Home | Chi Siamo | WEBCAM Alpi e Dolomiti | WEBCAM Appennino | WEBCAM Umbria
  Webcam Marketing | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Ultime nubi poi sole e temperature in aumento fino al 26 aprile, attesi valori anche superiori ai 25°C

(del 18/04/2018)

L’Italia centro meridionale continua ad essere interessata da una blanda circolazione depressionaria, stazionante tra Tunisia e mar Ionio, presente soprattutto in quota. Sulle regioni centro meridionali quindi, le correnti si mantengono nord orientali e producono una certa nuvolosità con precipitazioni soprattutto sulle regioni che si affacciano sul medio basso mar Tirreno, qualche piovasco anche su Marche ed Umbria meridionali, Molise, Puglia e soprattutto Abruzzo. Sul nord Italia e sulla Toscana invece sta inesorabilmente avanzando un’area anticiclonica che si sta irrobustendo sopra l’Europa centro occidentale e ciò garantisce condizioni atmosferiche stabili con in prevalenza cielo sereno o poco nuvoloso. Domani giovedì 19 aprile ulteriore indebolimento della circolazione depressionaria presente sul basso mar Mediterraneo centrale, contemporaneamente diminuirà l’instabilità atmosferica sull’Italia con nuvolosità e locali precipitazioni, prevalentemente pomeridiane, che si concentreranno su Campania, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna, sereno o poche nubi sul resto d’Italia. Ulteriore miglioramento atmosferico nel fine settimana con nubi e residue, isolate precipitazioni pomeridiana e che tenderanno a concentrarsi tra Sicilia e Calabria, sole e poche nubi sul resto d’Italia dove la pressione atmosferica salirà ancora.
Sull’Umbria nuvoloso o molto nuvoloso fino al pomeriggio odierno, poi inizieranno le schiarite ed i rasserenamenti a partire dal nord della regione, ancora tramontana moderata e temperature in lieve calo rispetto a ieri martedì 17 aprile. Domani giovedì 19 aprile ancora tramontana moderata, specie durante le ore centrali del giorno, ma cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso con qualche annuvolamento pomeridiano possibile solo sul sud della regione. Temperature massime in aumento. Tra venerdì 20 e sabato 21 aprile cielo ancora sereno o poco nuvoloso con tramontana debole o moderata ma in attenuazione, ulteriore aumento delle temperature con valori massimi compresi tra i 23°C ed i 26°C nella maggior parte dei centri cittadini umbri. Domenica 22 aprile cielo sereno o poco nuvoloso con correnti nord orientali sostituite da correnti occidentali con ulteriore, lieve aumento delle temperature massime.
Lunedì 23 aprile l’anticiclone sarà ormai padrone dell’intero bacino centrale del mar Mediterraneo con cielo sereno o poco nuvoloso su tutta l’Italia, queste condizioni stabili permarranno fino alla giornata del 25 aprile quando correnti miti e più umide meridionali inizieranno a favorire la formazione di nubi con qualche locale pioggia su alpi e Prealpi, ancora sereno o poco nuvoloso sul centro sud Italia e gran parte dei settori padani con temperature massime prossime ai 30°C su Sardegna, Sicilia e sud Italia, fin sui 28°C al centro nord. Sul centro Italia le nubi inizieranno ad arrivare a partire da giovedì 26 aprile per l’avvicinamento di una perturbazione atlantica, probabili piogge con calo termico nei giorni successivi.
Sulla nostra regione sole e temperature fino a 6°C sopra le medie del periodo tra lunedì 23 e mercoledì 25 aprile, con massime prossime ai 26°C/28°C, poi nuvolosità in aumento ma scarso rischio precipitazioni e temperature ancora elevate. Le piogge potrebbero tornare venerdì 27 e sabato 28 aprile ma ne riparleremo nelle prossime news.
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee bianche) ed in quota (fasce colorate), attualmente prevista sull’Italia per le prime ore pomeridiane di domenica 22 aprile.

