Home | Chi Siamo | http://www.umbriameteo.com/index.php/does-aspirin-help-plants-grow-research-paper/ | http://www.umbriameteo.com/index.php/wilhelm-maximilian-wundt/ | rsi mit application essay example successful
  the kennewick man | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Prossimi due giorni con un po’ di sole, nel fine settimana nuova perturbazione, temperature in salita

(del 16/05/2019)

Il nucleo di aria fredda che nelle ultime 36 ore ha sorvolato i cieli italiani ha prolungato l’anomala fase fredda che dallo scorso fine settimana interessa l’Italia ed un po’ tutti i settori euro mediterranei centrali. Nella giornata di ieri sulle nostre pagine social abbiamo mostrato nevicate decisamente fuori stagione sulla Romagna fin sui 400 metri di quota ed in Corsica fin sui 600 metri di quota, il tutto certificando questa prima metà di maggio come la più fredda almeno da 25 anni per gran parte d’Italia, con medie termiche fino a 4°C/5°C sotto la norma ma punte giornaliere anche di 10°C sotto norma. Snocciolati questi dati possiamo ora però affermare con sufficiente certezza che almeno la fase fredda entro domani venerdì 17 maggio sarà solo un ricordo per tutta l’Italia, discorso differente invece per quanto riguarda le piogge che torneranno nel fine settimana.
In queste ore il centro depressionario formatosi ieri mercoledì 15 maggio nei pressi della Corsica per l’arrivo sull’Italia di un secondo nucleo di aria fredda artica proveniente dalla Scandinavia, tende a spostarsi sopra la Sicilia indebolendosi. Ciò favorirà un miglioramento atmosferico al centro nord e Sardegna, ancora molte nubi e precipitazioni frequenti, spesso a carattere di rovescio o temporale, sul sud Italia, anche intensi su Sicilia e Calabria. Venerdì 17 maggio centro depressionario in più rapido indebolimento ed allontanamento ad oriente, fin sulla Grecia, il miglioramento atmosferico quindi si estenderà anche al sud Italia, debole instabilità atmosferica pomeridiana solo sulle Alpi occidentali. Nel fine settimana nuova area depressionaria in arrivo sull’Italia da ovest, proveniente dall’oceano Atlantico, con conseguente deciso peggioramento atmosferico. Sabato 18 e domenica 19 maggio avremo quindi molte nubi e piogge frequenti al nord e Toscana, sparse sul resto del centro Italia, nuvolosità in aumento ma scarse precipitazioni al sud, neve generalmente a quote elevate. Lunedì 20 maggio il Sistema depressionario tenderà a spostarsi ad oriente, piogge sparse inizialmente interesserannoa nche le regioni meridionali peninsuolari mentre migliorerà sulle regioni nord occidental e Sardegna, poi, tra il tardo pomeriggio e la serata il miglioramento atmosferico si estenderà un po’ a tutta l’Italia a partire dale regioni tirreniche.
Sull’Umbria prevalenza di sole e poche nubi stamattina, nuvolosità in temporaneo aumento nel pomeriggio ma senza precipitazioni, rasserena in serata. Domattina venerdì 17 maggio poche nubi ed ancora prevalenza di sole, poi nuvolosità in progressivo aumento, entro la serata avremo cielo molto nuvoloso o coperto con prime locali piogge durante le ore notturne successive. Temperature in aumento, specie le massime, venti settentrionali in attenuazione e sostituiti entro la giornata odierna da venti sud occidentali. Sabato 18 maggio molte nubi per l’intera giornata, locali piogge al mattino, sparse ed anche a carattere di rovescio nel pomeriggio, in attenuazione dalla serata. Domenica 19 maggio ancora molte nubi con piogge sparse, più frequenti sull’Umbria settentrionale ed occidentale mentre lunedì 20 maggio piogge sparse con maggiore probabilità di avere qualche rovescio o temporale, più probabili sull’Umbria centro occidentale. Non saranno quantitativi di pioggia abbondanti ma comunque in buone quantità, attualmente stimiamo sui 10/20 mm con i soliti picchi nelle aree circoscritte più direttamente interessate da rovesci temporaleschi. Venti meridionali deboli o moderati, temperature minime in aumento e massime in calo, su valori prossimi alle medie del periodo.
Martedì 21 maggio migliora un po’ su tutta l’Italia, la pressione atmosferica però non aumenterà in maniera decisa e probabilmente in quota persisteranno correnti con lieve curvatura ciclonica sufficienti a mantenere una debole/moderata instabilità atmosferica pomeridiana soprattutto sulle zone interne montuose. Temperature in aumento.
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee bianche) e in quota (fasce colorate), attualmente previste sui settori euro atlantico mediterranei per il primo pomeriggio di sabato 18 maggio 2019.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
20/05/2019
 
NEWS
 
PERTURBAZIONE IL LIEVE RITARDO. SABATO 25 MIGLIORE, DOMENICA 26 E LUNEDI' 27 MAGGIO MOLTE NUBI E FREQUENTI PIOGGE
24/05 [ore 9.99 ]
VIA VAI D’IMPULSI DI ARIA FRESCA IN QUOTA, PRESSIONE ATMOSFERICA CHE FATICHERà A RISALIRE FINO AL 28 MAGGIO
22/05 [ore 9.99 ]
LA PUBBLICITA' CON UMBRIAMETEO E METEOAPPENNINO E' VANTAGGIOSISSIMA
19/05 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011