Home | Chi Siamo | music course work questions and answers | hospitality service experiences | adidas vs nike
  Webcam Marketing | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Ferragosto con elevato rischio di nubi, piogge, temporali e calo termico

(del 10/08/2018)

Prima di tornare sull’argomento abbiamo atteso qualche giorno dalla pubblicazione del nostro articolo in cui è stato ipotizzato un peggioramento atmosferico sull’Italia per i giorni di Ferragosto, ciò, essenzialmente, per avere tra le mani ulteriori dati che possano darci un quadro sufficientemente attendibile su di una giornata che molti trascorreranno in vacanza o comunque all’aperto. Iniziamo col dire che, come spesso accade, rispetto ad una prima proiezione a distanza di oltre una settimana, l’impulso di aria fresca nord atlantica in arrivo sulla nostra penisola, seppur confermato nelle dinamiche generali, viene ora abbastanza attenuato, sia come intensità che come durata. Non avremo una fase fresca ed instabile della durata di quattro o cinque giorni ma saranno soprattutto due i giorni caratterizzati, almeno per l’Umbria, dalla presenza di nubi e precipitazioni sparse, spesso temporalesche, poco prima e subito dopo solo una debole instabilità atmosferica pomeridiana. Anche il calo termico, seppur abbastanza sensibile, non sarà ne prolungato ne definitivo, in grado cioè di porre fine alle giornate calde come quelle degli ultimi giorni.
Partiamo comunque dalla situazione attuale in cui osserviamo come la pressione atmosferica sul bacino centrale del mar Mediterraneo sia in moderato aumento per l’espansione verso l’Italia dell’anticiclone atlantico mentre l’ampia circolazione depressionaria nord atlantica che nei giorni scorsi si è adoperata in un primo tentativo di raggiungere le regioni alpine, tende ora a ritirarsi verso nord ovest, interessando essenzialmente l’Islanda, le isole inglesi, la Scandinavia occidentale e la Francia settentrionale. L’aumento pressorio sulla nostra penisola, non appare deciso e definitivo soprattutto in quota, tanto da eliminare totalmente l’instabilità atmosferica che, ancora nelle prossime 36/48 ore, rimarrà presente su Alpi e Prealpi centro orientali ed Appennino centro meridionale, con locali rovesci e temporali prevalentemente pomeridiani. Domenica 12 agosto temporaneo, lieve aumento della pressione atmosferica sui settori occidentali italiani con instabilità atmosferica in lieve calo, specie su Alpi e Prealpi, ancora presente invece, seppure debole, in Appennino. Da lunedì 13 agosto poi, l’anticiclone atlantico si ritirerà verso ovest tanto da permettere ad un impulso di aria fresca ed instabile nord atlantica di raggiungere le Alpi e causare un aumento delle nubi con piogge e temporale su gran parte del nord Italia, specie tra il tardo pomeriggio e la serata. Tra martedì 14 e mercoledì 15 agosto, quindi proprio a cavallo del Ferragosto, l’impulso di aria fresca con l’accompagnamento di nubi ed il suo carico di piogge e temporali, attraverserà le regioni centrali italiane fino a raggiungere il sud Italia, seguito poi da venti freschi settentrionali.
Sull’Umbria, tra il pomeriggio/sera odierno e domenica 12 agosto avremo nubi e qualche isolato rovescio pomeridiano, anche temporalesco, soprattutto in Appennino, prevalenza di sole al mattino e primo pomeriggio su tutta la regione, poi soprattutto sui settori centro occidentali dell’Umbria. Temperature stazionarie od in lieve calo. Lunedì 13 agosto lieve aumento dell’instabilità atmosferica tra il pomeriggio e la serata soprattutto in Appennino e nel nord dell’Umbria ma sarà comunque la giornata di martedì 14 agosto quella in cui nubi, rovesci e temporali interesseranno gran parte della regione, specie nel pomeriggio, attenuandosi solo in serata. Mercoledì 15 agosto probabile presenza di nubi fin dal mattino con qualche locale pioggia, anche a carattere di rovescio o temporale, nel pomeriggio poi, potremmo assistere all’attivazione di venti freschi settentrionali, sintomo dell’inizio di un generale miglioramento atmosferico con schiarite in avanzamento da nord. Mercoledì 15 agosto dovrebbe anche essere la giornata più fresca.
La previsione appena riportata comunque, a nostro parere, necessita ancora di alcuni aggiornamenti che potrebbero modificarne, almeno in parte, effetti e durata, questo perché non c’è ancora completa identità di vedute tra i principali modelli meteorologici, soprattutto per quanto riguarda la traiettoria dell’impulso di aria fresca nord atlantica e la sua velocità di attraversamento dell’Italia. Comunque sia, dovesse andare come appena descritto, nei giorni successivi, tra giovedì 16 e sabato 18 agosto, assisteremmo ad un progressivo miglioramento con risalita termica.
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica (linee bianche) e le temperature (fasce colorate) in quota (a circa 5800/5850 metri s.l.m.), attualmente previste sull’Italia per il tardo pomeriggio di martedì 14 agosto.

