Home | Chi Siamo | financing healthcare and health insurance | argument based esaay | http://www.umbriameteo.com/index.php/financial-research-of-etisalat-stock-price/
  health care professional ethics issues | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Giovedi’ 8 agosto veloce perturbazione sul nord Italia poi intensa ondata di caldo fino a Ferragosto

(del 06/08/2019)

Inizio agosto abbastanza tranquillo grazie soprattutto al ritorno di un protagonista delle estate di un tempo, l’anticiclone delle Azzorre che, a partire dallo scorso fine settimana, è andato espandendosi sull’intero bacino centro occidentale del mar Mediterraneo relegando il flusso perturbato nord atlantico sull’Europa centro settentrionale ed il caldo sui paesi che si affacciano sul basso mar Mediterraneo. In Umbria gran sole, giornate limpide per la bassa umidità che d’altro canto mantiene la sensazione di caldo su livelli accettabili nonostante la crescita delle temperature, ieri lunedì 5 agosto arrivate intorno ai 35°C a Terni, 33,5°C a Foligno, 32°C a Perugia S.Egidio e 31°C a Città di Castello, quindi poco sopra I valori normali del periodo.
Attualmente quindi, sul bacino centrale del mar Mediterraneo è presente una circolazione anticiclonica di origine atlantica, l’alta pressione delle Azzorre, che anche nella giornata odierna garantirà condizioni atmosferiche stabili e cielo sereno o poco nuvoloso su gran parte del territorio italiano. Solo su Alpi e Prealpi assisteremo ad un lieve aumento dell’instabilità atmosferica pomeridiana e serale dovuto ad un primo leggero cedimento in quota della circolazione anticiclonica. Domani mercoledì 7 agosto poi, un impulso perturbato nord atlantico raggiungerà le regioni alpine con instabilità atmosferica in aumento su tutte le regioni settentrionali, attesi temporali localmente anche forti su Alpi e Prealpi. Giovedì 8 agosto, la debole e veloce perturbazione atlantica, che determinerà un lieve calo della pressione atmosferica, sia in quota che a livello del mare, soprattutto sul nord Italia, porterà ancora instabilità atmosferica debole o moderata al nord, riuscendo però ad interessare marginalmente anche le regioni centrali tant’è che assisteremo ad un lieve aumento dell’instabilità atmosferica pomeridiana anche su Toscana, Marche ed Appennino centrale dove potremo avere qualche locale rovescio o temporale. Venerdì 9 giugno perturbazione in rapido allontanamento ad oriente con pressione atmosferica in aumento, generale miglioramento atmosferico e ritorno ad un cielo sereno o poco nuvoloso dalle Alpi alla Sicilia.
Sull’Umbria oggi cielo sereno o poco nuvoloso con temperature in ulteriore aumento, 1°C/2°C più di ieri, mentre domani mercoledì 7 agosto probabile transito di nuvolaglia, per lo più velature, che limiteranno un po’ l’ulteriore rialzo delle temperature ma non la sensazione di caldo dato che si attiveranno correnti sud occidentali più umide che accompagnano la perturbazione in transito sul nord Italia. Giovedì 8 agosto maggiore presenza di nubi fin dal mattino, specie sull’Umbria centro settentrionale, ma solo dalla tarda mattinata e soprattutto nel pomeriggio le nubi assumeranno la sufficiente consistenza, in prevalenza cumuliformi, per arrivare a generare qualche locale rovescio o temporale, più probabili sul nord della regione e lungo l’Appennino. In serata poi migliora con ritorno ad un cielo sereno o poco nuvoloso. Temperature minime in aumento e massime in calo, venti deboli, inizialmente sud occidentali poi settentrionali. Venerdì 9 agosto giornata simile a quella odierna con tanto sole e temperature sopra media, venti deboli settentrionali.
Durante il prossimo fine settimana poi una vasta area depressionaria che si posizionerà sopra l’Europa nord occidentale estendendosi dall’oceano Atlantico davanti alle coste portoghesi fino alla Scandinavia, attiverà un intenso flusso di correnti sud occidentali sul bacino centro occidentale del mar Mediterraneo. Sul letto di tali correnti risaliranno verso l’Italia masse d’aria molto calda provenienti dall’entroterra algerino che oltre a sostenere l’affermazione di un promontorio anticiclonico afro mediterraneo sopra l’Italia porterà le temperature massime su valori in qualche caso finora mai raggiunti in questa estate, soprattutto al sud, centro tirrenico ed isole maggiori. Sull’Umbria tra il 12 e 13 agosto non sono da escludere valori massimi oltre 40°C, specie sulla conca ternana, calo termico per Ferragosto con ritorno nella norma, ne torneremo a parlare nei prossimi aggiornamenti.
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica a circa 1550 metri di quota (linee bianche) e le temperature alla stessa quota (fasce colorate), attualmente previste sui settori euro atlantico mediterranei per il pomeriggio di lunedì 12 agosto 2019.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
31/10/2019
 
NEWS
 
ALTRE DUE FASI CON PIOGGE ABBONDANTI PRIMA DEL DECISO MIGLIORAMENTO DI MARTEDì 19 NOVEMBRE
16/11 [ore 9.99 ]
IN ARRIVO LA FASE PIU' PIOVOSA DI QUESTO NOVEMBRE, QUATTRO GIORNI DI PIOGGE, A TRATTI INTENSE CON QUALCHE PAUSA.
14/11 [ore 9.99 ]
SETTIMANA ANCORA ALL’INSEGNA DELLE PERTURBAZIONI MA C’è SPAZIO ANCHE PER QUALCHE SCHIARITA.
11/11 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011