Home | Chi Siamo | music course work questions and answers | hospitality service experiences | adidas vs nike
  Webcam Marketing | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Fine settimana con rapido, consistente ma temporaneo calo termico, attenzione alla forte tramontana

(del 22/02/2019)

Come annunciato nei giorni scorsi durante il fine settimana che sta per iniziare l’Italia sarà parzialmente interessata da un’intensa discesa di aria artica diretta essenzialmente sulla penisola balcanica. Le dinamiche saranno quelle solite invernali, più volte descritte, classiche di queste fasi, ossia l’espansione verso nord, fin oltre il Circolo Polare Artico lappone, dell’anticiclone posizionato sopra l’Europa centro occidentale e la contemporanea discesa di latitudine fin sull’Europa orientale di un sistema depressionario accompagnato da un corposo impulso di aria molto fredda di origine artica. Abbiamo già anticipato nei precedenti articoli che l’Italia non sarà interessata direttamente dal nucleo di aria fredda principale che si manterrà tra la Bosnia e la Romania ma da un flusso di correnti fredde nord orientali che si attiverà non appena si formerà ed approfondirà un centro depressionario a sud ovest della Grecia. Ciò accadrà qualche ora prima rispetto a quanto da noi scritto nell’articolo di mercoledì 20 febbraio, inoltre affluirà aria anche un po’ più fredda, fermo restante che risulterà prevalentemente asciutta, che le regioni maggiormente interessate saranno quelle meridionali come anche quelle meridionali saranno le regioni dove avremo qualche precipitazione più consistente.
Riassumendo in breve dinamiche e tempistiche possiamo dire che oggi per l’Italia sarà una giornata di attesa, con deboli correnti settentrionali e nuvolaglia al mattino che si farà più consistente su centro adriatico ed al sud tra il pomeriggio e la serata quando potremo avere anche qualche locale precipitazione, nevosa fino a quote medie, specie sull’Appennino abruzzese/molisano ed al sud. Nel frattempo l’anticiclone presente sopra l’Europa centro occidentale, dopo essersi irrobustito, in queste ore tende ad espandersi rapidamente verso nord, fin oltre la Lapponia, favorendo la contemporanea discesa sull’Europa orientale di un sistema depressionario accompagnato da un corposo nucleo di aria fredda artica. Tra domani sabato 23 e domenica 24 febbraio l’aria molto fredda giunta sulla penisola Balcanica favorirà la formazione di un centro depressionario a sud ovest della Grecia, sull’Italia si attiveranno correnti nord orientali fredde, specie al centro sud, instabili quasi esclusivamente sulle regioni meridionali con nubi e precipitazioni sparse, nevose fino a quote basse, qualche addensamento nuvoloso anche sul centro adriatico ma scarse precipitazioni, aria più asciutta sul centro tirrenico ed al nord dove il cielo si manterrà prevalentemente sereno o poco nuvoloso. Temperature in deciso calo con venti moderati o forti nord orientali. Da lunedì 25 febbraio centro depressionario in allontanamento verso sud, tra Libia ed Egitto, con generale miglioramento atmosferico anche al centro sud. Temperature in aumento con venti in attenuazione.
Sull’Umbria in mattinata banchi di nubi basse soprattutto sui settori centro occidentali, nel pomeriggio soprattutto in Appennino, in serata possibili brevi nevicate sui monti Sibillini, specie sui versanti adriatici, nevose fino a quote medio basse. Domani sabato 23 febbraio poco nuvoloso o nuvoloso sull’Umbria centro occidentale, molte nubi in Appennino con addensamenti e locali precipitazioni nell’area dei monti Sibillini, nevose fin sui fondovalle, migliora dalla serata. Temperature minime stazionarie od in lieve calo, massime in deciso calo, anche 8°C/10°C in meno rispetto ad oggi, attenzione ai forti venti nord orientali con raffiche più forti, anche 80-100 km/h (specie in Appennino) soprattutto tra la prossima mezzanotte e le ore centrali di domani. Domenica 24 febbraio cielo sereno o poco nuvoloso con venti in attenuazione e temperature massime in lieve aumento mentre le minime caleranno. Lunedì 25 febbraio poco nuvoloso o nuvoloso con temperature in aumento e moderata tramontana.
Da martedì 26 febbraio anticiclone che progressivamente avanzerà verso l’Italia con temperature in ulteriore aumento fin su valori superiori alle medie del periodo, probabilmente però il cielo non sarà sempre sereno o poco nuvoloso ma potremo assistere a dei passaggi nuvolosi, specie ad inizio marzo quando una debole perturbazione cercherà di avvicinarsi all’Italia.
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee bianche) e quella in quota (fasce colorate), attualmente prevista sui settori euro atlantico mediterranei per il primo pomeriggio di lunedì 25 febbraio 2019.
Hai già visto il nostro progetto di crowdfunding per Castelluccio? scopri di più qui: INFO INIZIATIVA .

