Home | Chi Siamo | WEBCAM Alpi e Dolomiti | WEBCAM Appennino | WEBCAM Umbria
  Webcam Marketing | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Domenica 22 ottobre nubi e piogge sparse con deciso calo termico, probabile neve a Castelluccio di Norcia

(del 19/10/2017)

Precipitazioni nulle o scarse temperature sopra le medie del periodo, nell’ultima settimana anche di 4°C/6°C, questa è la situazione da inizio ottobre. Se poi si allargano gli orizzonti temporali, tranne due settimane nell’ultimo inverno ed il mese di settembre 2017, è un anno che caldo e siccità sono le costanti del clima in Umbria ed un po’ su tutta l’Italia. Certo che in un trend che vede un lento ed inesorabile aumento termico globale, ed ancor più emisferico, queste fasi tendono a divenire sempre più frequenti e consistenti, ma continueranno anche ad essere alternate con break più o meno lunghi di senso inverso. Per ora avremo solo qualche veloce perturbazione a riportare le condizioni climatiche su parametri prossimi alla normalità, più avanti, fra una settimana, un mese o qualcosa in più, sicuramente tornerà qualcosa di più consistente come sempre è accaduto in passato.
Durante la prima metà della settimana in corso le grandi aree depressionarie hanno stazionato in aperto oceano Atlantico od a latitudini settentrionali, interessando soprattutto, Scandinavia, Russia ed Inghilterra, mentre sul resto del continente europeo e soprattutto sul bacino del mar Mediterraneo si è consolidato un robusto anticiclone subtropicale che, centrato tra penisola italiana e penisola balcanica, ha garantito condizioni atmosferiche stabili e cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso su tutto il territorio italiano. Attualmente, comunque, l’anticiclone tende ad arretrare verso oriente incalzato da un’ampia area depressionaria nord atlantica in espansione sulla penisola Iberica e sul bacino occidentale del mar Mediterraneo. Nelle prossime ore una debole perturbazione dal mar Mediterraneo occidentale si muoverà verso l’Italia ma, incontrando la resistenza dell’anticiclone, devierà la propria traiettoria verso sud interessando con nubi e piogge la Sardegna e la Sicilia, mentre sulle regioni peninsulari assisteremo solo ad un temporaneo, lieve aumento delle nubi. Sabato 21 ottobre ancora circolazione prevalentemente anticiclonica sul bacino centrale del mar Mediterraneo con cielo sereno o poco nuvoloso su tutta l’Italia.
Domenica 22 ottobre invece, l’arrivo dalla Francia sull’Italia di un fronte freddo nord atlantico determinerà la formazione e l’approfondimento sull’Italia di una circolazione depressionaria inizialmente centrata sulle regioni nord occidentali ma in movimento verso sud. Durante le prime ore di lunedì 23 ottobre il centro della bassa pressione sarà sopra la Puglia, nel pomeriggio tenderà già ad allontanarsi sopra la Grecia. Nubi e precipitazioni interesseranno, nella mattinata di domenica 22 ottobre, le Alpi occidentali, la Lombardia, il Triveneto, l’Emilia Romagna, Sardegna, Toscana, Umbria e Marche, poi, tra il pomeriggio e la serata, il resto del centro ed il sud Italia, precipitazioni assenti o scarse al nord ovest. Lunedì 23 ottobre correnti fredde nord orientali, migliora al nord e centro tirrenico, nubi e residue precipitazioni su Appennino centro settentrionale, regioni centrali adriatiche e sul sud Italia, specie al mattino. Martedì 24 ottobre migliora ovunque con correnti ancora fresche nord orientali. La neve cadrà domenica 22 ottobre fin sui 1300 metri di quota sulle Alpi orientali, lunedì mattina 23 ottobre anche in Appennino, fin sui 1200/1400 metri di quota sui settori marchigiani ed abruzzesi.
Sull’Umbria ancora sole e temperature fino a 4°C/5°C sopra le medie nella giornata di sabato 21 ottobre, molte nubi con piogge sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, nella giornata di domenica 22 ottobre. Saranno comunque precipitazioni con distribuzione non uniforme, in alcune aree anche 15/20 mm, in altre 0-5 mm. Dalla tarda serata di domenica 22 ottobre, con l’attivazione delle correnti fredde nord orientali, le nubi più intense e le precipitazioni tenderanno a concentrarsi lungo l’Appennino con temperature in ulteriore calo. Durante le prime 6/10 ore di lunedì 23 ottobre potremo avere nevicate in Appennino fin sui 1200/1400 metri di quota, quindi diverrà possibile anche un’imbiancata di Castelluccio di Norcia. Nel corso del pomeriggio di lunedì 23 ottobre poi, schiarite e rasserenamenti tenderanno ad avanzare da nord ovest su tutta la nostra regione. Temperature massime fino a 2°C o 3°C inferiori alle medie del periodo, venti moderati settentrionali. Martedì 24 ottobre cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso con qualche nube in più in Appennino, venti di tramontana in attenuazione e temperature in aumento.
Ulteriori aggiornamenti sulle nostre pagine Facebook e Twitter.
L’immagine satellitare qui di seguito, riferita alle ore 13.30, mostra un cielo sereno su tutta Italia, nebbie persistenti sulla pianura Padana centro orientale e nuvolaglia su Sardegna e Sicilia.

