Home | Chi Siamo | music course work questions and answers | hospitality service experiences | adidas vs nike
  Webcam Marketing | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Probabile prima neve a Castelluccio, scarse precipitazioni sul resto dell’Umbria ma deciso calo termico

(del 20/10/2018)

Oggi sabato 20 ottobre ancora una giornata calda con temperature sopra le medie del periodo grazie all’espansione sull’Italia dell’anticiclone nord atlantico supportato in quota da un promontorio anticiclonico subtropicale afro mediterraneo. In pratica avremo un po’ su tutta l’Italia cielo sereno o poco nuvoloso con venti deboli o moderati nord orientali, questi ultimi quando c’è freddo sull’Europa orientale portano un calo delle temperature ma attualmente di freddo non se ne vede se non un po’ in Scandinavia, addirittura in alcune aree producono anche un debole o moderato effetto foehn, grazie all’Appennino, che tende a riscaldare ulteriormente l’aria. Ieri venerdì 19 ottobre nei principali centri urbani umbri sono state registrate temperature comprese tra 23°C e 26°C, oggi ci andremo ancora vicini
Tale situazione comunque è destinata a cambiare presto ed anche in maniera radicale, a causa di un nucleo di aria fredda artica scandinava che, sfruttando il fianco orientale dell’anticiclone nord atlantico, scenderà attraverso la Polonia fin sull’Ungheria, la Croazia fino a raggiungere il mar Adriatico centrale nella serata di domani domenica 21 ottobre per poi stabilirsi temporaneamente sopra il basso mar Tirreno dove darà luogo ad un sistema depressionario centrato sopra le regioni meridionali italiane. A partire dal pomeriggio di domani domenica 21 ottobre assisteremo quindi ad un peggioramento atmosferico che coinvolgerà entro lunedì 22 ottobre soprattutto le regioni centrali adriatiche e quelle meridionali con molte nubi e precipitazioni frequenti. Nubi in aumento anche sul reso del centro, Emilia Romagna e Triveneto ma scarse precipitazioni, prevalenza di sole sul resto del nord Italia. Martedì 23 ottobre il sistema depressionario si sposterà sul mar Ionio per poi allontanarsi ad oriente favorendo un miglioramento atmosferico a partire dal centro nord Italia dove il cielo tenderà a tornare sereno o poco nuvoloso quasi ovunque.
Sull’Umbria cielo sereno o poco nuvoloso fino alla prima mattinata di domani domenica 21 ottobre poi nuvolosità in aumento con possibili isolate piogge in Appennino tra il pomeriggio e la prima serata Assisteremo poi ad un temporaneo miglioramento seguito da un nuovo peggioramento da est nel corso della notte, dovuto all’afflusso di aria più fredda che si caricherà di umidità durante il suo passaggio sopra la superficie del mar Adriatico. Le nubi più intense e le precipitazioni interesseranno quasi soprattutto l’Appennino ma sarà possibile qualche piovasco o rovescio anche più ad ovest. Durante la prima mattinata di lunedì 22 ottobre potremo assistere alle prime nevicate con imbiancata nell’area di Castelluccio di Norcia, attualmente la quota neve è stimabile intorno ai 1200/1400 metri di quota. Dal pomeriggio di lunedì 22 ottobre progressivo miglioramento atmosferico con rialzo della quota neve ma soprattutto schiarite in avanzamento da nord ovest seguite da qualche rasserenamento. Martedì 23 ottobre tornerà il sole su tutta l’Umbria ma ancora tramontana e temperature, seppur in lieve rialzo, sotto le medie del periodo.
Tra mercoledì 23 e venerdì 25 ottobre pressione atmosferica in aumento grazie ad una nuova espansione sull’Italia dell’anticiclone atlantico. Le temperature subiranno un repentino, corposo ma temporaneo rialzo in tutto il centro nord Italia, non per correnti meridionali ma paradossalmente a causa d’intense correnti settentrionali che impattando sui versanti nord delle Alpi daranno vita ad un notevole effetto foehn sui versanti alpini meridionali con riscaldamento dell’aria per compressione che avrà effetto non solo sulle regioni settentrionali ma in maniera lievemente attenuata anche su Toscana, Umbria e Marche. Sarà comunque il preludio di un nuovo peggioramento atmosferico atteso sull’Italia a partire da sabato 27 ottobre quando una vasta ed intensa area depressionari artica, estesa dall’Inghilterra alla Russia occidentale, piloterà verso il mar Mediterraneo correnti notevolmente fredde. In base a quale traiettoria seguiranno potremo avere sulla nostra penisola una fase notevolmente fredda (con traiettoria più orientaleggiante) o più piovosa (se molta dell’aria fredda scenderà ad ovest dell’Italia).
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica (linee bianche) e le temperature (fasce colorate) in quota (5500/5700 m s.l.m.), attualmente prevista sull’Italia per la prima mattinata di lunedì 22 ottobre.

