Home | Chi Siamo | WEBCAM Alpi e Dolomiti | WEBCAM Appennino | WEBCAM Umbria
  Webcam Marketing | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Ancora due perturbazioni prima di metà mese, la seconda a carattere freddo

(del 08/11/2017)

Da inizio novembre le due perturbazioni che hanno interessato l’Umbria hanno scaricato mediamente dai 20 ai 35 mm, localmente qualcosa in meno sull’Umbria occidentale mentre qualcosa in più lungo l’Appennino, contemporaneamente le temperature sono scese portandosi anche su valori sotto media. Nei prossimi giorni questa trend continuerà tanto che entro metà mese sull’Italia dovrebbero transitare altre due perturbazioni che interesseranno con nubi e precipitazioni anche l’Umbria, la prima di moderata intensità, la seconda più intensa.
Attualmente, con l’allontanamento verso sud est e l’indebolimento della perturbazione che da alcuni giorni staziona sopra l’Italia, è in corso un miglioramento atmosferico su gran parte d’Italia, schiarite e rasserenamenti ben evidenti anche e soprattutto sul centro Italia. Nelle prossime ore comunque, un nuovo corposo impulso di aria fredda nord atlantica scenderà sulla Francia per poi gettarsi sul bacino occidentale del mar Mediterraneo. Giovedì 9 novembre l’intera circolazione depressionaria presente sopra l’Italia si rinvigorirà e darà vita ad un nuovo centro di bassa pressione, a livello del mare, tra Corsica e Sardegna. La bassa pressione, muovendosi fin da subito verso sud, tornerà a produrre nubi e precipitazioni più consistenti che, tra giovedì 9 e venerdì 10 novembre, interesseranno prima basso Piemonte, Liguria, Emilia Romagna, Sardegna, centro Italia e Campania e Sicilia, poi anche tutto il resto del sud Italia. Sabato 11 novembre il centro della bassa pressione, in indebolimento, si porterà sul basso mar Tirreno, deciso miglioramento quindi, con schiarite e rasserenamenti, al nord, centro tirrenico e Sardegna, ancora molte nubi e piogge abbastanza frequenti sul centro adriatico e soprattutto al sud. Tra mercoledì 8 e venerdì 10 novembre le temperature non varieranno di molto mentre sabato 11 novembre saliranno un po’, soprattutto al centro nord. Venti deboli o moderati, prima meridionali poi nord orientali, con dei rinforzi soprattutto lungo le coste dei mari occidentali e meridionali.
Sull’Umbria pomeriggio odierno con prevalenza di sole, nubi in aumento dalla prossima nottata con possibili locali addensamenti ed isolati piovaschi, domattina giovedì 9 novembre situazione pressoché stazionaria mentre dal pomeriggio nubi e precipitazioni s’intensificheranno da ovest. In generale, tra il pomeriggio di domani giovedì 9 novembre e la prima mattinata di venerdì 10 novembre si stima cadranno tra i 10 ed i 15 mm di pioggia sul sud della regione, 5-10 mm sul centro, 1-5 mm sul nord dell’Umbria (da confermare), neve a quote medio alte, generalmente sopra i 1800/2000 metri. Migliora tra la tarda mattinata ed il pomeriggio di venerdì 10 novembre con schiarite anche ampie sull’Umbria centro occidentale. Sabato 11 novembre sereno o poco nuvoloso per gran parte della giornata, qualche addensamento solo in appennino. Temperature in lento aumento, maggiormente apprezzabile sabato 11 novembre, venti inizialmente deboli meridionali poi deboli o moderati nord orientali.
Domenica 12 novembre invece, mentre il sistema depressionario precedentemente descritto, centrato sul mar Ionio, continuerà ad interessare le estreme regioni meridionali, un nuovo intenso fronte freddo artico nord atlantico, legato ad una vasta ed intensa area depressionaria di origine artica centrata sulla Lapponia, raggiungerà e valicherà le Alpi. Stavolta le correnti fredde settentrionali che accompagnano il fronte freddo, favoriranno la formazione di un nuovo centro depressionario, a livello del mare, sopra le regioni sette che subito si muoverà verso il centro Italia approfondendosi rapidamente e richiamando a se ulteriore aria fredda dal nord Europa. Attualmente viene stimato che durante le prime ore di lunedì 13 novembre avremo un minimo di bassa pressione, a livello del mare, di circa 993 hPa sopra l’Umbria, nel pomeriggio 990 hPa sopra il Molise mentre martedì mattina 14 novembre il centro depressionario dovrebbe poi raggiungere la Basilicata con minimo di pressione risalito fin sui 995 hPa ma solo tra il pomeriggio e la serata, quando il centro depressionario si sarà portato sopra il mar Ionio, l’intero sistema perturbato inizierà un progressivo indebolimento. Mercoledì 15 novembre il centro di bassa pressione dal mar Ionio dovrebbe spostarsi verso la Grecia con tutta l’Italia investita ancora da intense correnti nord orientali ma meno fredde, specie al centro nord.
Oltre alle piogge attese sulla nostra regione a partire dalle prime ore di lunedì 13 novembre, è previsto un significativo calo termico con possibili nevicate sull’Appennino umbro marchigiano fin sui 700-900 metri di quota, abbondanti sopra i 1000-1200 metri di quota. Attenzione ai forti venti. Ulteriori aggiornamenti nelle prossime news.
La grafica qui sopra mostra la circolazione atmosferica al suolo e in quota attualmente prevista sull’Italia per le ore centrali di lunedì 13 novembre.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
30/10/2017
 
NEWS
 
ANTICICLONE, NEBBIE E BANCHI DI NUBI MEDIO BASSE FINO A SABATO 25 NOVEMBRE POI PERTURBAZIONI IN SERIE
21/11 [ore 9.99 ]
LA PUBBLICITA' CON UMBRIAMETEO E METEOAPPENNINO E' VANTAGGIOSISSIMA
19/11 [ore 9.99 ]
CORRENTI FREDDE NEL FINE SETTIMANA POI ANTICICLONE FINO AL 25 NOVEMBRE CON SOLE, QUALCHE GELATA E NEBBIE
17/11 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011