Cedimento dell’alta pressione nel fine settimana con perturbazioni e calo termico

(del 17/10/2017)

Metà settembre dal sapore quasi estivo con temperature massime comprese tra i 25°C ed i 28°C sulla gran parte dei principali centri cittadini umbri. Anche sul resto d’Italia situazione simile, sulle regioni meridionali dove il mare mantiene ancora temperature elevate, si è tornati addirittura a fare i bagni con spiagge piene di ombrelloni. Certamente non è una situazione eccezionale, più volte in passato l’Italia ha apprezzato questi “colpi di coda” estivi in ottobre, in mente abbiamo sempre la definizione di “ottobrata romana”, però dopo un lunghissimo periodo siccitoso ed un settembre che sembrava riportarci nei binari giusti, questa “ricaduta” estiva e soprattutto questa prima metà di ottobre del tutto siccitosa riporta alle cronache la preoccupazione per la mancanza d’acqua un po’ su tutta l’Italia.
L’attuale fase stabile, soleggiata e calda, è dovuta all’irrobustimento di un ampio anticiclone sopra gran parte del continente europeo con massimi di pressione, sia in quota che a livello del mare, sopra l’Italia. Quindi più che correnti calde meridionali è stato il notevole soleggiamento e l’assenza di ventilazione a permettere un deciso riscaldamento dell’aria durante le ore diurne, viceversa di notte le temperature scendono in maniera decisa, soprattutto nelle aree lontane dal mare dove il terreno perde rapidamente ed in maniera massiccia il calore con l’aumento delle ore notturne.
Il dominio dell’anticiclone sul bacino centrale del mar Mediterraneo comunque, è destinato a cessare entro il fine settimana grazie alla spinta verso sud est dell’ampia circolazione depressionaria semipermanente nord atlantica che già tra giovedì 19 e venerdì 20 ottobre piloterà una prima debole perturbazione nord atlantica verso l’Italia. Questo primo “attacco” sarà sostanzialmente respinto dall’anticiclone, la debole perturbazione infatti andrà in frontolisi portando solo un aumento di nubi poco consistenti sull’Italia e praticamente precipitazioni quasi nulla, al massimo qualche debole pioggia sulle isole maggiori, nord ovest e regioni che si affacciano sul mar Tirreno, però anche l’anticiclone ne uscirà decisamente indebolito. Nella serata di sabato 21 ottobre una seconda e più intensa perturbazione nord atlantica raggiungerà le Alpi occidentali seguita da aria fredda. L’anticiclone sarà costretto ad arretrare più ad oriente e durante le ore notturne successive si formerà un centro di bassa pressione sopra le regioni nord occidentali. Il minimo di bassa pressione nella giornata di domenica 22 ottobre attraverserà l’Italia da nord ovest a sud est, portandosi sopra il Gargano entro la tarda serata. Nubi e piogge interesseranno soprattutto il nord Italia ed il centro tirrenico, ma oltre a non avere una distribuzione uniforme, a parte qualche locale temporale non risulteranno nemmeno particolarmente intense od abbondanti. Lunedì 23 ottobre il sistema depressionario si allontanerà velocemente ad oriente lasciando l’Italia sotto un flusso di correnti fresche nord orientali che, dopo qualche residua pioggia su regioni adriatiche e meridionali, accompagneranno un generale miglioramento atmosferico. Temperature in sensibile ma temporaneo calo.
Sull’Umbria sereno o poche nubi nelle prossime 48 ore, poi nuvolosità in aumento, specie nella giornata di venerdì 20 ottobre, ma scarso rischio precipitazioni. Temperature in lento calo con venti deboli meridionali. Sabato 21 ottobre altra giornata soleggiata, con cielo sereno o poco nuvoloso, e mite, scarsa ventilazione occidentale. Domenica 22 ottobre molte nubi fin dal mattino ma piogge sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, soprattutto tra la tarda mattinata ed il pomeriggio, migliora in serata. Temperature in calo, venti da deboli a moderati sud occidental. Lunedì 23 ottobre nubi in calo ed ampie schiarite da ovest, temperature in ulteriore calo e venti moderati di tramontane.
Da martedì 24 ottobre nuova fase anticiclonica, con sole e temperature miti, possibile nuova perturbazione negli ultimissimi giorni del mese di ottobre. Ulteriori aggiornamenti nelle prossime news
La grafica qui sopra mostra la circolazione atmosferica al suolo e in quota prevista, attualmente, sull’Europa e sul mar Mediterraneo per le ore pomeridiane di domenica 22 ottobre.

