Home | Chi Siamo | television and violence the effects on juvenile | getanessay do my assignment write my papers | discussion on zimbardo prison study
  using big data to research water sanitation | financial planning and strategies | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Sole e temperature poco sopra media fino a sabato 9 febbraio poi nubi in aumento, piogge da domenica 10

(del 07/02/2019)

Il sistema depressionario che durante l’ultimo fine settimana ha portato piogge abbondanti anche sull’Umbria continuando poi ad interessare il sud ed il centro adriatico fino a ieri mercoledì 6 febbraio, si sta definitivamente allontanando verso oriente, portando il proprio centro sopra l’isola di Creta e domani venerdì 8 febbraio sopra l’isola di Cipro. Ciò determina un generale, temporaneo aumento della pressione atmosferica sul bacino centrale del mar Mediterraneo, grazie anche alla congiunzione sopra l’Italia tra un anticiclone afro mediterraneo stazionante sopra i settori afro mediterranei occidentali ed un secondo anticiclone attualmente posizionato sopra l’Europa orientale. Stamattina quindi, abbiamo condizioni atmosferiche stabili sull’intero territorio italiano con cielo sereno o poco nuvoloso quasi ovunque, nuvolosità solo su Alpi e Prealpi occidentali e sulle zone interne del sud Italia. Nelle prossime ore comunque, l’arrivo di una debole perturbazione nord atlantica che finirà di attraversare tutta la nostra penisola nella giornata di venerdì 8 febbraio, causerà un aumento della nuvolosità poco consistente prima al nord, poi durante le prossime ore notturne sulle regioni centrali, infine durante la mattinata di venerdì 8 febbraio, mentre al centro nord il cielo tornerà ancora sereno o poco nuvoloso, non sono attese precipitazioni significative, specie al centro sud. Sabato 9 febbraio poi, assisteremo all’attivazione di correnti umide occidentali con nuvolosità in aumento su Alpi, Prealpi ma soprattutto Liguria, Toscana ed Umbria, specie dal pomeriggio, ma senza precipitazioni significative. Domenica 10 febbraio arrivo di una più intensa perturbazione nord atlantica preceduta da umide ed instabili correnti sud occidentali con precipitazioni su Alpi, Prealpi, Liguria, Toscana ed Umbria, nevose a quote medie su Alpi ed Appennino settentrionale, alte su Appennino centrale.
Sull’Umbria quindi sole per l’intera giornata odierna con deboli correnti occidentali e temperature massime in lieve aumento, poi durante la prossima notte transito di nuvolosità poco consistente, entro la prima mattinata di domani venerdì 8 febbraio comunque il cielo sarà di nuovo sereno o poco nuvoloso su tutta la nostra regione mantenendosi tale fino alla mattinata di sabato 9 febbraio. Domani venerdì 8 febbraio le correnti si orienteranno temporaneamente da nord est con debole afflusso di aria più fresca e lieve calo termico, sabato mattino qualche gelata nei fondovalle. Durante le ore pomeridiane seguenti nuvolosità in aumento da ovest tant’è che il cielo si presenterà nuvoloso o molto nuvoloso ma senza precipitazioni, durante la serata di sabato 9 febbraio nuvolosità in lieve calo, venti deboli sud occidentali con rinforzi in Appennino, temperature in lieve calo. Domenica 10 febbraio nuvoloso o molto nuvoloso per l’intera giornata con addensamenti e locali pioviggini o piovaschi più probabili sull’Umbria nord occidentale, qualche schiarita più probabili sui settori sud occidentali della regione, neve a quote elevate, venti moderati o forti nord occidentali, specie in Appennino, temperature in aumento.
Nella giornata di lunedì 11 febbraio l’aria fredda al seguito della perturbazione nord atlantica favorirà la formazione di un centro depressionario sopra la pianura Padana orientale che nel corso della giornata scivolerà lungo il mar Adriatico fino a raggiungere la Puglia in tarda serata. Durante questa fase avremo nuvolosità più consistenti e precipitazioni sparse lungo l’intera penisola italiana con quota neve in calo, in serata intorno ai 700 metri sull’Appennino centrale. Questa perturbazione, più che per il peggioramento atmosferico che causerà, debole od al massimo moderato, sarà importante perché aprirà una nuova fase fredda invernale per l’Italia, della durata, probabilmente di almeno una settimana. Tra martedì 12 e lunedì 18 febbraio, secondo gli ultimi aggiornamenti dei modelli meteorologici, l’aria fredda sembra poter affluire in buona quantità sull’Italia ma per la nostra regione sembra ad oggi essere aria piuttosto asciutta e non in grado di produrre, ad oggi, precipitazioni significative, ne riparleremo comunque in un prossimo aggiornamento atmosferico dove tratteremo più in specifico di dinamiche generali e possibili effetti sul nostro territorio.
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee bianche) ed in quota (fasce colorate), attualmente prevista sui settori euro atlantico mediterranei per il primo pomeriggio di lunedì 11 febbraio 2019.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
16/04/2019
 
NEWS
 
LA PUBBLICITA' CON UMBRIAMETEO E METEOAPPENNINO E' VANTAGGIOSISSIMA
14/04 [ore 9.99 ]
MOLTE NUBI E PIOGGE SPARSE FINO A DOMENICA 14 APRILE POI TORNA IL SOLE
11/04 [ore 9.99 ]
DA DOMANI MERCOLEDI’ 10 APRILE TORNANO LE PIOGGE, TEMPORANEO MIGLIORAMENTO SOLO SABATO 13 APRILE
09/04 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011