Home | Chi Siamo | http://www.umbriameteo.com/index.php/regression-homework-help/ | analysis of musclepharm commercial | financial research of etisalat stock price
  analysis of health care reform | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Settimana atlantica poi probabile fase artica con freddo moderato durante la seconda decade di dicembre

(del 02/12/2018)

Attualmente un’estesa circolazione depressionaria nord atlantica staziona sopra i settori centro settentrionali del continente europeo ed interessa, a fasi alterne, con un flusso di correnti miti ed umide mediamente occidentali, anche gran parte dell’Europa mediterranea. Questa configurazione barica durerà più o meno una settimana, con inizio negli ultimissimi giorni di novembre e termine intorno all’Immacolata. Le correnti occidentali presenti sulle sponde settentrionali del bacino centro occidentale del mar Mediterraneo pilotano e piloteranno ancora per qualche giorno, veloci impulsi perturbati di origine atlantica sull’Italia. Una prima veloce debole perturbazione è transitata sull’Italia tra venerdì 30 novembre e sabato 1° dicembre producendo molte nubi e piogge sparse, dopo un temporaneo miglioramento atmosferico con ampi rasserenamenti una seconda ed ancora più debole perturbazione seguirà più o meno lo stesso tragitto nelle prossime 24/36 ore producendo ancora molte nubi ma scarse precipitazioni. Nella giornata di martedì 4 dicembre poi, il flusso di correnti occidentali si alzerà temporaneamente di latitudine permettendo ad un blando promontorio anticiclonico afro mediterraneo di portarsi sopra l’Italia. Ciò garantirà, ore circa 48 ore tra martedì 4 e mercoledì 5 dicembre, condizioni atmosferiche stabili sull’intero territorio italiano con cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso e presenza di nebbie nelle valli soprattutto di notte ed al mattino. Una terza perturbazione atlantica è attesa sull’Italia giovedì 6 dicembre, anche in questo caso risulterà abbastanza veloci con annuvolamenti anche intensi e piogge sparse, deciso miglioramento atmosferico venerdì 7 dicembre. Le temperature risulteranno in lento aumento, su valori anche alcuni gradi sopra le medie stagionali, specie nelle giornate di martedì 4, mercoledì 5 e venerdì 7 dicembre.
Sull’Umbria è atteso un aumento delle nubi già dal pomeriggio odierno con piogge sparse, di debole o localmente moderata intensità dalla serata odierna fino a domattina lunedì 3 dicembre, nel pomeriggio progressivo miglioramento atmosferico. Martedì 4 dicembre deboli correnti inizialmente occidentali che favoriranno la presenza di estesi banchi di nubi basse e nebbie al mattino, non si esclude qualche pioviggine, temperature minime in rialzo. Nel pomeriggio i deboli venti occidentali saranno sostituiti da deboli venti settentrionali, progressivo dissolvimento di nubi e nebbie con ampi rasserenamenti, dalla serata ed ancor più durante le ore notturne successive torneranno a formarsi le nebbie nelle valli. Mercoledì 5 dicembre cielo sereno o poco nuvoloso per l’intera giornata ma ancora nebbie al mattino, temperature minime in lieve calo e massime in aumento. Venti inizialmente assenti o deboli variabili poi meridionali. Giovedì 6 dicembre molte nubi e piogge sparse per l’intera mattinata, anche a carattere di rovescio, nel pomeriggio migliora con tendenza a cessazione delle precipitazioni e nubi in calo. Temperature in lieve calo, specie le massime. Venerdì 7 dicembre invece dovremmo avere una giornata con cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso, qualche annuvolamento residuo in Appennino, venti deboli o temporaneamente moderati nord orientali, temperature minime in lieve calo e massime in aumento.
Durante il prossimo fine settimana poi una nuova ed ultima perturbazione atlantica dovrebbe raggiungere l’Italia ma il fatto più importante potrebbe risultare il tentativo dell’anticiclone atlantico di espandersi verso nord e favorire, a partire da lunedì 10 dicembre, una discesa di aria fredda artica dalla Scandinavia verso il bacino centrale del mar Mediterraneo. Se tale dinamica dovesse andare in porto e soprattutto se il bacino centrale del mar Mediterraneo, ancora caldo, dovesse rispondere con la formazione di un centro depressionario a carattere freddo sopra l’Italia, potrebbe aprirsi una fase fredda di almeno 5-7 giorni anche per l’Umbria con nevicate in buona quantità in Appennino fino a quote collinari. Seguiremo con attenzione questa interessante ipotesi evolutiva aggiornando nei prossimi articoli e con dei post specifici sulle nostre pagine social
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee bianche) ed in quota (5500/5700 m s.l.m., fasce colorate), attualmente prevista sull’Italia per il primo pomeriggio di sabato 8 dicembre. Le frecce indicano l’inizio del tentativo di espansione verso nord dell’anticiclone atlantico e la seguente discesa di aria fredda artico scandinava verso il mar Mediterraneo centrale

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
03/11/2018
 
NEWS
 
PRIME IMBIANCATE COLLINARI DELLA STAGIONE. MIGLIORAMENTO CON TEMPERATURE IN SALITA NELLE PROSSIME ORE
13/12 [ore 9.99 ]
CORRENTI FREDDE SETTENTRIONALI UN PO’ PIU’ DURATURE E POSSIBILITA’ PER FIOCCHI DI NEVE FINO A QUOTE BASSE
11/12 [ore 9.99 ]
TEMPERATURE IN CALO MODERATO, SECONDA META’ DELLA SETTIMANA ANCORA CORRENTI ATLANTICHE, MOLTE NUBI E PIOGGE
10/12 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011