Home | Chi Siamo | mass education pros and cons | http://www.umbriameteo.com/index.php/business---level-and-corporate---level-strategies/ | we found our son in the subway
  Webcam Marketing | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Due impulsi di aria fredda artica sull’Italia, sull’Umbria un po’ di pioggia e neve fin sui 900 – 1100 metri

(del 16/11/2018)

Come annunciato nei giorni scorsi sta affluendo aria fredda sull’Italia, sarà la giornata odierna è la prima di un periodo della durata di circa una settimana caratterizzato da temperature sotto le medie stagionali e circolazione atmosferica tipicamente invernale, in pratica la prima seria irruzione di aria fredda della stagione. Un primo afflusso di aria fredda è atteso già in queste ore sull’Italia, ma risulterà abbastanza asciutto per le regioni settentrionali e centrali tirreniche, un secondo impulso di aria fredda artica sopraggiungerà ad inizio della prossima settimana e grazie ad un contributo di aria umida atlantica porterà precipitazioni sparse un po’ su tutet le regioni italiane.
Negli ultimi giorni un robusto e vasto anticiclone, esteso dalla Russia alla Spagna, ha garantito condizioni atmosferiche stabili con cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso su gran parte dei settori centro occidentali del continente europeo, nubi e precipitazioni, soprattutto nelle ultime 24/36 ore, hanno interessato in particolare l’Europa orientale, dov’è presente una circolazione depressionaria un po’ più strutturata ed alimentata da aria fredda proveniente dall’Artico russo scandinavo. Anche sull’Italia, soprattutto tra martedì 13 e giovedì 15 novembre, abbiamo avuto condizioni atmosferiche stabili con cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso, nebbie e banchi di nubi basse presenti inizialmente, con correnti meridionali, sulle zone interne tirreniche del centro e pianura Padana, poi con deboli correnti orientali ancora sui settori padani ma anche sulle regioni del medio alto Adriatico. Attualmente le correnti nord orientali si stanno intensificando, favorendo anche l’afflusso di masse d’aria fredda dall’Europa nord orientale verso l’Italia. Ciò nelle prossime 36/48 ore determinerà un deciso peggioramento atmosferico sulle regioni ioniche interessate dall’approfondimento di una circolazione depressionaria, nubi con qualche locale precipitazione sul resto delle regioni meridionali e su quelle centrali adriatiche, dissoluzione delle nebbie sulle regioni centrali e su gran parte di quelle settentrionali. Locali nevicate sull’Appennino centro meridionale fin sui 1000/1400 metri di quota. Da lunedì 19 ottobre l’incontro sul bacino centrale del mar Mediterraneo tra aria più umida atlantica proveniente dalla Spagna ed un secondo impulso di aria fredda proveniente dall’Artico russo scandinavo, causerà un più generalizzato calo della pressione atmosferica sui settori euro mediterranei centro occidentali con conseguente estensione del peggioramento atmosferico anche al resto delle regioni centrali ed a quelle settentrionali italiane. Temperature in calo. Venti nord orientali in intensificazione.
Nelle prossime 36 ore cielo poco nuvoloso o localmente nuvoloso sull’Umbria centro occidentale, molte nubi con qualche isolata precipitazione lungo l’Appennino, fin sui 900/1100 metri di quota. Domenica 18 novembre nubi in generale aumento con locali precipitazioni in Appennino, nevose ancora fin sui 900 – 1000 metri di quota, qualche pioviggine o piovasco possibili anche sull’Umbria centro occidentale. Temperature in calo, venti moderati nord orientali. Lunedì 19 novembre giornata interlocutoria, simile a quella di sabato 17 novembre, mentre martedì 20 novembre potremmo assistere ad un più generale peggioramento atmosferico con molte nubi e piogge frequenti anche sull’Umbria, oltre a nevicate in Appennino fin sui 1200 – 1400 metri di quota, ma gli effetti dipenderanno dalla traiettoria di un centro depressionario in approfondimento e transito sul medio basso mar Tirreno.
L’evoluzione atmosferica attesa da martedì 20 novembre in poi non è ancora ben chiara, sappiamo che è molto probabile un più generale peggioramento e che le temperature si manterranno in linea o poco sotto le medie del periodo ma per avere maggiori dettagli e quindi descrivere gli eventi in maniera più particolareggiata dobbiamo attendere ancora qualche dato. Forniremo quindi aggiornamenti nel fine settimana, specie nelle nostre pagine social.
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee bianche) ed in quota (5300/5500 m s.l.m., fasce colorate), attualmente prevista sull’Italia per il primo pomeriggio di martedì 20 novembre.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
03/11/2018
 
NEWS
 
CORRENTI FREDDE SETTENTRIONALI UN PO’ PIU’ DURATURE E POSSIBILITA’ PER FIOCCHI DI NEVE FINO A QUOTE BASSE
11/12 [ore 9.99 ]
TEMPERATURE IN CALO MODERATO, SECONDA META’ DELLA SETTIMANA ANCORA CORRENTI ATLANTICHE, MOLTE NUBI E PIOGGE
10/12 [ore 9.99 ]
FINE SETTIMANA CORRENTI OCCIDENTALI, ALTERNANZA DI SOLE E NUBI, DA LUNEDì CORRENTI SETTENTRIONALI MA POCO FREDDO
07/12 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011