PROIEZIONI A MEDIO LUNGO TERMINE. Lento, progressivo aumento dell'instabilita' atmosferica con calo termico.

(del 06/08/2018)

Nella giornata di domani martedì 7 agosto il tentativo di avanzamento verso sud est di un ampio sistema depressionario stazionante sopra l'Europa nord occidentale, porterà i primi isolati rovesci o temporali anche sull'Umbria, concentrati prevalentemente in Appennino. Le precipitazioni sulla nostra regione diverranno un po’ più frequenti, ancora a carattere di rovescio o temporale, durante le ore pomeridiane di mercoledì 8 e giovedì 9 agosto quando in sistema depressionario precedentemente menzionato interesserà direttamente la Francia determinando un ulteriore calo della pressione atmosferica in quota anche sull’Italia. In qualche caso i fenomeni potranno risultare anche intensi, con grandinate, numerosi fulmini e raffiche di vento. Temperature in calo di pochi gradi, qualcosa in più solo nelle aree più direttamente interessate dai temporali. Instabilità atmosferica in attenuazione e concentrata prevalentemente a ridosso dell'Appennino, tra venerdì 10 e sabato 11 agosto quando si realizzerà un primo rialzo della pressione atmosferica a causa di un arretramento del sistema depressionario presente sopra l’Europa nord occidentale. Temperature in rialzo. Domenica 12 agosto sarà probabilmente la giornata migliore in termini di presenza di sole, con pressione atmosferica in temporaneo aumento e instabilità atmosferica pomeridiana ai minimi per non dire assente. Temperature senza variazioni di rilievo. Successivamente, a partire da lunedì 13 agosto (stamattina tutti i principali modelli meteorologici sembrano concordare su questo punto), assisteremo ad un secondo e più deciso tentativo di espansione del sistema depressionario nord atlantico verso il bacino centrale del mar Mediterraneo. Questo secondo tentativo, ad oggi, sembra poter avere maggiori probabilità di riuscita o comunque interessare in maniera più diretta l’Italia rispetto a quello precedente (atteso tra domani martedì 7 e giovedì 9 agosto). Ciò significherebbe, ed il condizionale è d’obbligo, l’arrivo, almeno sull’Italia centro settentrionale, di una fase caratterizzata da nubi, piogge e temporali un po’ più duratura ed intensa, che andrebbe a condizionare in maniera significativa, sia in termini di precipitazioni che di calo termico, i giorni attorno Ferragosto. In poche parole il peggioramento atmosferico atteso tra lunedì 13 e giovedì 16 agosto potrebbe rappresentare la prima seria spallata all’estate 2018, almeno per quanto riguarda una probabile definitiva riduzione delle temperature elevate di questi giorni. Comunque sia la distanza temporale è ancora elevata e sicuramente le proiezioni attuali saranno almeno in parte modificate, specie per i giorni attorno al Ferragosto.
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee bianche) ed in quota (fasce colorate dal giallo al rosso), attualmente prevista sull’Italia per le primissime ore di martedì 14 agosto.

Ancora oggi debole instabilita’ poi domenica 5 con sole e caldo. I temporali tornano dal 7 agosto

(del 04/08/2018)

