Home | Chi Siamo | asian growth formula | ms office integration | http://www.umbriameteo.com/index.php/la-palma-volcano/
  http://www.umbriameteo.com/index.php/medical-practice-management/ | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Ponte Ognissanti con calo termico ma almeno in parte risparmiato dalle piogge che arriveranno, serie, subito dopo.

(del 29/10/2019)

Ultime ore per il caldo anomalo ma oramai frequente negli ultimi anni, che ha caratterizzato gran parte del mese di ottobre. In realtà il calo termico è già iniziato e qualche grado in meno è già avvertibile, sia di giorno che di notte, rispetto alle temperature registrate durante la scorsa settimana. Il calo termico più sostanzioso è però atteso per metà settimana quando un impulso di aria fredda artica, in discesa dalla Scandinavia, dopo aver attraversato gran parte dell’Europa centro orientale interesserà marginalmente anche l’Italia. Da domenica 3 novembre poi l’Italia tornerà ad essere bersaglio diretto delle perturbazioni nord atlantiche con una prima decade del prossimo mese che, dalle attuali proiezioni a medio lungo termine, si preannuncia piuttosto piovosa e con temperature più o meno nella norma.
Nell’ultimo fine settimana la progressiva affermazione di una circolazione anticiclonica sull’Italia peninsulare ha garantito condizioni atmosferiche stabile, giornate soleggiate e clima mite un po’ ovunque, sole Sardegna e soprattutto Sicilia sono state ancora interessate da nuvolosità e qualche pioggia prodotte dal sistema depressionario in indebolimento tra Tunisia ed Algeria orientale. Attualmente però, sul bacino centrale del mar Mediterraneo, pressione atmosferica in calo per l’avvicinamento da nord della coda di un fronte freddo artico che determina l’attivazione di correnti umide sud occidentali, progressivamente più instabili, che producono nubi e piogge inizialmente al nord poi, nelle prossime ore, anche sui settori settentrionali di Toscana, Umbria e Marche. Domani mercoledì 30 ottobre afflusso di aria fredda artica da nord, blando minimo depressionario in approfondimento nei pressi della Sardegna, inizia a migliorare al nord, molte nubi ma piogge sparse su Emilia Romagna e più occasionali sul centro Italia, lento peggioramento atmosferico al sud. Giovedì 31 ottobre il centro depressionario stazionerà ancora nei pressi della Sardegna per poi raggiungere la Sicilia venerdì 1° novembre, allontanandosi definitivamente sulla Libia sabato 2 novembre, oramai in fase di esaurimento. Il miglioramento sul nord Italia, quindi, si estenderà al centro, con ampi rasserenamenti, da venerdì 1° novembre, poi nel fine settimana anche al sud. Temperature in calo da martedì 29 ottobre con culmine nella giornata di giovedì 31 ottobre. Venti deboli o moderati provenienti inizialmente dai quadranti sud occidentali poi, da mercoledì 30 ottobre nord orientali.
Per quanto riguarda la nostra regione abbiamo atteso 48 ore per pubblicare un nuovo aggiornamento dato che la traiettoria dell’impulso freddo non era ancora ben definita, e nel caso, oramai acquisito, in cu la formazione del minimo depressionario avviene più occidentale, nei pressi della Sardegna, con successiva traiettoria in discesa verso la Sicilia e la Tunisia, le precipitazioni non sono diffuse abbondanti ma condizionate da correnti orientali. Sull’Umbria oggi nuvolosità in lento aumento da nord con piogge dalla serata che interesseranno i settori settentrionali della regione e durante la prossima notte anche il centro sud. Domani mercoledì 30 ottobre nuvolosità irregolare con qualche addensamento e possibile pioggia, più probabile in Appennino. Giovedì 31 ottobre nuvolosità un po’ più estesa ed intensa con piogge sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, più probabili durante le ore centrali della giornata, migliora in serata. Temperature in calo soprattutto tra mercoledì 30 e giovedì 31 ottobre, massime fino a circa 8°C in meno rispetto al passato fine settimana. Venti deboli o moderati inizialmente meridionali poi nord orientali.
Venerdì 1° novembre giornata sostanzialmente soleggiata su tutto il centro nord, ancora nubi e qualche pioggia al sud, da sabato 2 novembre poi, un vasto e profondo vortice depressionario, centrato a sud ovest dell’Inghilterra e con minimo di pressione stimato intorno ai 960 mb, inizierà ad interessare il bacino centrale del mar Mediterraneo e l’Italia con correnti umide e progressivamente più instabili sud occidentali con nubi in aumento ed inizialmente solo qualche locale pioggia. Una prima strutturata perturbazione attraverserà l’Italia tra domenica 3 e lunedì 4 novembre, una seconda tra martedì 5 e mercoledì 6 novembre, poi probabilmente anche tra il 6 e l’8 novembre, prime serie nevicate sulle Alpi. Anche sull’Umbria sono attese piogge in ottime quantità con temperature in media.
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee bianche) ed in quota (fasce colorate), attualmente prevista sui settori euro mediterranei per il pomeriggio di domenica 3 novembre 2019.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
31/10/2019
 
NEWS
 
IN ARRIVO LA FASE PIU' PIOVOSA DI QUESTO NOVEMBRE, QUATTRO GIORNI DI PIOGGE, A TRATTI INTENSE CON QUALCHE PAUSA.
14/11 [ore 9.99 ]
SETTIMANA ANCORA ALL’INSEGNA DELLE PERTURBAZIONI MA C’è SPAZIO ANCHE PER QUALCHE SCHIARITA.
11/11 [ore 9.99 ]
ANCORA TANTA PIOGGIA NEI PROSSIMI GIORNI E NEL FINE SETTIMANA ANCHE NEVE IN APPENNINO
07/11 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011