Home | Chi Siamo | http://www.umbriameteo.com/index.php/the-french-girl/ | pay to have homework done | the road not taken
  chemical dependency in the elderly | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Settimana all’insegna delle correnti atlantiche, sole alternato a nubi e qualche pioggia. Peggiora nel weekend

(del 28/02/2017)

Ultimo giorno di un febbraio con clima sostanzialmente mite e con precipitazioni inferiori alle medie su gran parte dell’Umbria. Dopo un gennaio segnato, sull’Italia, dalla reiterazione di correnti fredde settentrionali od orientali, le ultime settimane sono state caratterizzate spesso da una circolazione anticiclonica con correnti per lo più occidentali e più raramente orientali, mai troppo fredde settentrionali o troppo calde meridionali. Abbiamo avuto qualche gelata mattutina, qualche nevicata in Appennino fi sugli 800 – 1000 metri di quota ma anche giornate dal chiaro sapore primaverile con sole e temperature massime superiori ai 15°C. Nei prossimi giorni comunque, la circolazione atmosferica sul bacino centrale del mar Mediterraneo e soprattutto sul centro nord Italia tornerà a vivacizzarsi, sempre però con la presenza costante di correnti mediamente occidentali.
In queste ore infatti, una vasta ed intensa area depressionaria nord atlantica, muovendosi verso oriente, sta spostando il proprio centro dall’Inghilterra alla Scandinavia occidentale, nubi e precipitazioni quindi, interessano gran parte dell’Europa centro occidentale. Sull’Italia stiamo assistendo ad una intensificazione delle correnti sud occidentali, umide e relativamente miti, con conseguente aumento della nuvolosità soprattutto sui settori tirrenici. Tali correnti precedono una debole perturbazione che nelle prossime ore attraverserà la nostra penisola producendo nubi più intense con qualche precipitazione, prima al nord e poi soprattutto sulle regioni tirreniche centro meridionali, nevose a quote medie. Mercoledì 1° marzo correnti più asciutte e fresche occidentali al seguito della perturbazione determineranno un contenuto aumento della pressione atmosferica, sufficiente comunque a favorire un generale miglioramento atmosferico con ritorno ad un cielo prevalentemente sereno o poco nuvoloso prima al centro nord poi al sud. Giovedì 2 marzo ancora correnti umide ma più miti sud occidentali con nubi di nuovo in aumento al nord e centro tirrenico, temperature in aumento e venti sud occidentali in intensificazione. Anche stavolta le correnti miti ed umide sud occidentali precederanno l’arrivo di una debole perturbazione che porterà nubi e precipitazioni sparse nella giornata di venerdì 3 al nord, sabato 4 marzo sul centro tirrenico. Temperature di poco superiori alle medie del periodo, venti da deboli a moderati sud occidentali con locali rinforzi.
Sull’Umbria, nelle prossime ore nuvolosità in moderato aumento, nubi più intense con qualche pioggia nella serata odierna e durante le ore notturne successive con nevicate in Appennino inizialmente oltre i 1400 metri di quota poi fin sui 1100 metri di quota. Temperature in calo, venti moderati o forti sud occidentali in attenuazione. Domani mercoledì 1° marzo cielo sereno o poco nuvoloso per l’intera giornata con venti freschi occidentali, mentre giovedì 2 marco tornano le correnti più miti ed umide sud occidentali con nubi in aumento ma scarso rischio precipitazioni, quindi cielo nuvoloso o molto nuvoloso, temperature in aumento e venti da deboli a moderati sud occidentali. Venerdì 3 marzo cielo poco nuvoloso o nuvoloso con nubi più presenti sull’Umbria settentrionale ed occidentale, temperature in ulteriore, lieve aumento, venti deboli o moderati meridionali. Sabato 4 marzo molte nubi per l’intera giornata con qualche locale pioggia, peggiora in serata. Temperature minime in aumento e massime in calo. Venti moderati o forti meridionali. Tra il pomeriggio/sera di sabato 4 e la mattinata di domenica 5 marzo poi, una più intensa perturbazione nord atlantica raggiungerà il bacino centrale del mar Mediterraneo causando un più generalizzato ed intenso peggioramento atmosferico sull’Italia. Il fronte nord atlantico sarà infatti seguito da aria fredda artica nord atlantica che a contatto con l’aria più mite ed umida presente sulla superficie mediterranea, favorirà la formazione di un centro depressionario sopra la penisola italiana. Avremo quindi nubi e precipitazioni frequenti ed a tratti intense soprattutto tra domenica 5 e lunedì 6 marzo, temperature in calo e neve inizialmente a quote medie sulle Alpi ed elevate in Appennino, in calo da domenica 5 marzo. Miglioramento atmosferico martedì 7 marzo a partire dalle regioni settentrionali e centrali tirreniche.

L’immagine satellitare qui in alto, riferita alle ore 9.45, mostra chiaramente la nuvolosità presente sul centro Italia, specie tra Toscana, Umbria ed alto Lazio.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
13/01/2020
 
NEWS
 
PERTURBAZIONE NEL FINE SETTIMANA, UTILE SOPRATTUTTO PER RIPULIRE L’ARIA CON QUALCHE PIOGGIA ED UN PO’ DI VENTO
17/01 [ore 9.99 ]
TEMPORANEO CEDIMENTO DELL’ALTA PRESSIONE NEL FINE SETTIMANA, PERTURBAZIONE NORD ATLANTICA SEGUITA DA ARIA FREDDA.
15/01 [ore 9.99 ]
LA PUBBLICITA' CON UMBRIAMETEO E METEOAPPENNINO E' VANTAGGIOSISSIMA
13/01 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011