Prossime 36 ore con molte nubi ma scarse piogge. Da giovedì 18 ottobre temporaneo miglioramento

(del 16/10/2018)

Nell’ultimo nostro aggiornamento sulle nostre pagine social (Facebook e Twitter), avevamo parlato di evoluzione atmosferica non del tutto chiara ed esposta a possibili “sorprese” o comunque possibili più decisi peggioramenti atmosferici anche sull’Umbria. Questo perché l’Italia sta per essere interessata da due circolazioni depressionarie contemporaneamente che, anche se mantenendosi ad una certa distanza dalla nostra penisola, saranno in grado di alimentare una certa instabilità atmosferica che colpirà in maniera più decisa alcune regioni e poco o nulla altre. Diciamo subito che l’Umbria non sarà tra le regioni maggiormente colpite fondamentalmente perché resteremo perfettamente a metà strada ed anche le correnti prevalenti, provenienti dai quadranti orientali o temporaneamente meridionali, non saranno delle più favorevoli, però qualche pioggia qua e la nelle prossime 36/48 ore è da mettere in conto.
Attualmente la pressione atmosferica sull’Italia è in temporaneo, moderato calo, come abbiamo detto in precedenza a causa dell’azione congiunta di una blanda circolazione depressionaria, presente soprattutto in quota, stazionante sopra la Germania orientale e di una più ampia circolazione depressionaria in azione poco ad ovest dell’Italia, alimentata da aria fresca nord atlantica. La prima piloterà verso l’Italia correnti debolmente instabili nord orientali, la seconda più umide ed instabili sud orientali. Nelle prossime ore quindi, assisteremo ad un generale aumento delle nubi e delle precipitazioni al centro nord, in particolare su Toscana, Appennino settentrionale, Emilia, basso Piemonte e Liguria, investite più direttamente dalle correnti umide ed instabili meridionali, migliora sul sud peninsulare, ancora nubi con qualche locale pioggia sulle isole maggiori. Da mercoledì 17 ottobre il nucleo di aria fresca in quota stazionante sulla Germania orientale si allontanerà verso nord est mentre la circolazione depressionario centrata sul bacino occidentale del mar Mediterraneo si muoverà verso sud ovest, raggiungendo lo stretto di Gibilterra nella giornata di giovedì 18 ottobre. Assisteremo quindi ad un progressivo aumento della pressione atmosferica a partire dalle regioni adriatiche con conseguente miglioramento atmosferico che sulla penisola italiana si realizzerà completamente nella seconda parte della giornata di giovedì 18 ottobre quando avremo nubi e residua, debole instabilità atmosferica solo su Alpi occidentali, Sardegna e Sicilia. Venerdì 19 ottobre qualche residua pioggia solo sulla Sicilia, prevalentemente sereno o poco nuvoloso sul resto d’Italia. Temperature in lieve calo nelle prossime ore, in lieve aumento da metà settimana. Venti deboli o moderati provenienti in prevalenza dai quadranti sud orientali.
Sull’Umbria molte nubi nelle prossime 36/48 ore con qualche locale pioggia, anche a carattere di rovescio, inizialmente più probabili sull’Umbria occidentale poi lungo l’Appennino. Giovedì 18 ottobre progressivo miglioramento con nubi che progressivamente saranno sostituite dal sole con ampi rasserenamenti tra il pomeriggio e la serata. Venerdì 19 ottobre ancora sereno o poco nuvoloso per l’intera giornata. Temperature minime in lieve aumento e massime in calo nelle prossime ore, poi da giovedì 18 ottobre minime in calo e massime in aumento. Venti deboli o moderati inizialmente sud orientali poi nord orientali..
Nel fine settimana la pressione atmosferica sull’Italia probabilmente tornerà a calare, stavolta per un più corposo impulso di aria fredda proveniente dal nord Europa che domenica 21 ottobre probabilmente raggiungerà la penisola Balcanica per poi muoversi verso l’Italia. Ciò potrebbe comportare un nuovo peggioramento atmosferico anche sull’Umbria con qualche pioggia ma soprattutto un più deciso calo delle temperature soprattutto nei primissimi giorni della prossima settimana. Ulteriori dettagli nei prossimi aggiornamenti.
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica in quota ( circa 5700 m slm), attualmente prevista sull’Italia per il primo pomeriggio di domenica 21 ottobre.

Segui Umbriameteo anche su Facebook e Twitter, notizie e segnalazioni in tempo reale

(del 13/10/2018)

Al passo con i tempi e con gli strumenti per la moderna comunicazione, anche Umbriameteo � presente da oramai molto tempo nei due principali social network mondiali, Facebook e Twitter. Le due piattaforme sono utilizzate per il rapido scambio d�informazioni, sia in uscita che in entrata, rendendo il nostro servizio meteorologico all�avanguardia ma soprattutto ad un livello di utilit� quotidiana superiore agli standard classici. Ricordiamo, ad esempio, la notevole partecipazione di utenti in occasione di particolari eventi meteo e quindi la notevole mole di informazioni transitate in tempo reale sulla nostra pagina facebook.
Per questo motivo abbiamo deciso di potenziare ulteriormente questo utile servizio, invitando i nostri lettori ed in generale tutti gli umbri a partecipare e contribuire con importanti segnalazioni di eventi o situazioni meteo sia sulla nostra pagina Facebook Umbria Meteo che nel nostro account Twitter @umbriameteo. Lo scambio di informazioni meteorologiche � utile per tutti quanti noi sia per programmare le attivit� quotidiane che per evitare o comunque attenuare spiacevoli situazioni prodotte da violente manifestazioni meteorologiche. In particolare, per quanto riguarda Twitter, per i messaggi riguardanti la nostra regione consigliamo l�utilizzo dell�hashtag #UMeteo.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
22/10/2018
 
NEWS
 
PROBABILE PRIMA NEVE A CASTELLUCCIO, SCARSE PRECIPITAZIONI SUL RESTO DELL’UMBRIA MA DECISO CALO TERMICO
20/10 [ore 9.99 ]
PROSSIME 36 ORE CON MOLTE NUBI MA SCARSE PIOGGE. DA GIOVEDì 18 OTTOBRE TEMPORANEO MIGLIORAMENTO
16/10 [ore 9.99 ]
SEGUI UMBRIAMETEO ANCHE SU FACEBOOK E TWITTER, NOTIZIE E SEGNALAZIONI IN TEMPO REALE
13/10 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011