Home | Chi Siamo | harvard essay writing service good | http://www.umbriameteo.com/index.php/positioning-of-verizon/ | documented essay on technology
  barbarian days by william finnegan | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

EDITORIALE 16/04/2019

Pasqua con alternanza di sole e nuvolaglia, scarso rischio piogge e temperature poco sopra media

A dispetto di quanto vanno sbandierando da giorni se non da settimane alcuni siti web che noi definiamo “meteoterroristici”, che sfruttano le scarse conoscenze dei più in ambito meteorologico per attirare l’attenzione e fare il pieno di click con titoli spesso catastrofici, la Pasqua 2019 trascorrerà tutto sommato tranquilla per quanto riguarda le condizioni atmosferiche. Con questa premessa consigliamo ancora una volta chi ci segue di lasciar perdere le previsioni a lungo o lunghissimo termine delle app ma ancor più di questi cacciatori di click che sacrificano un corretto servizio meteorologico all’altare degli introiti commerciali danneggiando spesso molti operatori del settore turistico e non solo, diffondendo inoltre un senso di negatività se non di angoscia negli utenti web che sono alla ricerca di informazioni meteorologiche anche per le più semplici attività quotidiane.

Tornando alle condizioni atmosferiche attuali ed alle proiezioni per i prossimi giorni, dopo le incertezze ma soprattutto le differenze di veduta dell’ultima settimana tra i principali modelli meteorologici a livello mondiale, sembra che nelle ultime ore tutti abbiano iniziato a seguire una linea abbastanza comune, almeno fino ai giorni di Pasqua e Lunedì dell’Angelo (Pasquetta). Il centro depressionario che da domenica 14 aprile interessa direttamente l’Italia si sta ora definitivamente allontanando ad oriente, spostandosi dal mar Ionio verso la Grecia, contemporaneamente però, nelle prossime ore, una nuova perturbazione nord atlantica interesserà l’Europa centrale, le regioni alpine e, con la parte meno attiva, anche il resto delle regioni italiane. Dopo il miglioramento atmosferico, da nord a sud, delle ultime ore notturne quindi, assisteremo ad un nuovo moderato aumento delle nubi specie tra la tarda mattinata ed il pomeriggio odierno. Nuvolosità più consistenti al nord con precipitazioni sparse su Alpi e Prealpi, specie centro occidentali, nevose a quote medio alte, nuvolosità meno consistente sul resto d’Italia con addensamenti e locali rovesci pomeridiani possibili lungo l’Appennino. Tra mercoledì 17 e giovedì 18 aprile pressione atmosferica in aumento sull’Italia, grazie all’espansione verso sud del robusto anticiclone stazionante sopra l’Europa centro settentrionale, con ritorno ad un cielo prevalentemente sereno o poco nuvoloso da nord a sud. Venerdì 19 e sabato 20 aprile alta pressione sull’Italia con deboli correnti orientali che potranno produrre qualche addensamento pomeridiano sui settori tirrenici ma scarso rischio precipitazioni.

Sull’Umbria nubi in aumento nelle prossime ore con possibili isolate, brevi piogge pomeridiane lungo l’Appennino poi in serata rasserena, temperature in lieve aumento e venti deboli meridionali. Mercoledì 17 e giovedì 18 aprile sereno o poco nuvoloso con al massimo il transito di qualche velatura mentre venerdì 19 e sabato venti formazione di nubi durante il pomeriggio sui settori occidentali e meridionali della regione ma senza precipitazioni significative. Temperature in progressivo aumento, venti deboli o moderati nord orientali.

Durante il fine settimana di Pasqua una perturbazione nord atlantica proverà a raggiungere l’Italia attraverso la Francia ma la sua traiettoria sarà deviata verso sud tanto che domenica 21 aprile ritroveremo un sistema depressionario sui settori afro mediterranei occidentali centrato, a livello del mare, sull’Algeria, in lenta risalita verso nord est. Sull’Italia le correnti si manterranno orientali, più nord orientali al nord e sud orientali al sud, con transito di nuvolaglia nella giornata di Pasqua ma scarso rischio precipitazioni se non per una debole instabilità atmosferica pomeridiana ridosso di Alpi ed Appennini. Lunedì 22 aprile, con il centro depressionario in probabile spostamento dall’Algeria al Canale di Sicilia, quindi più vicino all’Italia, nuvolosità in generale aumento come in aumento sarà il rischio di avere qualche pioggia qua e la, specie al sud. Venti deboli orientali in intensificazione, temperature in aumento, specie nei valori minimi, superiori alle medie del periodo. Martedì 23 aprile poi, probabilmente il centro depressionario in risalita dal nord Africa riuscirà a raggiungere le regioni centrali italiane grazie all’intervento anche di una più vasta circolazione depressionaria nord atlantica che, pilotando un fronte freddo nord atlantico fin sul bacino centro occidentale del mar Mediterraneo, rinvigorirà l’intero sistema depressionario nord africano in risalita verso l’Italia. Martedì 23 aprile quindi, sarà la giornata con maggiore nuvolosità e maggiori precipitazioni per gran parte d’Italia, poi mercoledì 24 aprile probabile miglioramento atmosferico da nord ovest.

Sulla nostra regione quindi, alternanza di sole e nuvolaglia nella giornata di Pasqua con scarso rischio precipitazioni, circoscritto per lo più all’Appennino, temperature qualche grado sopra media con venti deboli orientali. Lunedì 22 aprile, Pasquetta, nuvolosità e rischio precipitazioni in lieve aumento, specie dal pomeriggio, comunque piogge localizzate e di breve durata, venti orientali in intensificazione e temperature in lieve calo. Martedì 23 aprile condizioni atmosferiche, probabilmente, instabili od anche perturbate con molte nubi e piogge frequenti, temperature in calo e venti meridionali.

[ARCHIVIO EDITORIALI]

 

EDITORIALE
 
29/08/2019
 
NEWS
 
DEBOLE PERTURBAZIONE MARTEDì 15 OTTOBRE POI ANCORA PREVALENZA DI SOLE MA CON TEMPERATURE UN PO’ PIU' BASSE
14/10 [ore 9.99 ]
FINE SETTIMANA CON CALDO E NUVOLAGLIA, PROBABILE PERTURBAZIONE TRA MARTEDI’ 15 E MERCOLEDI’ 16 OTTOBRE
10/10 [ore 9.99 ]
SETTIMANA CHE INIZIA CON NUBI E TEMPERATURE IN CALO MA POI PREVARRA' IL SOLE CON TEMPERATURE SOPRA MEDIA
07/10 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011