Home | Chi Siamo | http://www.umbriameteo.com/index.php/self---fulfilling-prophecy/ | conspiracy theory jfk assasination | http://www.umbriameteo.com/index.php/question-of-security/
  philosophy of cross cultural ministry | http://www.umbriameteo.com/index.php/form-and-content-response/ | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Fine settimana con temperature sopra media poi impulso freddo artico, piogge e si scende sotto media

(del 27/09/2019)

L’anticiclone atlantico è tornato ad espandersi sul bacino centro occidentale del mar Mediterraneo riportando, oggi venerdì 27 settembre, cielo sereno o poco nuvoloso su gran parte del territorio italiano, qualche nebbia e qualche banco di nubi basse presenti soprattutto al nord ovest. Il mese di settembre quindi si appresta a chiudere per l’ennesimo anno consecutivo con temperature sopra media e precipitazioni irregolari sull’Umbria, in alcune aree del sud della regione sopra media ma in altre del nord sotto questo a causa di precipitazioni a prevalente carattere temporalesco, insomma, come abbiamo ripetuto più volte, un mese che oramai si può considerare estivo.
L’anticiclone, come abbiamo anticipato, probabilmente garantirà condizioni atmosferiche stabili su gran parte d’Italia fino a fine mese, più in specifico nelle prossime 48 ore quindi avremo cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso da nord a sud, nebbie di notte ed al primo mattino nei principali fondovalle del centro nord, qualche banco di nubi basse al nord ovest. Tra domenica 29 e lunedì 30 settembre intensificazione delle correnti umide sud occidentali con nuvolosità in lieve aumento, specie a ridosso dei rilievi montuosi. Temperature in aumento. Venti deboli o moderati provenienti in prevalenza dai quadranti sud occidentali.
Sull’Umbria cielo sereno o poco nuvoloso sia oggi che domani sabato 28 settembre con qualche nebbia al mattino nelle valli, temperature massime comprese per lo più tra i 25°C ed i 29°C, venti deboli o moderati sud occidentali. Domenica 29 e lunedì 30 settembre qualche nube in più soprattutto il pomeriggio a ridosso dei rilievi montuosi, tant’è che le massime potranno calare di 1°C/2°C, temperature minime comprese tra i 14°C ed i 18°C.
La situazione inizierà a cambiare da martedì 1° ottobre quando l’uragano Lorenzo, in risalita verso nord dalle altitudini tropicali, verrà agganciato in parto oceano Nord Atlantico dalla grande circolazione depressionaria presente tra Terranova e la Groenlandia. Si formerà un asse depressionario che favorirà una marcata ondulazione della corrente a getto in uscita dal Nord America. L’anticiclone euro atlantico si ritirerà dal bacino centro occidentale del mar Mediterraneo per proiettarsi verso nord, sostenuto dall’ondulazione precedentemente menzionata, fin sull’Islanda e sulla Groenlandia. Contemporaneamente una vasta circolazione depressionaria colma di aria artica, centrata sulla Scandinavia si allungherà in senso meridiano pilotando un fronte artico nord atlantico lungo il fianco orientale dell’anticiclone fin nel cuore del continente europeo. I movimenti risulteranno piuttosto rapidi tant’è che il fronte freddo mercoledì 2 ottobre raggiungerà la Francia e poco dopo il mar Mediterraneo centro occidentale favorendo la formazione di un nuovo centro depressionario nei pressi dell’Italia.
Gli effetti sull’Italia e quindi ancor più in specifico sull’Umbria non sono ancora del tutto chiari, semplicemente perché, a 5 giorni di distanza, per una simile discesa meridiana, i modelli non riescono a prevedere con certezza, al chilometro, la traiettoria, e quest’ultima sarà determinate. Più l’impulso freddo scenderà ad ovest dell’Italia più sarà mitigato dal mar Mediterraneo ma allo stesso tempo avremo maggiori precipitazioni e per un periodo più prolungato, mentre dovesse scendere proprio sull’Italia le precipitazioni saranno minori ma il calo termico maggiore. Ad oggi possiamo dire con buona attendibilità che le giornate a più alto rischio precipitazioni, prevalentemente a carattere di rovescio o temporale, saranno quella di mercoledì 2 ottobre, dal pomeriggio, e giovedì 3 ottobre, la giornata più fredda quella di giovedì 3 ottobre, con temperature anche 5°C sotto media, quindi valori massimi che faticheranno a raggiungere i 20°C. In generale però, sembra che la rinfrescata, anche nel caso fosse più intensa, sarà breve, tra il 4 ed il 5 ottobre le temperature risaliranno fin su valori prossimi alle medie del periodo anche perché è attesa sull’Italia una nuova perturbazione. Ulteriori dettagli nei prossimi aggiornamenti.
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee bianche) e quella in quota (fasce colorate), attualmente prevista sui settori euro atlantico mediterranei per le primissime ore di giovedì 3 ottobre.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
31/10/2019
 
NEWS
 
FINE SETTIMANA CON CORRENTI UMIDE SUD OCCIDENTALI, ALTERNANZA TRA SOLE, NEBBIE, NUBI MA SENZA PRECIPITAZIONI
05/12 [ore 9.99 ]
SETTIMANA CHE INIZIA CON PIOGGE FREQUENTI POI PROSEGUE CON ALTERNANZA TRA SOLE E NUBI MA SCARSE PIOGGE
02/12 [ore 9.99 ]
FINE SETTIMANA MIGLIORE DI QUANTO FINORA IPOTIZZATO, CALO TERMICO MA IL FREDDO ANCORA LONTANO DALL’UMBRIA.
28/11 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011