Nessuna novità particolare nelle ultime ore ma anche in prospettiva per quando riguarda un sostanziale cambio della circolazione atmosferica o più semplicemente il transito sull’Italia di una perturbazione più organizzata in grado di rifrescare l’aria efficacemente e soprattutto in maniera più duratura di un occasionala temporale. Fino almeno a Ferragosto, probabilmente, andremo avanti con sole, caldo e qualche temporale pomeridiano, anche intenso, ma non esteso e duraturo. L’Italia infatti resta in una sorta di “limbo barico”, ossia un’area dove non prevale l’anticiclone tanto da assicurare una lunga serie di giornate senza instabilità atmosferica ma neanche si registra il passaggio di una seria perturbazione, tant’è che i temporali, abbastanza localizzati ma comunque presenti quotidianamente su Alpi ed Appennini, sono favoriti nel loro sviluppo durante le ore più calde della giornata, da temporanei, locali, lievi cali della pressione atmosferica alle quote più alte oltre che alla spinta termoconvettiva di aria calda ed umida nei bassi strati e dall’azione di sollevamento forzato da parte dei rilievi montuosi. Per quanto riguarda la nostra regione, nelle condizioni attuali nelle quali prevalgono le correnti nord orientali, questi episodici rovesci e temporali colpiscono soprattutto le aree occidentali e settentrionali, quelle meno battute dai venti asciutti di tramontana.
Oggi il piccolo impulso di aria fresca proveniente dal nord Europa transitato prima sul nord Italia, poi sulla Sardegna dove sta producendo temporali anche forti, si porterà sulla Tunisia tant’è che dopo la residua instabilità atmosferica pomeridiana odierna, per domani domenica 5 agosto si attende maggiore presenza di sole un po’ su tutto il territorio italiano ad eccezione delle Alpi centro occidentali. Da lunedì 6 agosto ed ancor più tra martedì 7 e giovedì 9 agosto, sarà poi un’ampia circolazione depressionaria nord atlantica che, centrata sulla Scozia, tenterà di espandersi verso sud est, quindi verso il bacino centrale del mar Mediterraneo. Diciamo subito che non ci riuscirà, almeno non in maniera decisa, però causerà un calo di pressione atmosferica in quota, prima al nord poi anche al centro ed in maniera minore al sud, da alimentare nuovamente una generalizzata, debole instabilità atmosferica pomeridiana, specie a ridosso di Alpi ed Appennini. Questa fase con qualche rovescio o temporale in più ma comunque con temperature ancora elevate, ben sopra le medie del periodo, probabilmente terminerà venerdì 10 agosto quando il sistema depressionario nord atlantico si ritirerà a nord ovest, la pressione atmosferica in quota sopra l’Italia aumenterà con un promontorio anticiclonico che si affermerà sopra il bacino centrale del mar Mediterraneo garantendo un po’ ovunque cielo sereno o poco nuvoloso e caldo.
Anche oggi giornata che inizia con un gran sole ma poi dalla tarda mattinata tornano a svilupparsi quelle nubi cumuliformi in grado di produrre isolati rovesci o temporali, anche intensi, più probabili su Umbria occidentale e meridionale. Domani domenica 5 agosto sole e temperature in aumento, rischio precipitazioni pomeridiane pressoché nullo. Venti deboli o localmente moderati nord orientali. Lunedì 6 agosto ancora sole e caldo con qualche addensamento cumuliforme pomeridiano sul nord della regione ed in appennino dove non si escludono isolati rovesci. Temperature in ulteriore lieve aumento con venti deboli non più nord orientali ma sud occidentali, quindi aumenterà un po’ anche l’umidità. Tra martedì 7 e giovedì 9 agosto a mattinate soleggiate seguiranno pomeriggio più nuvolosi e con qualche locale rovescio o temporale, anche intenso, possibili un po’ ovunque sulla nostra regione anche se più probabili a ridosso dei rilievi montuosi. Temperature in calo di 2°C/3°C, qualcosa in più, temporaneamente, nelle aree maggiormente colpite da temporali. Venerdì 10 agosto sereno o poco nuvoloso con temperature in aumento, venti deboli variabili.
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica (linee bianche) e le temperature (fasce colorate) in quota (a circa 5850/5900 metri s.l.m.), attualmente previste sull’Italia per il primo pomeriggio di mercoledì 8 agosto.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
01/08/2018
 
NEWS
 
FERRAGOSTO CON ELEVATO RISCHIO DI NUBI, PIOGGE, TEMPORALI E CALO TERMICO
10/08 [ore 9.99 ]
PROIEZIONI A MEDIO LUNGO TERMINE. LENTO, PROGRESSIVO AUMENTO DELL'INSTABILITA' ATMOSFERICA CON CALO TERMICO.
06/08 [ore 9.99 ]
ANCORA OGGI DEBOLE INSTABILITA’ POI DOMENICA 5 CON SOLE E CALDO. I TEMPORALI TORNANO DAL 7 AGOSTO
04/08 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011