Segui Umbriameteo anche su Facebook e Twitter, notizie e segnalazioni in tempo reale

(del 14/10/2017)

Al passo con i tempi e con gli strumenti per la moderna comunicazione, anche Umbriameteo è presente da oramai molto tempo nei due principali social network mondiali, Facebook e Twitter. Le due piattaforme sono utilizzate per il rapido scambio d’informazioni, sia in uscita che in entrata, rendendo il nostro servizio meteorologico all’avanguardia ma soprattutto ad un livello di utilità quotidiana superiore agli standard classici. Ricordiamo, ad esempio, la notevole partecipazione di utenti in occasione di particolari eventi meteo e quindi la notevole mole di informazioni transitate in tempo reale sulla nostra pagina facebook.
Per questo motivo abbiamo deciso di potenziare ulteriormente questo utile servizio, invitando i nostri lettori ed in generale tutti gli umbri a partecipare e contribuire con importanti segnalazioni di eventi o situazioni meteo sia sulla nostra pagina Facebook Umbria Meteo che nel nostro account Twitter @umbriameteo. Lo scambio di informazioni meteorologiche è utile per tutti quanti noi sia per programmare le attività quotidiane che per evitare o comunque attenuare spiacevoli situazioni prodotte da violente manifestazioni meteorologiche. In particolare, per quanto riguarda Twitter, per i messaggi riguardanti la nostra regione consigliamo l’utilizzo dell’hashtag #UMeteo.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
02/10/2017
 
NEWS
 
DOMENICA 22 OTTOBRE NUBI E PIOGGE SPARSE CON DECISO CALO TERMICO, PROBABILE NEVE A CASTELLUCCIO DI NORCIA
19/10 [ore 9.99 ]
CEDIMENTO DELL’ALTA PRESSIONE NEL FINE SETTIMANA CON PERTURBAZIONI E CALO TERMICO
17/10 [ore 9.99 ]
SEGUI UMBRIAMETEO ANCHE SU FACEBOOK E TWITTER, NOTIZIE E SEGNALAZIONI IN TEMPO REALE
14/10 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011