Home | Chi Siamo | WEBCAM Alpi e Dolomiti | WEBCAM Appennino | WEBCAM Umbria
  Webcam Marketing | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Nuvoloso o molto nuvoloso con locali piovaschi nelle prossime 48 ore poi nubi in temporaneo calo

(del 04/01/2018)

Dopo un dicembre sostanzialmente invernale, con clima freddo e precipitazioni nella norma se non addirittura superiori in alcune aree della nostra regione, l’anno nuovo si apre con un clima maggiormente accostabile a condizioni atmosferiche autunnali novembrine. Ciò è dovuto essenzialmente all’affermazione sui settori euro mediterranei centro occidentali, di correnti atlantiche, provenienti quindi dai quadranti occidentali, abbastanza miti ed umide ma relativamente instabili. Per quanto riguarda questa tipologia di correnti, gli effetti maggiormente evidenti sia hanno soprattutto sulle regioni tirreniche, questo perché, provenendo generalmente da W/SW impattano perpendicolarmente sui i rilievi montuosi peninsulari che corrono da S/SE verso N/NW, a d iniziare dall’Appennino. Anche in Umbria questi effetti sono ben evidenti, con nubi più intense e precipitazioni più presenti nelle aree dove le correnti impattano in maniera più perpendicolare con i rilievi montuosi. Nella giornata di ieri mercoledì 3 gennaio, con correnti più sud occidentali, è stata l’Umbria settentrionale a risentire dei maggiori effetti, proprio perché nel nord della nostra regione l’Appennino tende ad avere una direttiva più SE-NW rispetto al resto della dorsale umbro marchigiana.
Nelle prossime ore poco cambierà, almeno fino a sabato mattina 6 gennaio, insisteranno quindi queste correnti miti ed umide occidentali, poco ondulate, che comunque un po’ su tutte le regioni tirreniche alterneranno fasi con presenza di nubi più intense e capaci di scaricare qualche locale piovasco, a fasi con nuvolosità meno consistente, con schiarite che lasceranno filtrare anche un po’ di sole. Tra sabato 6 e domenica 7 gennaio poi, da ovest si avvicinerà al bacino centrale del mar Mediterraneo un più ampio sistema depressionario proveniente dall’oceano Atlantico che, posizionando il proprio centro sulle coste occidentali della Spagna, attiverà sull’Italia un intenso flusso di correnti miti ed umide meridionali. Tali correnti favoriranno la formazione di nubi e precipitazioni stavolta sul nord Italia, in questo caso per l’incidenza perpendicolare sui rilievi montuosi alpini, prealpini e dell’Appennino settentrionale, ma al contempo limiteranno la formazione di nubi al centro sud dove avremo generalmente solo qualche velatura.
Sull’Umbria quindi, fino alla mattina di sabato 6 gennaio, alternanza tra schiarite ed annuvolamenti anche intensi con qualche piovasco, poi nel fine settimana prevarranno le schiarite con cielo spesso velato ma che permetterà al sole di filtrare, Temperature in aumento, fin su valori 4°C/6°C superiori alle medie del periodo, venti deboli o moderati meridionali.
Lunedì 8 gennaio precipitazioni in intensificazione al nord, specie a ridosso dei rilievi montuosi con quota neve però ancora abbastanza alta, compresa tra i 1400 ed i 1800 metri, nubi in intensificazione e piogge sparse anche al centro, soprattutto sui settori tirrenici e sulla Campania, in Appennino neve oltre i 1700/1900 metri, nuvoloso o localmente monto nuvoloso ma scarso rischio piogge sul centro adriatico e sulla Sardegna, poche nubi sul resto del sud. Successivamente il sistema depressionario spagnolo non riuscirà a procedere ulteriormente verso oriente incontrando una forte resistenza da parte di un anticiclone centrato sui settori euro mediterraneo orientali, l’area di bassa pressione tenderà quindi ad indebolirsi ed a deviare la sua traiettoria verso sud, quindi sulla Tunisia. Assisteremo quindi ad un miglioramento atmosferico al nord ed un peggioramento al sud mentre al centro, con correnti che da occidentali diverranno orientali, nubi e precipitazioni saranno maggiormente presenti sui settori adriatici anziché tirrenici. Temperature in calo, anche di 3°C/4°C.
Sulla nostra regione molte nubi e qualche pioggia sparsa per gran parte della giornata di lunedì 8, migliora temporaneamente durante le ore notturne successive e nella mattinata di martedì 9 gennaio, nel pomeriggio nubi di nuovo in aumento con ancora qualche pioggia. Mercoledì 10 gennaio le precipitazioni si attenueranno considerevolmente concentrandosi lungo l’Appennino con quota neve in calo fin sui 1400/1600 metri. Venti deboli o moderati, inizialmente meridionali poi orientali.
La grafica qui sopra mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee bianche) ed in quota (fasce colorate) attualmente prevista sull’Italia per le ore centrali di domenica 7 gennaio.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
12/03/2018
 
NEWS
 
ULTIME NUBI POI SOLE E TEMPERATURE IN AUMENTO FINO AL 26 APRILE, ATTESI VALORI ANCHE SUPERIORI AI 25°C
18/04 [ore 9.99 ]
PRIMA PARTE DELLA PROSSIMA SETTIMANA CON ROVESCI E TEMPORALI SOPRATTUTTO POMERIDIANI POI SOLE E CLIMA MITE
14/04 [ore 9.99 ]
PROSSIMI GIORNI CON MOLTE NUBI MA POCA PIOGGIA, PERTURBAZIONE PIU' INTENSA NEL FINE SETTIMANA
10/04 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011