Home | Chi Siamo | the topic is business finance | http://www.umbriameteo.com/index.php/civil-rights-movement-in-america/ | http://www.umbriameteo.com/index.php/drug-evidence-analysis/
  http://www.umbriameteo.com/index.php/speech-to-introduce-classmate/ | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Tornano i temporali con lieve calo termico ma temperature ancora sopra media almeno fino a fine agosto

(del 21/08/2019)

Ieri martedì 20 agosto l’apice dell’ennesima breve ondata di caldo di questa estate con temperature massime che in Umbria hanno nuovamente toccato i 39°C a Terni, 36°C in valle Umbra e fondovalle perugino, 35°C a Città di Castello, valori che a questo punto della stagione sono abbondantemente sopra media. Oramai appare a tutti evidente come le estati si siano allungate, da giugno fino a buona parte di settembre, in qualche caso con assaggi già in maggio, quindi bisognerà ancora attendere molti giorni per riavere temperature costantemente sotto i 26°C/28°C. Il riscaldamento globale riduce l’estensione del Vortice Polare determinando quindi un posizionamento a latitudini mediamente più settentrionali del Fronte Polare, per l’Europa significa un flusso delle correnti perturbate nord atlantiche che scorre più a nord. Ma soprattutto, ricollegandoci alla durata della stagione estiva, ciò comporta, per le latitudini mediterranee, un anticipato innalzamento in primavera ed un ritardato abbassamento in autunno dello stesso Fronte Polare. Se poi dovessimo tener conto anche dell’indebolimento del Vortice Polare, abbiamo inoltre più marcate ondulazioni della stessa corrente a getto, con ondate di caldo più frequenti (ed intense) e di freddo meno frequenti.
Ciò premesso, tra domenica 18 e lunedì 19 agosto una discesa di aria fresca nord atlantica verso la penisola iberica ha determinato l’attivazione di un nuovo flusso di correnti calde meridionali verso il bacino centrale del mar Mediterraneo, qui la circolazione anticiclonica preesistente, di origine atlantica, ha progressivamente assunto caratteristiche subtropicali afro mediterranee. Conseguentemente sull’Italia abbiamo cielo prevalentemente sereno o poco nuvoloso ed è in corso una nuova, moderata, breve ondata di caldo, soprattutto al centro sud, che ha raggiunto l’apice tra la giornata di ieri martedì 20 e la mattinata odierna. Una debole instabilità atmosferica pomeridiana/serale è presente solo sulle regioni alpine interessate marginalmente da un flusso di correnti sud occidentali più umide e soprattutto da un lieve calo della pressione atmosferica in quota.
Domani giovedì 22 agosto, un calo depressionario in quota coinvolgerà anche le regioni centro meridionali per l’arrivo, sempre in quota, di un piccolo impulso di aria fresca nord atlantica. Quest’ultimo si muoverà lentamente e stazionerà più o meno sopra l’Italia per qualche giorno. Tra giovedì 22 e domenica 25 agosto avremo quindi instabilità atmosferica in aumento a partire dalle zone montuose interne ed appenniniche dove, soprattutto durante le ore pomeridiane, si svilupperà nuvolosità cumuliforme in grado di produrre rovesci sparsi e locali temporali, anche di forte intensità.
Sull’Umbria oggi cielo sereno o poco nuvoloso con qualche nube in più nel pomeriggio a ridosso dei monti, domani giovedì 22 agosto ulteriore aumento della nuvolosità pomeridiana con nubi spesso cumuliforme e possibilità di avere i primi locali rovesci ed isolati temporali. Le zone maggiormente a rischio saranno quelle appenniniche e quelle centro settentrionali dal perugino verso nord. Venerdì 23 e sabato 24 agosto avremo rovesci sparsi e locali temporali, ad oggi con maggiore possibilità per tutto il territorio umbro poi naturalmente bisognerà vedere nel dettaglio come si posizionerà il nucleo fresco in quota per definire quali zone saranno maggiormente a rischio. Domenica 25 agosto minor frequenza delle precipitazioni, probabilmente più probabili sull’Umbria occidentale e meridionale. In generale saranno possibili anche temporali di forte intensità, con piogge a carattere di nubifragio, grandine e numerosi fulmini, il vento s’intensificherà temporaneamente solo in prossimità dei temporali mentre il calo termico sarà mediamente di pochi gradi, anche perché al suolo non affluirà aria fredda da nord.
Tra lunedì 26 e mercoledì 28 agosto l’instabilità dovrebbe diminuire un po’, dipenderà da come si sposterà il nucleo fresco in quota, saranno sempre possibili locali rovesci o temporali pomeridiani ma meno frequenti, probabilmente però saliranno di 1°C/2°C le temperature e con l’umidità presente sarà un caldo estivo moderatamente afoso.
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica attualmente attesa, in quota (5800/5900 metri s.l.m.) sopra l’Italia nel pomeriggio/sera di sabato 24 agosto.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
29/08/2019
 
NEWS
 
DEBOLE PERTURBAZIONE MARTEDì 15 OTTOBRE POI ANCORA PREVALENZA DI SOLE MA CON TEMPERATURE UN PO’ PIU' BASSE
14/10 [ore 9.99 ]
FINE SETTIMANA CON CALDO E NUVOLAGLIA, PROBABILE PERTURBAZIONE TRA MARTEDI’ 15 E MERCOLEDI’ 16 OTTOBRE
10/10 [ore 9.99 ]
SETTIMANA CHE INIZIA CON NUBI E TEMPERATURE IN CALO MA POI PREVARRA' IL SOLE CON TEMPERATURE SOPRA MEDIA
07/10 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011