Home | Chi Siamo | catcher in the rye open response | police brutality fact value and policy essay | http://www.umbriameteo.com/index.php/personal-statement-on-law/
  finance coursework help | http://www.umbriameteo.com/index.php/why-do-sterilization-fails/ | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Da oggi correnti fredde nord orientali da mercoledi' 28 novembre inizia una fase piu' asciutta per l’Umbria

(del 27/11/2018)

Negli ultimi giorni piogge frequenti un po’ su tutta l’Umbria con accumuli abbondanti soprattutto sui settori settentrionali ed occidentali della regione come spesso accade con le perturbazioni che arrivano da ovest accompagnate da correnti da sud o sud ovest. Probabilmente, tenendo conto di quanto ancora potrà piovere nelle prossime ore e negli ultimi giorni del mese, registreremo quantitativi prossimi alle medie nel ternano, Valnerina ed in valle Umbra, come anche nel perugino ed eugubino gualdese, poco superiori alle medie nell’orvietano, tuderte, Altotevere e soprattutto Trasimeno, in generale comunque siamo praticamente su tutta la regione sotto le medie annuali.
Detto questo, per alcuni giorni non dovremmo più aver a che fare con piogge intense ed abbondanti. Attualmente infatti, il centro depressionario che sta interessando l’Italia si sta progressivamente spostandosi verso oriente, dal medio basso mar Tirreno fin sul basso mar Adriatico. Ciò determina l’attivazione di correnti nord orientali sul centro nord Italia a successivamente al sud, con aria più fredda che affluisce sull’Italia proveniente dall’Europa nord orientale. Nelle prossime ore quindi avremo ancora molte nubi e precipitazioni localmente intense sulle regioni meridionali, Abruzzo e Molise, qualche pioggia anche su Marche, Sardegna e zone interne dell’Appennino centrale con neve fin sui 1000/1200 metri di quota. Più a nord e più ad ovest invece, l’aria fredda si presenta più asciutta e determina una cessazione delle precipitazioni, nubi in calo, prime ampie schiarite con dei rasserenamenti al nord ovest e Toscana. Entro la serata odierna i rasserenamenti si estenderanno a gran parte del nord Italia, alla Toscana ed infine alla Sardegna. Domani mercoledì 28 novembre il centro della bassa pressione si porterà sopra la Grecia, sull’Italia la pressione atmosferica aumenterà ed il miglioramento atmosferico si estenderà a gran parte d’Italia con ampie schiarite ed ampi rasserenamenti, solo a ridosso dell’Appennino ed in maniera minore sulle regioni adriatiche centro meridionali saranno ancora presenti delle nubi con isolate precipitazione, nevose fin sui 700/1000 metri di quota. Giovedì 29 novembre anticiclone che si irrobustirà temporaneamente su tutto il bacino centrale del mar Mediterraneo garantendo cielo sereno o poco nuvoloso su tutto il territorio italiano, correnti fredde nord orientali in attenuazione a partire dal nord Italia dove avremo anche qualche gelata.
Nelle prossime ore ancora molte nubi su gran parte dell’Umbria, più intense in Appennino dove avremo locali precipitazioni, nevose fin sui 700/900 metri di quota, prime locali schiarite sui settori più occidentali della regione. Durante le prossime ore notturne nubi in ulteriore, lento calo da ovest. Domani mercoledì 28 novembre rasserenamenti sull’Umbria occidentale, nuvoloso o molto nuvoloso sul resto della regione con addensamenti anche intensi in Appennino dove avremo ancora isolate nevicate fin sui 700/900 metri di quota. Nel pomeriggio i rasserenamenti tenderanno ad avanzare verso oriente mentre in Appennino le precipitazioni tenderanno a cessare, tra la serata e le ore notturne successive rasserenamenti un po’ su tutta l’Umbria con residua nuvolosità in Appennino. Giovedì 29 novembre cielo sereno o poco nuvoloso con possibili locali gelate in alcune circoscritte aree dove cesserà la ventilazione nord orientale. Temperature in calo, prima le massime poi le minime.
Venerdì 30 novembre una nuova perturbazione nord atlantica raggiungerà l’Italia proveniente dalla Spagna, non sarà comunque molto intensa, transiteranno infatti molte nubi con qualche locale pioggia, prima al nord, dal pomeriggio/sera al centro. Sabato 1° dicembre migliora al nord e peggiora al sud, sull’Umbria poche piogge concentrate prevalentemente sul centro sud della regione. Temperature in aumento grazie anche ai venti tiepidi meridionali in intensificazione che da venerdì 30 novembre sostituiranno i più freddi venti nord orientali. Da domenica 2 dicembre alcuni giorni con correnti prevalentemente occidentali, umide, miti e con una blanda curvatura anticiclonica che determinerà la presenza di nebbie, banchi di nubi medio basse e qualche pioviggini o piovasco specie sui settori tirrenici.
L’immagine satellitare qui a fianco, riferita alle ore 15.15 odierne, mostra i rasserenamenti già in atto sul nord Italia e le schiarite sulla Toscana.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
03/11/2018
 
NEWS
 
CORRENTI FREDDE SETTENTRIONALI UN PO’ PIU’ DURATURE E POSSIBILITA’ PER FIOCCHI DI NEVE FINO A QUOTE BASSE
11/12 [ore 9.99 ]
TEMPERATURE IN CALO MODERATO, SECONDA META’ DELLA SETTIMANA ANCORA CORRENTI ATLANTICHE, MOLTE NUBI E PIOGGE
10/12 [ore 9.99 ]
FINE SETTIMANA CORRENTI OCCIDENTALI, ALTERNANZA DI SOLE E NUBI, DA LUNEDì CORRENTI SETTENTRIONALI MA POCO FREDDO
07/12 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011