Home | Chi Siamo | http://www.umbriameteo.com/index.php/paper-writing-services-legitimate/ | http://www.umbriameteo.com/index.php/religion-and-morality/ | http://www.umbriameteo.com/index.php/should-gay-marriage-be-legal/
  Webcam Marketing | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Probabile breve ma intensa fase temporalesca nel fine settimana ad interrompere l’ondata di caldo intenso

(del 23/07/2019)

L’ondata di caldo in corso su gran parte d’Italia, specie su regioni settentrionali e tirreniche, sta entrando nella fase clou, già nella giornata di ieri lunedì 22 luglio le temperature massime in Umbria si sono impennate fino a 38°C a Terni città dove in queste situazioni influisce di più un lieve effetto foehn prodotto dalle correnti nord orientali, poi 35°C a Perugia S.Egidio e Foligno, 32,5°C a Città di Castello. Da oggi a giovedì 25 luglio è attesa una ulteriore crescita di circa 3°C quindi sulla conca ternana i 40°C non sono un’utopia, anche se da domani mercoledì 24 luglio è attesa una rotazione dei venti, da nord esta sud ovest, probabilmente venendo meno l’effetto foehn di cui abbiamo parlato in precedenza. In termini di sensazione di caldo cambierà poco, dato che aumenterà un po’ l’umidità anche non fossero raggiunti i 40°C.
In questo articolo però non vogliamo parlare dell’ondata di caldo in corso di cui abbiamo già largamente discusso nei giorni scorsi ma del sempre più probabile break temporalesco atteso per il prossimo fine settimana, di cui vi abbiamo anticipato domenica scorsa e che poi abbiamo descritto come ipotesi nell’editoriale pubblicato ieri.
In queste ore infatti l’anticiclone presente sopra i settori euro mediterranei centro occidentali sta perdendo la radice atlantica ed acquistando una radice subtropicale afro mediterranea. Sull’Italia quindi, nelle prossime 48 ore, avremo ancora condizioni atmosferiche prevalentemente stabili con cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso, molto sole e caldo in aumento. Successivamente, l’anticiclone con il suo cuore caldo in quota tenderà a salire di latitudine posizionandosi sopra la Scandinavia. In parole semplici quest’allungamento verso nord causerà una specie di “strappo” all’altezza delle regioni Alpi, dove assisteremo ad un primo lieve calo della pressione atmosferica in quota e, contemporaneamente, ad un lieve aumento dell’instabilità atmosferica. Giovedì sulle regioni alpine si svilupperanno nubi cumuliformi durante le ore pomeridiane e serali, queste poi risulteranno in grado di scaricare locali rovesci, anche temporaleschi. Venerdì 26 luglio lo “strappo” tenderà ad allargarsi con l’instabilità atmosferica pomeridiana, per i medesimi motivi, tenderà ad estendersi anche all’Appennino centro settentrionale dove potremo avere qualche locale temporale. Nel fine settimana poi su questo “strappo” o per meglio dire “lacuna barica” probabilmente (ancora serve il condizionale) s’infilerà un corposo impulso di aria fresca nord atlantica che raggiunte le regioni alpine causerà la formazione di un centro depressionario sopra l’Italia. Il nuovo sistema depressionario, formatosi tra venerdì 26 e sabato 27 luglio, abbastanza ben strutturato sia in quota che a livello del mare, si muoverà verso sud est raggiungendo la Grecia solo martedì 30 luglio per poi allontanarsi definitivamente ad oriente. Provenendo da un periodo piuttosto caldo ed abbastanza umido, è facile prevedere, nel caso che questa ipotesi vada in porto, che un’iniezione di aria fresca nord atlantica così veloce possa arrivare a produrre numerosi temporali, spesso di forte intensità, da nord a sud.
Sull’Umbria sole e caldo, come abbiamo detto ad inizio articolo, fino a giovedì 25 luglio, poi venerdì 26 luglio primi locali temporali pomeridiani, concentrati prevalentemente in Appennino. Da sabato 27 a lunedì 29 luglio invece, considerata l’ipotesi appena descritta, avremo molte nubi e temporali anche intensi, specie tra la serata di sabato 27 e domenica 28 luglio. Il calo termico potrebbe essere significativo, domenica 28 luglio anche 10°C in meno di giovedì 25 luglio. Ulteriori dettagli nei prossimi aggiornamento.
Comunque sia, nel caso tutto fosse confermato dai prossimi aggiornamenti dei modelli meteorologici, questa fase temporalesca appena descritta rappresenterà solo un break, una rinfrescata, poi da martedì 30 ed ancor più nei giorni successivi il sole ed il caldo dovrebbero ripartire a pieni ritmi con temperature alcuni gradi sopra media già ad inizio agosto.
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee bianche) e quella in quota (fasce colorate), attualmente prevista sull’Italia durante la prima mattinata di domenica 28 luglio 2019.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
31/10/2019
 
NEWS
 
ALTRE DUE FASI CON PIOGGE ABBONDANTI PRIMA DEL DECISO MIGLIORAMENTO DI MARTEDì 19 NOVEMBRE
16/11 [ore 9.99 ]
IN ARRIVO LA FASE PIU' PIOVOSA DI QUESTO NOVEMBRE, QUATTRO GIORNI DI PIOGGE, A TRATTI INTENSE CON QUALCHE PAUSA.
14/11 [ore 9.99 ]
SETTIMANA ANCORA ALL’INSEGNA DELLE PERTURBAZIONI MA C’è SPAZIO ANCHE PER QUALCHE SCHIARITA.
11/11 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011