Home | Chi Siamo | letter to representative | http://www.umbriameteo.com/index.php/la-palma-volcano/ | research paper - summary and critique
  http://www.umbriameteo.com/index.php/case-study-ewaste/ | http://www.umbriameteo.com/index.php/us-history-to-1877/ | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Altre due perturbazioni sull’Italia entro fine mese, nevicate a quote montane o medio alta collina

(del 25/01/2019)

La perturbazione di origine groenlandese che ha interessato l’Italia nelle ultimi 48/60 ore si sta allontanando ad oriente portando il proprio centro sopra la Grecia, ciò appare evidente dall’attivazione nella giornata di ieri giovedì 24 gennaio ed intensificazione oggi venerdì 25 gennaio, di correnti fredde nord orientali. Tali correnti oltre ad un miglioramento atmosferico sull’Umbria centro occidentale hanno prodotto anche un debole effetto stau a ridosso dell’Appennino con qualche precipitazione precipitazioni anche sui versanti umbri, nevosa generalmente fin sui 500 metri di quota.
Domani sabato 26 gennaio sul bacino centrale del mar Mediterraneo transiterà un piccolo, temporaneo promontorio anticiclonico ceh comunque riuscirà a riportare condizioni atmosferiche stabili con cielo prevalentemente sereno o poco nuvoloso su tutto il territorio italiano. Sono attese gelate notturne/mattutine nei fondovalle a causa dei rasserenamenti e del calo della ventilazione, mentre durante le ore centrali del giorno avvertiremo un moderato rialzo delle temperature massime con scarsa ventilazione prevalentemente settentrionale. Domenica 27 gennaio invece, le correnti settentrionali saranno sostituite da più miti ed umide correnti sud occidental prefrontali che causeranno un auemnto delle nubi ad iniziare dai settori alpine, prealpini e tirrenici dove, tra il pomeriggio e la serata, avremo anche delle precipitazioni, nevose intorno ai 1000-1300 metri di quota al centro, fino a quote basse al nord. Il vero e proprio fronte freddo nord atlantico transiterà prima sul nord Italia ed in serata al centro, seguito da aria fredda artica nord atlantica che durante le primissime ore di lunedì 28 gennaio favorirà la formazione di un centro depressionario sopra le regioni centro settentrionali italiane. Il sistema depressionario lunedì 28 gennaio sarà sopra le regioni centrali dove continuerà a produrre molte nubi e precipitazioni sparse, l’ulteriore afflusso di aria fredda determinerà un calo termico con neve in discesa fino a quote basse al nord, di media collina al centro, intorno ai 600/800 metri, mentre 1000/1300 metri al sud. In serata comunque progressimo miglioramento da ovest verso est. Martedì 29 gennaio con centro depressionario in spostamento ad est ma soprattutto in rapido esaurimento, assisteremo ad un ulteriore miglioramento atmosferico con nubi e residue locali precipitazioni solo sulle regioni centrali adriatiche ed al sud, quota neve pressoché stazionaria e venti settentrionali, da deboli a moderati.
Sull’Umbria domani sabato 26 gennaio è attesa una giornata soleggiata da mattina a sera, con gelate nella valli al primo mattino mentre nel pomeriggio temperature in moderato rialzo rispetto ad oggi, venti deboli o temporaneamente moderati settentrionali. Anche al giornata di domenica 27 gennaio inizierà prevalentemente soleggiata con qualche locale gelata e nubi soprattutto sul nord della regione, poi nel corso della mattinata nuvolosità in aumento da ovest. Nel pomeriggio cielo da molto nuvoloso o coperto con prime piogge sull’Umbria occidentale, neve oltre i 1100/1300 metri di quota. In serata intensificazione delle precipitazioni su gran parte della nostra regione con quota neve in calo. Lunedì 28 gennaio molte nubi con piogge sparse soprattutto al mattino e primo pomeriggio con quota neve in discesa fin sui 700/900 metri di quota, poi progressivo miglioramento con precipitazioni che tenderanno a concentrarsi in Appennino durante la notte, nevose fin sui 600/800 metri di quota. Temperature in moderato calo, venti da deboli a moderati inizialmente sud occidentali poi settentrionali. Martedì 29 gennaio ulteriore miglioramento con cessazione delle precipitazioni e nubi in calo, ampi rasserenamenti da ovest tra il pomeriggio e la serata. Temperature minime in lieve calo, massime in aumento. Venti deboli settentrionali.
Una seconda perturbazione, forse un po’ più intensa di quella appena descritta, probabilmente interesserà l’Italia e l’Umbria tra mercoledì 30 e giovedì 31 gennaio ma ne riparleremo nei prossimi aggiornamenti.
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee bianche) e quella in quota (fasce colorate), attualmente prevista sui settori euro atlantico mediterranei per il pomeriggio di mercoledì 23 gennaio 2019.
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee bianche) ed in quota (fasce colorate), attualmente prevista sui settori euro atlantico mediterranei per il primo pomeriggio di lunedì 28 gennaio 2019.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
18/02/2019
 
NEWS
 
FINE SETTIMANA CON RAPIDO, CONSISTENTE MA TEMPORANEO CALO TERMICO, ATTENZIONE ALLA FORTE TRAMONTANA
22/02 [ore 9.99 ]
FINE SETTIMANA CON CORRENTI FREDDE MA ASCIUTTE NORD ORIENTALI, CALO TERMICO E TRAMONTANA IN INTENSIFICAZIONE
20/02 [ore 9.99 ]
UNA WEBCAM PER CASTELLUCCIO DI NORCIA IN COLLABORAZIONE CON SCENARI DIGITALI
17/02 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011