Prima parte della prossima settimana con rovesci e temporali soprattutto pomeridiani poi sole e clima mite

(del 14/04/2018)

Il sistema depressionario che, nei giorni scorsi, centrato tra Francia occidentale e Spagna settentrionale, ha interessato l’Italia con correnti meridionali instabili od a tratti perturbate, sta muovendosi verso sud/sud ovest portandosi sopra l’Algeria, ciò favorisce un temporaneo aumento della pressione atmosferica sulla nostra penisola con cessazione delle precipitazioni, nubi in calo e schiarite anche ampie. Nelle prossime ore però, lo stesso sistema depressionario si muoverà dall’Algeria verso la Tunisia, avvicinandosi all’Italia dove avremo correnti miti sud orientali e cielo prevalentemente poco nuvoloso con transito di velature o nuvolosità comunque poco consistente, qualche addensamento nuvoloso possibile solo su Alpi occidentali e soprattutto sulle isole maggiori dove saranno possibili isolate, brevi piogge. Domani domenica 15 aprile sistema depressionario in risalita verso la Sardegna con peggioramento atmosferico prima sulle isole maggiori, poi al nord e su parte del centro, specie settori tirrenici, con molte nubi e piogge sparse, poco nuvoloso o nuvoloso sul resto d’Italia.
Da lunedì 16 aprile il sistema depressionario si stabilirà sopra le regioni centro meridionali italiane indebolendosi e spostandosi ad oriente molto lentamente, quindi avremo un inizio della prossima settimana caratterizzato da instabilità atmosferica debole o moderata su gran parte d’Italia con nubi e piogge, spesso a carattere di rovescio o temporale, soprattutto durante le ore pomeridiane, più frequenti sulle zone interne montuose. Temperature in moderato calo, specie nei valori massimi. Tra mercoledì 18 e giovedì 19 aprile l’instabilità atmosferica tenderà ad esaurirsi sulle regioni settentrionali, oltre che per l’indebolimento del sistema depressionario anche per l’avanzamento in un anticiclone dall’Europa centro orientale fin sulle Alpi, sulle regioni centrali instabilità atmosferica in decisa attenuazione, mentre al sud ancora instabilità atmosferica prevalentemente pomeridiana, debole o localmente moderata.
Sull’Umbria nuvolosità in aumento dalla mattinata di domani domenica 15 aprile con qualche locale pioggia tra l tarda mattinata ed i pomeriggio, specie sui settori occidentali e meridionali della regione. Lunedì 16 e martedì 17 aprile nuvolosità più intensa e precipitazioni più frequenti, anche a carattere di rovescio o temporale, specie durante le ore pomeridiane. Temperature in moderato calo, venti deboli o localmente moderati con direzione variabile. Tra mercoledì 18 e giovedì 19 aprile nubi meno intense e precipitazioni pomeridiane sempre meno frequenti, fino a cessare del tutto, e più probabili in Appennino, temperature in lieve aumento, venti deboli variabili.
Tra venerdì 20 e lunedì 23 aprile probabile fase anticiclonica sull’Italia con cielo prevalentemente poco nuvoloso, qualche addensamento pomeridiano sui monti ma scarso rischio precipitazioni, temperature in aumento, specie i valori massimi che in alcune aree potranno superare i 25°C.
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee bianche) ed in quota (fasce colorate), attualmente prevista sull’Italia per le ore centrali di lunedì 16 aprile.

Prossimi giorni con molte nubi ma poca pioggia, perturbazione piu' intensa nel fine settimana

(del 10/04/2018)

