Home | Chi Siamo | http://www.umbriameteo.com/index.php/thinking-like-nurse/ | http://www.umbriameteo.com/index.php/financial-analysis-report/ | total quality managmenet
  the books of peter | fox news poll | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Pioggia e neve in Appennino a 1000 metri di quota. Possibili gelate mercoledi’ 16 aprile.

(del 13/04/2008)

L’inverno ancora non vuol mollare definitivamente la presa e gli ultimi aggiornamenti dei modelli meteorologici confermano una nuova fase fredda ed instabile nei prossimi tre giorni, soprattutto sulle regioni centro settentrionali italiane. Il primo impulso di aria fresca giunto ieri sull’Italia ha determinato un moderato calo delle temperature e la persistenza di una debole instabilità atmosferica che, nel pomeriggio odierno, ha prodotto piovaschi e rovesci in molte zone del nord Italia, della Toscana, delle Marche e dell’Umbria. Sulla nostra regione tra la prossime ore notturne e domani mattina un generale, temporaneo miglioramento atmosferico favorirà un deciso calo della nuvolosità ma anche la possibile comparsa di nebbie nei fondovalle principali. Domani, lunedì 14 aprile, l’arrivo di una nuova perturbazione nord atlantica causerà l’inizio dell’ennesimo peggioramento atmosferico, prima sulle regioni settentrionali poi, tra la tarda mattinata ed il pomeriggio, anche sulle regioni centrali. Sull’Umbria avremo nuvolosità a tratti intensa, piogge sparse e rovesci anche temporaleschi, soprattutto tra la tarda mattinata di domani ed il primo pomeriggio di martedì 15 aprile, inoltre l’arrivo di un secondo impulso di aria fredda nord atlantica determinerà un ulteriore calo delle temperature con neve che, nella mattinata di martedì 15 aprile, potrà scendere sui rilievi montuosi appenninici umbro marchigiani fin sui 1000 metri di quota. A partire dalla serata di martedì 15 aprile rapido miglioramento, in questa fase il cielo potrebbe rasserenarsi velocemente specie sui settori nord occidentali dell’Umbria cosicché, grazie anche alla presenza di aria fredda ed alla scarsa ventilazione, potremo avere condizioni atmosferiche favorevoli al verificarsi di locali gelate nei fondovalle e nelle conche appenniniche umbre. L’immagine satellitare qui a fianco, riferita alle ore 18:00, mostra la presenza di una residua instabilità atmosferica sulle regioni centro settentrionali italiane mentre dalla Francia si sta avvicinando la perturbazione nord atlantica responsabile del peggioramento atmosferico di domani sulla nostra penisola.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
13/01/2020
 
NEWS
 
PERTURBAZIONE NEL FINE SETTIMANA, UTILE SOPRATTUTTO PER RIPULIRE L’ARIA CON QUALCHE PIOGGIA ED UN PO’ DI VENTO
17/01 [ore 9.99 ]
TEMPORANEO CEDIMENTO DELL’ALTA PRESSIONE NEL FINE SETTIMANA, PERTURBAZIONE NORD ATLANTICA SEGUITA DA ARIA FREDDA.
15/01 [ore 9.99 ]
LA PUBBLICITA' CON UMBRIAMETEO E METEOAPPENNINO E' VANTAGGIOSISSIMA
13/01 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011