Home | Chi Siamo | http://www.umbriameteo.com/index.php/endangered-species-discussion/ | http://www.umbriameteo.com/index.php/food-intake---human-nutrition/ | dissertation 11100 domestic violence essay thesis
  http://www.umbriameteo.com/index.php/roman-catholic-theology-and-contemparary-culture/ | http://www.umbriameteo.com/index.php/some-lessons-from-the-assembly-line/ | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Ci attende una lunga serie di giornate soleggiate, con gelate alternate a qualche nebbia la primo mattino

(del 07/01/2020)

Prima mattinata piuttosto fredda, quella odierna, sull’Umbria, con cielo sereno, gelate e temperature abbondantemente sotto gli 0°C, valori scesi fino a -7°C/-9°C in Valnerina ma anche -6°C in Altotevere, -5°C sul perugino e spoletino, -3°C/-4°C in molte altre zone dell’Umbria dal ternano al Trasimeno. E’ bastato semplicemente il mix di alta pressione, aria un po’ più fredda ed asciutta giunta nelle ultime 48 ore sull’Umbria, cielo sereno di notte ed assenza di vento, poi il resto lo hanno fatto l’inversione termica e la perdita di calore del terreno attraverso l’irraggiamento. Nei prossimi quattro giorni pur, ancora, in prevalente regime di alta pressione, queste condizioni si modificheranno un po’, in alcuni casi per la presenza di maggiore umidità e la formazione soprattutto di nebbie, in altri casi per la presenza di vento o per il transito di nuvolaglia, probabilmente quindi non raggiungeremo valori così bassi fino al prossimo fine settimana, poi però si ripresenteranno e potrebbero accompagnarci fino alla fine della seconda decade di gennaio. Siamo entrati infatti in una fase ad alta prevedibilità, ossia per una serie di eventi meteo climatici a scala emisferica, possiamo spingere le proiezioni finanche a 10-15 giorni con bassissimo margine d’errore, ma ne parleremo in maniera più specifica nel prossimo editoriale.
Attualmente una vasta circolazione anticiclonica è presente sopra gran parte dei settori euro mediterranei centro occidentali mentre un sistema depressionario a carattere freddo, centrato tra Grecia e Turchia, interessa i settori euro mediterranei orientali con molte nubi e precipitazioni frequenti, nevose fino a quote basse. L’Italia è solamente sfiorata da questa circolazione depressionaria che, comunque, determina la temporanea presenza sulla nostra penisola di correnti nord orientali moderatamente fredde, specie al sud e centro adriatico, ma sostanzialmente asciutte. Nelle prossime ore un piccolo nucleo di aria fredda in quota riuscirà a vincere la resistenza dell’anticiclone scendendo dalla Germania fin sulla Sardegna, diretto poi sulla Tunisia. Ciò produrrà qualche temporaneo annuvolamento al nord ovest, centrali tirreniche e soprattutto sulle isole maggiori dove sarà possibile qualche isolata, breve pioggia, sereno o poco nuvoloso sul resto d’Italia con rasserenamenti i n estensione a tutta la penisola entro la mattinata di mercoledì 8 gennaio. Giovedì 9 dicembre ancora alta pressione sull’Italia con cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso, qualche nube in più solo sui settori alpini per l’attivazione di correnti più umide sud occidentali che preannunciano l’avvicinamento all’Italia di una debole perturbazione nord atlantica. Venerdì 10 dicembre la debole perturbazione nord atlantica scenderà dalla Francia sull’Algeria, con annuvolamenti solo su Alpi e Prealpi centro occidentali, Appennino settentrionale e Sardegna ma senza precipitazioni significative. Nel fine settimana nuovo rafforzamento dell’anticiclone sopra l’Italia con massimi di pressione oltre i 1030 mb, ciò garantirà ancora sereno o poco nuvoloso su tutte le regioni con gelate e locali nebbie mattutine. Temperature in temporaneo, lieve calo nelle prossime ore, specie le minime al centro sud, poi in aumento. Venti deboli o moderati nord orientali in attenuazione, poi temporaneamente sud occidentali ed infine ancora orientali.
Sull’Umbria cielo sereno o poco nuvoloso da oggi martedì 7 fino a domenica 12 gennaio, al massimo qualche temporaneo annuvolamento durante le prossime ore notturne, possibile formazione di nubi basse durante la notte tra venerdì 10 e sabato 11 gennaio, per il resto nebbie mattutine e gelate, specie nel fine settimana. Temperature in lieve aumento, specie le minime. Venti deboli, inizialmente nord orientali, temporaneamente sud occidentali tra giovedì 9 e venerdì 10 gennaio, poi ancora deboli o temporaneamente moderati orientali.
Da lunedì 13 gennaio, probabilmente per l’intera prossima settimana, quindi fino almeno a domenica 19 gennaio, robusta circolazione anticiclonica sopra l’Europa centro orientale, insistente soprattutto sopra l’Italia dove avremo anche deboli correnti relativamente fredde orientali. Per l’Italia ed in particolare per l’Umbria ciò significherà ancora prevalenza di sole e gelate notturne e mattutine con valori anche abbondantemente sotto gli 0°C, quindi in generale non farà certamente caldo.
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee bianche) ed in quota (fasce colorate), attualmente prevista sui settori euro atlantico mediterranei per la giornata di martedì 14 gennaio 2020.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
13/01/2020
 
NEWS
 
SETTIMANA CON MOLTE NUBI E POCHE PIOGGE, DOMANI ATTENZIONE AL VENTO FORTE. RIALZO TERMICO DA SABATO.
27/01 [ore 9.99 ]
PRIMA DEBOLE PERTURBAZIONE NEL FINE SETTIMANA, PROBABILE SECONDA DEBOLE PERTURBAZIONE MARTEDI’ 28 GENNAIO
24/01 [ore 9.99 ]
SOLE FINO A VENERDI’ 24 GENNAIO POI NUOVA DEBOLE PERTURBAZIONE, TEMPERATURE IN TEMPORANEO, MODERATO AUMENTO.
21/01 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011