Home | Chi Siamo | english lit personal statement help | marktet plan for jewellery boxcouk | compare and contrast between two countries
  should government involved in health care market | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Confermato il rischio neve fino a quote basse a partire dal giorno di Natale

(del 21/12/2008)

Il fine settimana, come previsto, è stato caratterizzato da cielo sereno o poco nuvoloso su tutta l’Umbria con temperature tutto sommato gradevoli durante le ore centrali del giorno, ben più fredde durante la notte ed al primo mattino con gelate nei fondovalle. Notevole il fenomeno dell’inversione termica notturna nelle valli umbre, emblematico è il caso dell’alta Umbria dove stamattina alle 7:00 le nostre stazioni meteorologiche segnavano – 2°C nel fondovalle altotiberino mentre ai 1300 metri di quota di monte Nerone (sull’alto Appennino umbro marchigiano) la stazione meteorologica presente segava invece +5°C. Questa situazione, dovuta all’espansione sopra l’Italia dell’alta pressione atlantica, durerà fino a mercoledì 24 dicembre, poi assisteremo ad un significativo peggioramento delle condizioni atmosferiche. Nelle prossime 48 ore, infatti, una gran massa di aria molto fredda proveniente dalla Lapponia scenderà sull’Europa orientale portando neve e gelo dalla Russia alla Grecia e dall’Austria al mar Nero. A partire da mercoledì 24 dicembre una rotazione oraria dell’alta pressione presente sull’Europa centro occidentale favorirà il progressivo spostamento di quest’aria molto fredda verso occidente, quindi sul mar Adriatico e sulla penisola italiana. Raggiunto il mar Tirreno e la Sardegna quest’aria fredda, trovandosi a contatto con l’aria più calda ed umida presente sopra la superficie del mar Mediterraneo centro occidentale, favorirà la formazione di una circolazione depressionaria tra la Sardegna e le Baleari che, con movimento antiorario, attiverà un flusso di correnti umide meridionali sopra la penisola italiana. Sull’Umbria, quindi, nella giornata di Natale ed ancor più in quella di Santo Stefano, avremo un flusso di aria molto fredda al suolo proveniente da oriente sopra il quale scorrerà aria più tiepida ed umida proveniente dal Tirreno. Si formeranno nubi e probabilmente nevicherà fino a quote basse. Ulteriori dettagli nelle prossime news e nel nuovo editoriale in uscita a breve. La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica attualmente prevista sull’Italia nelle ore centrali di venerdì 26 dicembre (elab. mod. ECMWF Reading).

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
12/02/2020
 
NEWS
 
IL VORTICE POLARE CONTINUA A “GIRARE A MILLE” CON NESSUNA POSSIBILITA’ DI IRRUZIONI FREDDE SULL’ITALIA
17/02 [ore 9.99 ]
LA PUBBLICITA' CON UMBRIAMETEO E METEOAPPENNINO E' VANTAGGIOSISSIMA
14/02 [ore 9.99 ]
ALTRA SETTIMANA CARATTERIZZATA DA CORRENTI OCCIDENTALI, NUBI E SOLE, SCARSE PIOGGE E TEMPERATURE SOPRA MEDIA
10/02 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011