Home | Chi Siamo | history of the fire service | continuation of 106417 | http://www.umbriameteo.com/index.php/commercial-property-analysis/
  Webcam Marketing | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Settimana con molte nubi ma scarse piogge, la giornata con più sole mercoledì 1° febbraio, minime in rialzo

(del 31/01/2017)

La prima metà dell’inverno si chiude con un bilancio termico orientato al freddo, in alcune aree della nostra regione, specie quelle a ridosso della dorsale appenninica che va da Città di Castello attraverso l’eugubino gualdese fino alla Valnerina, abbiamo avuto oltre il 75% delle giornata con temperature minime sotto gli 0°C, con il restante 25% solo una o due volte sopra i 4°C per la presenza di nubi e/o correnti meridionale, anche le temperature massime , nelle stesse aree, si sono mantenute spessissimo sotto i 10°C, mai sopra i 14°C, valori poco più miti sull’Umbria centro occidentale. Per quanto riguarda invece le precipitazioni registriamo ovunque quantitativi sotto le medie del periodo, situazione per ora non preoccupante in ottica estiva sia per un autunno 2016 piuttosto piovoso, poi per la presenza di un ottimo innevamento in Appennino con lenta fusione delle neve ma soprattutto perché prima dell’estate 2017 abbiamo ancora una bella fetta d’inverno e tutta la primavera. Tutto ciò, le basse temperature e le scarse precipitazioni degli ultimi due mesi sono dovute alla presenza quasi costante di correnti orientali che di norma convogliano sull’Italia ria fredda ma generalmente asciutta.
Qualcosa sta cambiando in queste ore, non sarà un cambiamento radicale, avremo infatti per alcuni giorni una prevalenza di correnti un po’ più miti ed un po’ più umide provenienti dai quadranti sud occidentali ma queste non agiranno in condizioni da poter favorire un sensibile rialzo delle temperature, se non limitatamente ai valori minimi, ma soprattutto non porteranno per ora precipitazioni abbondanti, solo qualche locale, breve pioggia fino a sabato 4 febbraio, qualcosa di più corposo forse domenica 5 gennaio il peggioramento atmosferico atteso per il prossimo fine settimana è ancora in gran parte da definire.
L’anticiclone che nell’ultima settimana di gennaio aveva preso possesso di una vasta porzione dell’Europa centro orientale, aiutato anche dall’esteso innevamento e quindi dalla presenza di una corposa massa di aria fredda e pesante sui settori euro asiatici, sta ora notevolmente indebolendosi. L’attuale fase vigorosa della grande circolazione depressionaria semipermanente nord atlantica sta spingendo una serie d’impulsi perturbati fin nel cuore dell’Europa con conseguente arretramento ed indebolimento dell’anticiclone sopra menzionato, ancora presente sopra l’Europa orientale. In queste ore un primo centro depressionario secondario di origine nord atlantica ha raggiunto l’area compresa tra la Germania e le regioni alpine interessando con correnti umide sud occidentali anche l’Italia dove sono presenti molte nubi con qualche locale pioggia al centro nord., poche nubi invece al sud ed isole maggiori.
Domani mercoledì 1° febbraio ancora correnti umide sud occidentali ma nubi concentrate soprattutto al nord e zone interne appenniniche, tra giovedì 2 e venerdì 3 febbraio una seconda e più intensa perturbazione impatterà più direttamente le regioni alpine portando precipitazioni più abbondanti al nord, ancora scarse al sud e solo un po’ di nuvolosità al sud, di positivo c’è che oltre ad interrompere la siccità sulle regioni padane tornerà qualche buona nevicata anche sulle Alpi centro orientali a partire da quote medie. Tra sabato 5 e soprattutto domenica 6 febbraio sarà poi due veri e propri vortici depressionari nord atlantici a gettarsi, attraverso la Francia, sui mari occidentali italiani dando luogo ad un nuovo peggioramento atmosferico che, stavolta, interesserà più direttamente l’intero territorio italiano con nubi e precipitazioni. Le temperature si manterranno più o meno sempre sui valori attuali, probabilmente tenderanno a calare un po’ solo da domenica 5 febbraio.
Sull’Umbria, nella giornata odierna molte nubi con qualche locale, breve pioggia, quota neve in rialzo fin sopra i 1800 metri, domani mercoledì 1° febbraio qualche schiarita con un po’ di sole soprattutto sui settori centro occidentali della regione, temperature massime in lieve rialzo. Tra giovedì 2 e sabato 4 febbraio ancora molte nubi con qualche locale, breve pioggia, temperature minime stazionarie e massime in lieve calo, venti moderati meridionali. Domenica 5 febbraio sono attese piogge un po’ più consistente, comunque nulla di abbondante, con quota neve in discesa fin sui 1400 metri.
La grafica qui in alto mostra la circolazione atmosferica al suolo ed in quota attualmente prevista per la prima mattinata di domenica 5 febbraio 2017.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
13/01/2020
 
NEWS
 
PERTURBAZIONE NEL FINE SETTIMANA, UTILE SOPRATTUTTO PER RIPULIRE L’ARIA CON QUALCHE PIOGGIA ED UN PO’ DI VENTO
17/01 [ore 9.99 ]
TEMPORANEO CEDIMENTO DELL’ALTA PRESSIONE NEL FINE SETTIMANA, PERTURBAZIONE NORD ATLANTICA SEGUITA DA ARIA FREDDA.
15/01 [ore 9.99 ]
LA PUBBLICITA' CON UMBRIAMETEO E METEOAPPENNINO E' VANTAGGIOSISSIMA
13/01 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011