavecchia e Grosseto, che poi avrebbero raggiunto l’Umbria seguendo delle correnti in quota mediamente sud occidentali. Queste correnti sono legate ad un’intensa e vasta area depressionaria di origine nord atlantica posizionata tra la penisola Iberica, l’Italia e l’Islanda. Questo sistema depressionario, secondo una prima ipotesi evolutiva, nelle prossime ore doveva dividersi in due con la parte settentrionale vista sfilare verso l’Europa settentrionale e la parte meridionale a formare un sistema depressionario a se stante in movimento verso sud/sud est con centro in arrivo fin sull’Algeria e la Tunisia prima di risalire sul canale di Sicilia e Sardegna. Ciò avrebbe permesso prima una serie di pause nelle precipitazioni un po’ ovunque, in secondo luogo minori quantitativi di pioggia nella giornata di venerdì 2 novembre su Toscana ed Umbria, grazie sia alla maggiore distanza dalle suddette regioni che all’orientamento delle correnti rispetto alla giornata odierna.

Probabilmente invece, secondo gli ultimi dati in nostro possesso, l’allontanamento verso il nord africa sarà meno marcata e del tutto relativo riducendo notevolmente le pause con assenza di piogge, ma soprattutto il centro, a livello del mare, del sistema depressionario risalirà fin sopra la Sardegna dove stazionerà per almeno 12/18 ore avvicinandosi notevolmente alle regioni centrali tirreniche dove porterà piogge più frequenti ed abbondanti. Solo nella giornata di sabato 3 novembre proverà nuovamente verso la Tunisia favorendo un miglioramento atmosferico su gran parte della penisola italiana ma poi, domenica 4 novembre, risalirà nuovamente verso le coste occidentali della Sardegna riportando ancora nubi e piogge, stavolta però meno abbondanti, sulle regioni centrali tirreniche e quindi anche sull’Umbria. Solo tar lunedì 5 e martedì 6 novembre si sposterà un po’ più ad ovest “richiamato” dal sopraggiungere sulla Spagna di un impulso di aria fresca nord atlantica con conseguente più significativo miglioramento atmosferico sulla penisola italiana che comunque resterà ancora sotto un flusso di correnti umide ma ben più stabili meridionali.

Ricapitolando, in specifico per l’Umbria, cielo coperto nubi e piogge frequenti per gran parte della giornata odierna, a tratti anche intense, a carattere di rovescio o temporale, specie sui settori occidentali e meridionali della regione. Parziale miglioramento atmosferico tra il tardo pomeriggio e la serata, anche se in realtà più che un miglioramento vero e proprio sarà un’attenuazione delle precipitazioni che qua e la persisteranno, seguito da una nuova intensificazione delle precipitazioni da sud ovest durante le ore notturne successive, anche in questo caso saranno i settori più occidentali e meridionali a registrare gli accumuli più significativi. Questo perché la serie di nuclei temporaleschi che transiteranno sull’Umbria, come spiegato in precedenza, si formeranno a ridosso delle coste tirreniche, sfruttando l’energia che fornisce la superfice marina sotto forma di calore ed umidità, quindi più si allontaneranno dalla coste più perderanno vigore. Per l’intera giornata di domani venerdì 2 novembre avremo piogge più o meno intense, con poche pause, più frequenti sull’Umbria orientale. Probabilmente solo dalla serata ed ancor più dalle ore notturne successive, assisteremo ad un’attenuazione delle precipitazioni che tenderanno a cessare durante la prima mattinata di sabato 3 novembre. Durante le successive ore pomeridiane nuvolosità irregolare con qualche schiarita e qualche raggio di sole soprattutto sul nord dell’Umbria. Questo parziale miglioramento si protrarrà fino alla mattinata di domenica 4 novembre, poi nel pomeriggio seguente nubi in aumento con prime piogge che s’intensificheranno, anche se non in maniera particolare, durante le ore notturne. Le piogge probabilmente cesseranno del tutto solo nella giornata di martedì 6 novembre, o nella migliore delle ipotesi durante la serata di lunedì 5 novembre. Temperature in temporaneo aumento sabato 3 novembre poi di nuovo in calo, venti deboli o moderati provenienti in prevalenza dai quadranti meridionali o temporaneamente orientali.

La situazione necessita la massima attenzione per lo stress a cui saranno sottoposti terreni e corsi d’acqua a causa delle abbondanti precipitazioni, ulteriori aggiornamenti nelle prossime ore soprattutto sulle nostre pagine social (facebook e Twitter) dove forniremo notizie in tempo reale.

La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica a livello dl mare (linee bianche) ed in quota (5700/5800 m s.l.m., fasce colorate), attualmente prevista sull’Italia per la mattinata di venerdì 2 novembre. Mentre nell’area circoscritta in viola sono attese le precipitazioni più intense ed abbondanti.

[ARCHIVIO EDITORIALI]

 

EDITORIALE
 
08/03/2019
 
NEWS
 
QUALCHE LOCALE PIOGGIA POSSIBILE TRA LUNEDI’ 18 E MARTEDI’ 19 MARZO POI ANCORA PRIMAVERA SICCITOSA
16/03 [ore 9.99 ]
NUOVA PERTURBAZIONE MERCOLEDì 13 MARZO, UN PO’ PIU' INTENSA DI QUESTA APPENA PASSATA
12/03 [ore 9.99 ]
SEGUI UMBRIAMETEO ANCHE SU FACEBOOK E TWITTER, NOTIZIE E SEGNALAZIONI IN TEMPO REALE
09/03 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011