Home | Chi Siamo | http://www.umbriameteo.com/index.php/the-impact-of-culture-on-the-dominican-community/ | http://www.umbriameteo.com/index.php/botany-of-desire/ | crucifixion of jesus
  average length dissertation proposal | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Fine settimana con sole e temperature fin sui 20°C. Impulso di aria fredda in arrivo martedi’ 26 marzo.

(del 21/03/2019)

La poca pioggia caduta, qua e la, sull’Umbria ad inizio settimana non ha spostato di una virgola l’assoluta mancanza d’acqua nella nostra regione, specie se seguita da una vivace tramontana come quella che insiste da circa 60/72 asciugando quel poco di umidità presente. La situazione è oggettivamente preoccupante, se non piove a sufficienza in primavera non si può pretendere che lo faccia in estate. Le attuali proiezioni a lungo termine non ipotizzano perturbazioni sufficientemente intense in transito sull’Italia almeno fino ad inizio aprile, in poche parole dopo febbraio ci siamo “giocati” anche marzo. Qualche speranza per un ritorno a condizioni quasi normali nel mese di aprile c’è anche se poi il mese di maggio è ad alto rischio “ricaduta”, ma ne parleremo in specifico nel prossimo editoriale.
Attualmente, come è spesso accaduto nelle ultime settimane, l’Italia è divisa in due, il centro nord sotto la “campana” protettiva di un robusto anticiclone che si estende dall’Oceano Nord Atlantico alla Polonia con massimi di pressione tra Francia e Germania, mentre le regioni meridionali italiane sono interessate da una circolazione depressionaria centrata tra Algeria e Tunisia. In poche parole sole ed asciutto soprattutto al nord e centro tirrenico, nubi e piogge su parte del sud peninsulare ma soprattutto su Sardegna e Sicilia. Le temperature, dopo il calo d’inizio settimana, stanno risalendo a partire dal nord Italia dove i valori stanno tornando sopra media.
Nelle prossime ore il centro depressionario, centrato sulla Tunisia, tenderà lentamente ad indebolirsi, avremo quindi ancora molte nubi con precipitazioni sparse sulla Sardegna sud orientale, precipitazioni più frequenti ed intense sulla Sicilia, nuvolosità irregolare ma senza precipitazioni significative sul resto della Sardegna e sulla Calabria, sereno o poco nuvoloso al centro nord, Campania, Puglia e Basilicata. Venerdì 22 marzo l’anticiclone presente sopra l’Europa centro occidentale tenderà ad espandersi lentamente verso sud, residue piogge sulla Sardegna meridionale e soprattutto sulla Sicilia mentre sull’Italia peninsulare cielo generalmente sereno o poco nuvoloso con qualche nube in più sulla Calabria. Durante il prossimo fine settimana la spinta verso sud dell’anticiclone che posizionerà i propri massimi di pressione sui mari ad ovest dell’Italia, causerà un rapido indebolimento e successivo esaurimento del sistema depressionario tunisino con correnti orientali in attenuazione sull’Italia e deciso miglioramento atmosferico anche su Sardegna e Sicilia.
Sull’Umbria cielo sereno o poco nuvoloso da oggi fino a domenica 24 marzo, temperature in aumento fin su valori prossimi ai 20°C tra sabato 23 e domenica 24 marzo. Tramontana ancora vivace oggi e per gran parte della giornata di domani venerdì 22 marzo, poi in calo fino a cessare nella giornata di domenica 24 marzo.
Lunedì 25 marzo l’anticiclone si ritirerà verso occidente con massimi di pressione ad ovest dell’Inghilterra, contemporaneamente un vasto vortice depressionario artico scenderà verso sud transitando sulla Scandinavia diretto poi sui paesi baltici e sull’Europa orientale. Durante questo tragitto piloterà un fronte freddo seguito da aria fredda artica verso le regioni alpine, interessando l’Italia tra martedì 26 e giovedì 28 marzo. I modelli però, stamattina ci propongono due evoluzioni atmosferiche differenti da martedì 26 marzo in poi. Per il modello europeo/inglese ECMWF l’aria fredda scenderà più ad ovest dell’Italia favorendo la formazione di un centro depressionario nei pressi della Sardegna, mentre il modello americano GFS ipotizza una discesa più orientale, con formazione di un centro depressionario sulla penisola Balcanica. Nel primo caso avremmo più precipitazioni, comunque non abbondanti, e calo termico moderato, nel secondo caso precipitazioni scarse od assenti ed un calo termico maggiore. Nei prossimi aggiornamenti vedremo quale sarà l’evoluzione realmente seguita.
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee bianche) e quella in quota (fasce colorate), attualmente prevista, dal modello ECMWF, sui settori euro atlantico mediterranei per le primissime ore di martedì 26 marzo 2019.
Hai già visto il nostro progetto di crowdfunding per la nuova webcam di Castelluccio di Norcia? scopri di più qui: INFO INIZIATIVA .

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
16/04/2019
 
NEWS
 
25 APRILE CON SOLE, POCHE NUBI E CALDO, TEMPERATURE TRA I 25°C ED I 30°C POI SI TORNA NELLA NORMA
23/04 [ore 9.99 ]
PASQUA CON SOLE E VELATURE, DA PASQUETTA TORNANO NUBI E PIOGGE, 25 APRILE ANCORA SOLE E CALDO
19/04 [ore 9.99 ]
LA PUBBLICITA' CON UMBRIAMETEO E METEOAPPENNINO E' VANTAGGIOSISSIMA
14/04 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011