Fine settimana con correnti fredde ma asciutte nord orientali, calo termico e tramontana in intensificazione

(del 20/02/2019)

Sull’Italia, specie sulle regioni centro settentrionali, persiste oramai da molti giorni una circolazione anticiclonica che garantisce condizioni atmosferiche stabili e cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso. I massimi di pressione si mantengono da ovest dell’Italia quindi sulla nostra penisola le correnti sono prevalentemente settentrionali, asciutte e ciò influisce anche sul campo termico, favorendo una rapida discesa delle temperature durante la notte quando si registrano valori ancora invernali ed un altrettanto rapida risalita durante il giorno con valori termici da inizio primavera, anche sopra i 15°C di massima. La situazione è leggermente e temporaneamente cambiata nelle ultime 36 ore quando quel che resta di una debole perturbazione nord atlantica ha raggiunto le regioni occidentali italiane determinando l’attivazione di deboli ma più umide correnti meridionali con formazione di banchi di nubi basse e nebbie soprattutto sulle regioni tirreniche, Umbria compresa.
Nelle prossime ore comunque tutto tornerà più o meno come prima, sull’Italia infatti assisteremo alla riattivazione di deboli correnti settentrionali sostanzialmente asciutte che garantiranno, soprattutto nella giornata di domani giovedì 21 febbraio, condizioni atmosferiche stabili e cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso su gran parte del territorio italiano. Venerdì 22 febbraio l’anticiclone presente sopra l’Europa centro occidentale, dopo essersi irrobustito, si espanderà rapidamente verso nord fin oltre la Lapponia favorendo la contemporanea discesa di un sistema depressionario, accompagnato da un corposo nucleo di aria fredda artica, sull’Europa orientale. Tra sabato 23 e domenica 24 febbraio l’aria molto fredda giunta sulla penisola Balcanica favorirà la formazione di un centro depressionario a sud della Grecia, sull’Italia si attiveranno correnti nord orientali, più fredde ed instabili sulle regioni meridionali, più asciutte al centro nord con qualche nube solo sui settori adriatici. Sulle estreme regioni meridionali, stiamo parlando quindi di Puglia, Calabria e Sicilia, tra sabato 23 e Domenica 24 febbraio potremo avere nevicate fin sulle coste, precipitazioni sempre più localizzate e sporadiche procedendo verso nord tanto che sul centro Italia non sia ndrà oltre qualche annuvolamento in Appennino e sulle regioni adriatiche con possibili isolate sfiocchettate in Abruzzo e Molise.
Sull’Umbria mattinata odierna con qualche banco di nubi basse e nebbie nei fondovalle, ampi rasserenamenti nel prossimo pomeriggio per il dissolvimento di nebbie e banchi di nubi basse. Temperature in lieve calo rispetto a ieri, venti deboli nord occidentali. Domani giovedì 21 febbraio cielo sereno o pcoo nuvoloso per l’intera giornata con gelate mattutine, temperature minime in lieve calo e massime in lieve aumento, venti deboli settentrionali. Venerdì 22 febbraio cielo ancora sereno o poco nuvoloso con qualche nebbia mattutina nei fondovalle, temperature stazionarie o in lieve aumento, venti deboli settentrionali in intensificazione. Sabato 23 e domenica 24 febbraio cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso con qualche annuvolamento soprattutto in Appennino, temperature massime in calo (probabilmente la giornata più fredda sarà quella di domenica 24 febbraio con temperature massime fino a 6°C/8°C in meno delle attuali), minime stazionarie od in lieve calo, venti moderati o forti nord orientali.
Tra lunedì 25 e mercoledì 27 febbraio il sistema depressionario a sud della Grecia si sposterà lentamente verso oriente e contemporaneamente l’anticiclone presente sopra i settori euro mediterranei centro occidentali avanzerà da ovest verso l’Italia. Sul centro nord Italia avremo ancora cielo sereno o poco nuvoloso con tramontana in attenuazione e temperature in rialzo, residua, debole instabilità inizialmente ancora presente al sud ma in esaurimento da martedì 26 febbraio.
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee bianche) ed in quota (fasce colorate), attualmente prevista sui settori euro atlantico mediterranei per il primo pomeriggio di domenica 24 febbraio 2019.
Hai già visto il nostro progetto di crowdfunding per la nuova webcam di Castelluccio di Norcia? scopri di più qui: INFO INIZIATIVA.

