Home | Chi Siamo | apa 6th edition research paper cover | literature review for employee motivation | current events in health policy
  Webcam Marketing | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Nelle prossime ore torna un po’ di sole sull’Umbria. Anticiclone stabile da giovedi’ 10 novembre

(del 07/11/2011)

L’intensa perturbazione che interessa l’Italia oramai da quattro giorni portando piogge più che abbondanti sulle regioni nord occidentali e su alcune aree delle regioni centro meridionali tirreniche, sull’Umbria ha prodotto molte nubi ma poche piogge. Sul territorio della nostra regione sono finora caduti da un minimo di 3 – 5 millimetri di pioggia ad un massimo di 10 – 15 mm. Quantità più che irrisorie se confrontate con gli oltre 100 millimetri caduti in molte aree della Campania o della Sardegna, per non parlare dei 400 – 600 millimetri di pioggia caduti in alcune aree a tra la Liguria ed il Piemonte.
Ciò è dovuto essenzialmente al posizionamento del centro depressionario che staziona ad ovest di Sardegna e Corsica quindi alle correnti umide meridionali che investono l’Italia. Le correnti da sud o sud est si caricano di umidità ed energia sul mar Tirreno ancora caldo andando poi ad impattare perpendicolarmente sui rilievi montuosi liguri (specie quelli del Ponente) e piemontesi occidentali, si produce un effetto stau che amplifica le già forti precipitazioni prodotte dai cumulonembi temporaleschi che si formano sul golfo Ligure. Contrariamente, sull’Umbria, le correnti da sud o sud est scorrono parallele alla catena appenninica e compiono un largo giro sopra la terraferma anziché sul mare proponendo un’attività precipitativa scarsa.
Soprattutto nella giornata di ieri le precipitazioni sull’Umbria sono risultate inferiori al previsto per una collocazione più meridionale del centro di bassa pressione rispetto a quanto ipotizzato in precedenza dai modelli con conseguente accentuazione della componente sud orientale delle correnti rispetto a quella meridionale.
Nelle prossime ore, oltre al posizionamento del minimo, la variabile che determinerà un sostanziale miglioramento atmosferico al centro sud sarà quella dell’indebolimento del sistema depressionario che riuscirà a mantenere una marcata instabilità atmosferica solo nelle aree prossime al proprio centro, quindi Sardegna, Corsica, Liguria centro occidentale, Piemonte occidentale e Francia sud orientale. Un temporaneo, nuovo aumento delle nubi al centro sud è atteso solamente nella giornata di mercoledì 9 novembre quando, con la discesa verso la Sicilia di quel che resta dl centro depressionario, le correnti sull’Italia si orienteranno da est.
Sull’Umbria avremo ancora molte nubi con qualche residua pioggia tra le prossime ore mattutine ed il primo pomeriggio, specie sui settori settentrionali della regione. Contemporaneamente però delle ampie schiarite dalla tarda mattinata ed ancor più nel pomeriggio si faranno strada da sud. Domani martedì 8 novembre poche nubi e prevalenza di sole con qualche nebbia al mattino, stessa cosa durante la mattinata di mercoledì 9 novembre poi nubi in temporaneo aumento da sud est. Nel fine settimana correnti più fresche da nord est con cielo sereno o poco nuvoloso sull’Umbria centro occidentale e residua nuvolosità in Appennino. Temperature in aumento fino a giovedì 10 novembre poi in calo. Venti deboli o moderati inizialmente meridionali poi orientali

L'immagine satellitare qui a fianco, riferita alle ore 09:30, mostra la presenza di molte nubi sull’Umbria, più intense sui settori occidentali e settentrionali.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
29/08/2019
 
NEWS
 
DOMENICA 22 SETTEMBRE CONDIZIONI ATMOSFERICHE PERTURBATE, LUNEDì 23 SETTEMBRE VIVACE INSTABILITà
21/09 [ore 9.99 ]
INTENSA PERTURBAZIONE NORD ATLANTICA TRA DOMENICA 22 E LUNEDì 23 SETTEMBRE. TEMPERATURE NELLA MEDIA.
19/09 [ore 9.99 ]
ANCORA 48 ORE DI SOLE E CALDO POI VELOCE PERTURBAZIONE E CALO TERMICO, NEL PROSSIMO FINE SETTIMANA ANCORA SOLE
16/09 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011