Home | Chi Siamo | http://www.umbriameteo.com/index.php/phd-thesis-on-power-quality/ | http://www.umbriameteo.com/index.php/writing-essays-for-university-applications/ | http://www.umbriameteo.com/index.php/argument-based-esaay/
  http://www.umbriameteo.com/index.php/nyc-event-project/ | cheapest dissertation writing servic | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Alto rischio gelate nelle prime ore di sabato 24 marzo

(del 23/03/2007)

L’area di bassa pressione formatasi nella giornata di lunedì 19 marzo sopra l’Italia continua a mantenersi attiva grazie alla persistente presenza dell’aria fredda ed instabile giunta dall’Artico, a più riprese negli ultimi 3 o 4 giorni, sul Mediterraneo centrale. I contrasti tra l’aria fredda artica e l’aria tiepida ed umida afro mediterranea, favorisce la genesi ed il dissolvimento di minimi depressionari tra l’Europa centro meridionale ed il bacino centro occidentale del mar Mediterraneo. Attualmente i due principali minimi di bassa pressione sono posizionati sopra la Germania e sopra la Grecia. Nei prossimi giorni la formazione e l’irrobustimento di un anticiclone centrato sopra la Scandinavia, impedirà al sistema di bassa pressione mediterraneo di ricevere ulteriori impulsi di aria fredda da nord, costringendo tutta la struttura depressionaria ad isolarsi sopra il bacino del mar Mediterraneo. Entro breve, comunque, assisteremo ad un ricongiungimento, sopra la Croazia, dei due principali minimi depressionari. Il nuovo, unico centro di bassa pressione si muoverà, sabato 23 marzo, verso l’Italia causando un nuovo moderato peggioramento atmosferico su tutte le regioni italiane, specie quelle centrali dove avremo molte nubi e precipitazioni sparse. Nelle prossime ore il cambio della circolazione dovuto al movimento verso ovest dei centri di bassa pressione principali, sarà responsabile di un temporaneo ma deciso miglioramento con sensibile diminuzione della nuvolosità specie sulle regioni centrali italiane. La serenità notturna del cielo, la scarsa ventilazione e la presenza di aria fredda già stamattina hanno favorito il raffreddamento del suolo con le prime locali, deboli gelate su alcune zone dell’Umbria. Durante le prime ore di domani sabato 24 marzo con molta probabilità le gelate potranno essere più estese e con valori termici più bassi di quelli odierni. Come anticipato nei precedenti bollettini non dovrebbero comunque risultare molto intense e soprattutto diffuse, i rischi, però, saranno comunque elevati per molte colture agricole, soprattutto per gli alberi da frutta in avanzato stato di fioritura. L’immagine satellitare qui a fianco, riferita alle ore 9:00, mostra l’Italia interessata solo in parte dalla nuvolosità, nei prossimi giorni il riavvicinarsi del centro depressionario riporterà molte nubi e precipitazioni sulla nostra penisola.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
31/10/2019
 
NEWS
 
IN ARRIVO LA FASE PIU' PIOVOSA DI QUESTO NOVEMBRE, QUATTRO GIORNI DI PIOGGE, A TRATTI INTENSE CON QUALCHE PAUSA.
14/11 [ore 9.99 ]
SETTIMANA ANCORA ALL’INSEGNA DELLE PERTURBAZIONI MA C’è SPAZIO ANCHE PER QUALCHE SCHIARITA.
11/11 [ore 9.99 ]
ANCORA TANTA PIOGGIA NEI PROSSIMI GIORNI E NEL FINE SETTIMANA ANCHE NEVE IN APPENNINO
07/11 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011