Home | Chi Siamo | http://www.umbriameteo.com/index.php/trends-for-technology-in-the-supply-chain/ | http://www.umbriameteo.com/index.php/clk-research-paper-egyptian-civilization/ | leadership and organizational conflict
  notable marketing successes | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

In arrivo la fase piu' piovosa di questo novembre, quattro giorni di piogge, a tratti intense con qualche pausa.

(del 14/11/2019)

Tra ieri ed oggi giovedì 14 novembre il viavai di perturbazioni ha concesso una pausa, non su tutto il territorio italiano ma sicuramente su gran parte della nostra Umbria dove abbiamo avuto anche qualche ora di sole. Tra l’altro, la nostra regione, come previsto, è stata tra le meno colpite dall’ultima fase perturbata, è piovuto abbastanza ma non in quantità eccessive e soprattutto senza vento forte come in molte altre regioni d’Italia. Le cronache giornalistiche raccontano di molti danni per piogge torrenziali, vento, mareggiate ma anche nevicate abbondanti, dalle Alpi alla Sicilia, con maggiore interesse nelle ultime ore per i danni prodotti dall’eccezionale marea a Venezia, 187 cm, la più alta da oltre 50 anni. Non è finita, anzi, un’altra intensa fase perturbata è alle porte e stavolta l’Umbria, almeno in termini di precipitazioni, sembra poter rientrare nella lista di regioni più colpite, tirreniche e Triveneto.
L’intenso sistema depressionario che, alimentato da aria fredda di origine nord atlantica, negli ultimi giorni ha portato condizioni atmosferiche instabili o perturbate su gran parte del territorio italiano, tende ad esaurirsi, non prima però di aver prodotto, stamattina, un ultimo temporaneo minimo di pressione a livello del mare nei pressi della Sardegna che nelle prossime ore produrrà residue precipitazioni sul medio basso mar Tirreno, specie tra Lazio, Abruzzo e Campania, nubi anche sul resto del sud Italia ma senza precipitazioni di rilievo, comunque in diminuzione. Miglioramento temporaneo, invece, sulle regioni nord occidentali, Toscana, Umbria e Marche, in attesa dell’arrivo di una nuova intensa perturbazione, un vortice depressionario nord atlantico che raggiungerà le Alpi occidentali nelle prossime ore portando molte nubi, precipitazioni frequenti ed a tratti intense, prima al nord poi anche al centro nella giornata di venerdì 15 novembre. Neve abbondante sulle Alpi fino a quote medio basse, specie sui settori centro occidentali. Sabato 16 novembre aria fredda nord atlantica che raggiungerà l’Algeria dando vita ad un nuovo centro depressionario principale che prima risalirà sulla Tunisia poi si muoverà veloce verso la Corsica approfondendosi ulteriormente, ancora molte nubi e precipitazioni al centro nord e sulla Sardegna, a tratti intense sui settori tirrenici e sul Triveneto, neve inizialmente a quote medio basse sulle Alpi, in rialzo dalla serata a causa dell’intensificazione dei venti meridionali, nuvolosità irregolare con possibili isolate piogge al sud. Domenica 17 novembre profondo centro depressionario a livello del mare tra Corsica e Liguria con condizioni atmosferiche instabili o perturbate un po’ su tutta l’Italia, quota neve in calo sulle Alpi e dalla sera anche in Appennino. Temperature senza variazioni di rilievo, in temporaneo aumento sabato 16 novembre. Venti prevalentemente meridionali, generalmente deboli o moderati sulle zone interne, forti lungo le coste. Lunedì 18 novembre il centro depressionario in fase d’indebolimento si sposterà sulla Sardegna per poi, muovendosi verso oriente, transitare sopra il centro Italia martedì 19 novembre, precipitazioni in generale, lenta attenuazione, ancora più frequenti sui settori tirrenici, temperature in lieve calo.
Sull’Umbria avremo molte nubi e piogge frequenti, a tratti intense, dalla mattinata di venerdì 15 alla serata, poi parziale miglioramento con significativa attenuazione delle precipitazioni che torneranno ad intensificarsi, da ovest, a partire dal pomeriggio di sabato 16 novembre. Ancora un parziale miglioramento durante buona parte della mattinata di domenica 17 novembre, poi ancora un’intensificazione delle piogge Tra tarda mattinata e pomeriggio, migliora in serata. Tra lunedì 18 e martedì 19 novembre ancora molte nubi ma rischio pioggia più basso, avremo ancora dei rovesci ma probabilmente con pause più lunghe e qualche temporanea schiarita. Temperature in temporaneo aumento sabato 16 novembre poi in lieve calo, venti generalmente deboli o moderati meridionali con rinforzi nel pomeriggio di venerdì 15 e domenica 17 novembre. Mediamente sull’Umbria sono attesi dai 50 ai 100 millimetri di pioggia, sarà quindi una situazione da monitorare, con terreni intrisi d’acqua saranno possibili locali allagamenti e movimenti franosi.
Da mercoledì 20 novembre probabile inizio di una fase con circolazione anticiclonica, più stabile ed a tratti soleggiata con nebbie mattutine, correnti meridionali e temperature in lento aumento, su valori comunque prossimi alle medie del periodo fino al dine settimana successivo.
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee bianche) ed in quota (fasce colorate), attualmente prevista sui settori mediterranei centrali per le prime ore di domenica 17 novembre 2019.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
31/10/2019
 
NEWS
 
TRE PERTURBAZIONI IN VELOCE TRANSITO NEI PROSSIMI CINQUE GIORNI, DUE FREDDE ED UNA PIù CALDA, POSSIBILI SORPRESE
09/12 [ore 9.99 ]
FINE SETTIMANA CON CORRENTI UMIDE SUD OCCIDENTALI, ALTERNANZA TRA SOLE, NEBBIE, NUBI MA SENZA PRECIPITAZIONI
05/12 [ore 9.99 ]
SETTIMANA CHE INIZIA CON PIOGGE FREQUENTI POI PROSEGUE CON ALTERNANZA TRA SOLE E NUBI MA SCARSE PIOGGE
02/12 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011