Home | Chi Siamo | softer measures in homeland security strategy | united states history since 1877 | zoo field trip
  digestion and distribution | nursing research and evidence - based practice | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Piogge abbondanti nelle prossime 36 ore, giovedì 29 novembre vento forte poi arriva il freddo

(del 27/11/2012)

L’ultimo peggioramento atmosferico di questo piovosissimo novembre è appena iniziato e sicuramente contribuirà in maniera significativa ad incrementare positivo il bilancio pluviometrico dell’autunno 2012 che per le statistiche meteorologiche chiude il 30 novembre.
In queste ore un vasto ed intenso sistema depressionario esteso dal mar del Nord all’Algeria e quindi alimentato da aria fredda nord atlantica ed aria caldo umida mediterranea, sta lentamente avvicinandosi all’Italia. Il centro principale della bassa pressione è posto attualmente poco ad ovest di Sardegna e Corsica con la nostra penisola interessata da intense correnti miti ed umide meridionali, piuttosto instabili. Corpi nuvolosi temporaleschi si formano e s’ingrandiscono soprattutto sul mar Tirreno per poi portarsi sopra le regioni occidentali italiani dove scaricano abbondanti quantitativi di pioggia. Le prossime 36 ore risulteranno le più piovose con le precipitazioni maggiori sulle regioni alpine dove, specie sulle Prealpi piemontesi e del Triveneto, potranno cadere localmente anche 250/300 millimetri di pioggia. Quantitativi inferiori tra Liguria ed alta Toscana dove avremo punte fino a 150/200 millimetri di pioggia caduta in 36 ore, sul grossetano e nelle aree colpite dalle recenti alluvione difficilmente cadranno più di 130 – 150 millimetri di pioggia. Nevicate a quote medio alte, quasi ovunque oltre i 1500 – 1700 metri di quota, fin sui 1000 - 1200 metri di quota solo sulle Alpi occidentali. Parziale miglioramento atmosferico a partire dal pomeriggio/sera di domani
In Umbria i primi violenti rovesci di pioggia stanno già interessando i settori nord occidentali dove finora sono caduti circa 10 millimetri, nelle prossime ore piogge e rovesci si estenderanno a tutta la nostra regione. I maggiori quantitativi di pioggia si registreranno ancora una volta sull’orvietano anche se attualmente pensiamo che difficilmente potranno cadere oltre 100 millimetri di pioggia nelle prossime 36 ore. Saranno comunque quantitativi elevati e probabilmente non distribuiti nel tempo in maniera uniforme, quindi rovesci e temporali con pioggia forte (anche a carattere di nubifragio) che potrebbero creare qualche problema nelle aree in dissesto idrogeologico dopo gli eventi alluvionali della prima metà di novembre. Quantità inferiori nel resto della regione, mediamente sono attesi tra i 40 ed i 60 millimetri in 36 ore. Dalla serata di domani mercoledì 28 novembre è atteso un generale miglioramento atmosferico con nubi e piogge in decisa attenuazione, assisteremo però anche ad una intensificazione del vento da sud con raffiche che localmente potranno creare qualche problema. Temperature in calo nei valori massimi ma ancora non inferiori alle medie del periodo.
Nella giornata di venerdì 30 novembre è poi atteso l’arrivo sull’Italia di un primo corposo nucleo di aria fredda che oltre ad un generalizzato calo termico determinerà anche una temporanea, moderata intensificazione delle precipitazioni prima sul Triveneto poi al centro sud. Durante questa fase la quota delle nevicate calerà fino a quote collinari sulle Alpi, fin sui 1000 metri di quota in Appennino. Attenuazione della ventilazione che tenderà a disporsi dai quadranti sud occidentali. Sabato 1° dicembre parziale miglioramento atmosferico con venti settentrionali, molte nubi ma scarse precipitazioni. Domenica 2 dicembre un secondo nucleo di aria fredda raggiungerà l’Italia con possibili nevicate fino a quote collinari, in Appennino, tra la serata e le ore notturne successive. Temperature in ulteriore calo, venti inizialmente occidentali poi ancora settentrionali, deboli o moderati.

L’immagine satellitare qui a fianco, riferita alle ore 16.30 odierne, mostra la presenza di molte nubi su tutta Italia anche se si distinguono due sistemi nuvolosi temporaleschi più intensi (a forma di V e quindi autorigeneranti e spesso responsabili di alluvioni lampo), il primo, più esteso e pericoloso, poco ad ovest della Corsica, il secondo sulla Toscana orientale tra fiorentino ed aretino. Consigliamo i seguire i nostri aggiornamenti in tempo reale su Facebook e Twitter.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
01/06/2020
 
NEWS
 
DUE INTENSE PERTURBAZIONI NORD ATLANTICHE IN ARRIVO SULL’ITALIA NEI PROSSIMI 6 GIORNI
03/06 [ore 9.99 ]
FINE SETTIMANA CON MOLTE NUBI E PIOGGE MA LA GIORNATA PIU' BAGNATA SARA' QUELLA ODIERNA.
29/05 [ore 9.99 ]
FINO A META' SETTIMANA SOLE CON CORRENTI FRESCHE NORD ORIENTALI POI ARRIVANO I TEMPORALI
25/05 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011