Nessuna sostanziale novità per quanto riguarda la circolazione atmosferica sui settori euro atlantico mediterranei dove si rileva ancora la presenza di una circolazione anticiclonica a latitudini settentrionali, attualmente tra Islanda e Scandinavia, con sistemi depressionari nord atlantici costretti a percorrere traiettorie più meridionali e quindi perturbazioni che entrano in area mediterranea senza troppe difficoltà..
In queste ore i settori euro mediterranei centro occidentali sono in gran parte interessati da un’ampia area depressionaria nord atlantica centrata nei pressi dell’Inghilterra mentre sui settori euro mediterranei orientali un flusso di correnti più calde meridionali alimenta un promontorio anticiclonico afro mediterraneo. Per quanto riguarda invece l’Italia la situazione vede la presenza di correnti sud occidentali, più fresche ed instabili sul nord Italia, specie sulle regioni nord occidentali, più calde e con presenza di sole sulle regioni meridionali, specie i settori ionici e la Puglia in generale. Le regioni centrali si trovano a metà strada quindi si alternano fasi nuvolose ma poco piovose con possibilità anche di qualche schiarita a fasi con nubi più intense e piogge sparse, anche a carattere di rovescio. Una prima intensa perturbazione ha interessato il centro nord Italia nella giornata di ieri lunedì 9 aprile, attualmente è in corso un parziale miglioramento con ancora molte nubi al centro nord ma instabilità atmosferica più significativa al nord mentre al centro qualche schiarita alternata da addensamenti ma scarse precipitazioni. Si andrà avanti così fino al pomeriggio di domani mercoledì 11 aprile poi, con il centro di bassa pressione in posizionamento tra golfo di Biscaglia e Pirenei, quindi più vicino all’Italia, transiterà una seconda perturbazione con nubi e precipitazioni in intensificazione prima al nord poi, nella notte tra mercoledì 11 e giovedì 12 aprile, anche al centro. Durante la mattinata di giovedì 12 aprile poi è+ atteso un parziale miglioramento atmosferico su tutto il centro nord, veloce, debole peggioramento atmosferico su parte del sud, in particolare su Campania e Puglia centro settentrionale. Tra il pomeriggio/sera di giovedì 12 e la giornata di venerdì 13 aprile ancora molte nubi e piogge sparse al nord, più frequenti ed intense al nord ovest, molte nubi anche al centro ma scarse precipitazioni, poco nuvoloso o nuvoloso al sud. Temperature che, più o meno prossime alle medie del periodo, saliranno o scenderanno di una manciata di gradi in relazione alla presenza o meno di schiarite o fasi piovose anche perché le correnti resteranno pressoché costanti..
Sull’Umbria nuvoloso o molto nuvoloso fino alla mattinata di domani mercoledì 11 aprile poi nuvolosità in aumento ma in generale scarse precipitazioni, al massimo qualche isolata, breve pioggia. Nubi e precipitazioni più consistenti sono attese tra la serata di domani e la prima mattinata di giovedì 12 aprile, nel corso della mattinata ed ancor più nel pomeriggio ampie schiarite seguite da locali rasserenamenti. La giornata di venerdì 13 aprile si aprirà invece con cielo nuvoloso o molto nuvoloso, qualche schiarita durante le ore centrali del giorno, nubi di nuovo in aumento tra il tardo pomeriggio e la serata ma scarse precipitazioni, venti meridionali e temperature in aumento.
Tra sabato 14 e domenica 15 aprile poi, il centro depressionario posizionato nei prossimi giorni sopra i Pirenei, si muoverà verso ovest raggiungendo prima la Sardegna, poi il centro Italia, fino a raggiungere i Balcani, durante questo transito porterà molte nubi e frequenti precipitazioni su gran parte d’Italia, stavolta probabilmente abbondanti anche al sud, specie i settori tirrenici.
Per quanto riguarda la nostra regione dipenderà molto dalla tempistiche, ossia da quanto velocemente il centro depressionario, tra venerdì sera e domenica risalirà verso est/nord est, nella migliore delle ipotesi potremmo avere un sabato abbastanza mite e soleggiato, nella peggiore piogge anche nella giornata di sabato ma dovremo attendere ulteriori dati per definire questi significativi dettagli, mentre la domenica sembra quasi sicuramente compromessa, con nubi e piogge sparse.
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee bianche) ed in quota (fasce colorate), attualmente prevista sull’Italia per le ore notturne tra sabato14 e domenica 15 aprile, l’ipotesi più pessimista con centro depressionario già sopra le regioni centrali italiane.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
12/03/2018
 
NEWS
 
ULTIME NUBI POI SOLE E TEMPERATURE IN AUMENTO FINO AL 26 APRILE, ATTESI VALORI ANCHE SUPERIORI AI 25°C
18/04 [ore 9.99 ]
PRIMA PARTE DELLA PROSSIMA SETTIMANA CON ROVESCI E TEMPORALI SOPRATTUTTO POMERIDIANI POI SOLE E CLIMA MITE
14/04 [ore 9.99 ]
PROSSIMI GIORNI CON MOLTE NUBI MA POCA PIOGGIA, PERTURBAZIONE PIU' INTENSA NEL FINE SETTIMANA
10/04 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011