Home | Chi Siamo | politics and the early church | http://www.umbriameteo.com/index.php/art-essay-for-cheap-online/ | incretin medications for type diabetes
  http://www.umbriameteo.com/index.php/the-effects-on-multitasking-in-learning/ | http://www.umbriameteo.com/index.php/transforming-anglian-water/ | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Condizioni atmosferiche stabili con alternanza di sole e nubi fino almeno ad inizio febbraio

(del 26/01/2017)

Caduta, nella giornata di ieri, l’ipotesi di assistere all’arrivo sull’Italia di un moderato impulso di aria fredda nella giornata di lunedì 30 gennaio, ora sarà un anticiclone europeo a prevalere progressivamente sul bacino centrale del mar Mediterraneo, anche se non mancherà qualche insidia, stavolta però proveniente da ovest.
Attualmente infatti, il centro depressionario che nei giorni scorsi ha prodotto precipitazioni molto abbondanti tra Sicilia e Calabria, si sta definitivamente allontanando ad oriente fin sul bacino orientale del mar Mediterraneo mentre l’anticiclone presente sopra l’Europa centro orientale tende ad espandersi da nord est verso l’Italia. Il ritorno ad un cielo sereno o poco nuvoloso su tutto il territorio italiano sarà ostacolato però da una piccola circolazione depressionaria che insiste sul sud della Francia e convoglia aria più umida soprattutto sulle regioni più occidentali italiane. Nelle prossime ore quindi avremo ancora nuvolosità irregolare sulle regioni centro meridionali ma scarso rischio precipitazioni, mentre venerdì 27 gennaio assisteremo alla formazione di nubi sulle isole maggiori e soprattutto al nord ovest, l’area più vicina al centro depressionario francese, dove avremo anche le precipitazioni più consistenti, nevose fino a quote basse. Ampi rasserenamenti invece sul centro sud peninsulare e Triveneto.
Tra sabato 28 e domenica 29 gennaio il centro depressionario francese si muoverà verso sud est, raggiungendo prima le coste occidentali della Sardegna, poi la Tunisia ed infine il mar Libico. Ciò causerà, nella giornata di sabato 28 gennaio, un ulteriore aumento delle nubi soprattutto sulle regioni italiane più occidentali con piogge al nord ovest, Toscana, coste del Lazio, Sardegna, Calabria e Sicilia, nevicate al nord ovest fino a quote basse. Poco nuvoloso o localmente nuvoloso sulle regioni orientali. Domenica 29 gennaio tendenza a cessazione delle piogge con nubi in calo e successivi rasserenamenti al centro nord mentre nubi in aumento con piogge sparse al sud, nevicate sull’Appennino meridionale fin sui 1200 metri di quota. Temperature senza variazioni di rilievo. Lunedì 30 gennaio l’anticiclone presente sull’Europa centro orientale tenderà ad espandersi in maniera più decisa verso l’Italia con cielo sereno o poco nuvoloso su gran parte del centro nord anche se, l’assenza di ventilazione e l’aria umida, favorirà la formazione di nebbie e banchi di nubi basse sui settori padani. Inizialmente ancora molte nubi ma scarso rischio precipitazioni al sud, nel corso della giornata nubi in calo. Temperature in lieve aumento. Venti deboli o localmente moderati settentrionali.
Sull’Umbria, nella giornata odierna, sole e poche nubi sui settori centro occidentali, nuvoloso sui versanti adriatici dell’Appennino e soprattutto sul sud della regione con qualche addensamento ma scarso rischio precipitazioni. In serata tendenza a generale aumento delle nubi ma senza precipitazioni. Temperature minime in calo e massime in lieve aumento, venti deboli orientali. Domani venerdì 27 gennaio ancora un po’ di nuvolosità irregolare al mattino poi ampi rasserenamenti. Temperature in ulteriore aumento, venti deboli orientali. Sabato 28 gennaio cielo nuvoloso o temporaneamente molto nuvoloso con nubi più presenti sull’Umbria occidentale ma scarso rischio precipitazioni, schiarite e rasserenamenti dalla tarda serata. Temperature minime in lieve aumento, massime in lieve calo. Venti deboli sud orientali. Domenica 29 gennaio cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso con qualche nube in più in Appennino. Temperature minime in calo e massime in aumento. Venti deboli orientali. Lunedì 30 gennaio cielo prevalentemente sereno o poco nuvoloso per l’intera giornata con temperature senza variazioni di rilievo e venti deboli nord orientali. Tra martedì 31 gennaio e mercoledì 1° febbraio ancora alta pressione su tutta l’Italia con cielo prevalentemente sereno o poco nuvoloso e scarsa ventilazione, nebbie e gelate notturne nei fondovalle e nelle aree pianeggianti soprattutto del centro nord. Tra giovedì 2 e venerdì 3 febbraio probabile avvicinamento al bacino centrale del mar Mediterraneo di una vasta area depressionaria nord atlantica con attivazione sull’Italia di correnti un po’ più miti e soprattutto più umide sud occidentali, dovremmo quindi assistere prima alla formazione di nubi poi anche a qualche pioggia sulle regioni nord occidentali e centro settentrionali tirreniche. Temperature in lento aumento. Tale ipotesi andrà comunque confermata nei prossimi giorni.

L’immagine satellitare qui in alto, riferita alle ore 9.30, mostra la presenza di cielo sereno o poco nuvoloso su gran parte dell’Umbria centro settentrionale, nubi sono invece presenti sul sud della regione e lungo l’Appennino.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
13/01/2020
 
NEWS
 
PERTURBAZIONE NEL FINE SETTIMANA, UTILE SOPRATTUTTO PER RIPULIRE L’ARIA CON QUALCHE PIOGGIA ED UN PO’ DI VENTO
17/01 [ore 9.99 ]
TEMPORANEO CEDIMENTO DELL’ALTA PRESSIONE NEL FINE SETTIMANA, PERTURBAZIONE NORD ATLANTICA SEGUITA DA ARIA FREDDA.
15/01 [ore 9.99 ]
LA PUBBLICITA' CON UMBRIAMETEO E METEOAPPENNINO E' VANTAGGIOSISSIMA
13/01 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011