Una webcam per Castelluccio di Norcia in collaborazione con Scenari Digitali

(del 17/02/2019)

La webcam di Castelluccio ha una storia da raccontare. Per circa 10 anni, ogni giorno, ha mostrato nel web gli straordinari colori dei piani fioriti ed il silenzio del paese innevato. È divenuta un punto di riferimento per gli amanti di questi luoghi, una finestra virtuale per ammirare il paesaggio di quest'angolo suggestivo dell'Umbria e dei Monti Sibillini. Ha creato negli anni un collegamento con la propria terra per chi era lontano, un modo per scoprire le bellezze di questi luoghi per chi ancora non c'era mai stato, una finestra attiva da tenere nel desktop per chi non poteva fare a meno di ammirare l'alba dal Monte Vettore. La webcam è stata, innanzitutto, una sfida tecnologica per l'assenza di connettività e di energia elettrica. Ma, soprattutto, un'esperienza di vita, di relazioni con la comunità locale, un modo per mostrare nel web questo "piccolo Tibet" con il paese arroccato su un colle a 1.452 metri sul livello del mare, che si erge sul Pian Grande e scruta da secoli i ripidi pendii del Monte Vettore e la strada delle Fate, quella antica frattura sui costoni del Vettore che ci ha ricordato che la Terra è viva e ogni tanto si scuote. Già, il terremoto. La terribile scossa del 30 ottobre 2016 ha ridotto in macerie il paese, la chiesa, i vicoli, le scritte in dialetto sui muri, le strade di accesso. Gli abitanti sono stati allontanati dalla zona rossa, l'intero paese è rimasto isolato, inaccessibile. E anche lei, la webcam, ha subito dei danni: uno dei moduli solari e anche l'hardware si sono danneggiati. Per alcune settimane ha comunque continuato a trasmettere immagini, rimanendo a guardia del paese. Sentinella nei rigidi inverni e nelle temibili bufere di neve, anche lei, però, stavolta si è dovuta arrendere allo scuotimento della terra. Siamo riusciti a raggiungerla poco dopo il sisma per strade secondarie, abbiamo riparato sul posto alcuni dei componenti per continuare a trasmettere immagini, per mostrare non tanto il paese ferito, ma la voglia di rinascere, di tornare a rivivere al più presto questi luoghi. Leggi la storia sul Corriere della Sera e Umbria24.
UNA WEBCAM PER CASTELLUCCIO DI NORCIA . Ora, abbiamo bisogno del tuo aiuto! Attiveremo una nuova webcam con la quale acquisire immagini e generare spettacolari timelapse, brevi filmati dall'alba al tramonto per valorizzare il paesaggio, osservare le nubi, i fenomeni meteorologici, le stagioni, il tempo che scorre. Vogliamo ridare a Castelluccio la sua webcam, vogliamo che torni presto ad essere la sentinella del paese, per mostrare la sua rinascita.
Ricordiamo che tutte le informazioni sull’iniziativa potete trovarle al link: INFO INIZIATIVA .

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
18/02/2019
 
NEWS
 
FINE SETTIMANA CON RAPIDO, CONSISTENTE MA TEMPORANEO CALO TERMICO, ATTENZIONE ALLA FORTE TRAMONTANA
22/02 [ore 9.99 ]
FINE SETTIMANA CON CORRENTI FREDDE MA ASCIUTTE NORD ORIENTALI, CALO TERMICO E TRAMONTANA IN INTENSIFICAZIONE
20/02 [ore 9.99 ]
UNA WEBCAM PER CASTELLUCCIO DI NORCIA IN COLLABORAZIONE CON SCENARI DIGITALI
17/02 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011