Home | Chi Siamo | http://www.umbriameteo.com/index.php/spanish---need-to-update-my-rough-draft/ | virginia henderson nursing theory | ntd and low income country
  Webcam Marketing | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Sole di primavera fino a lunedi’ 24 febbraio, prima con gelate poi con nebbia. Da martedì 25 qualche novita’

(del 20/02/2020)

Di quanto succederà durante questo fine settimana ne abbiamo largamente discusso nei nostri ultimi aggiornamenti, Vortice Polare che ancora gira a mille con aree di bassa pressione e freddo relegati a latitudini settentrionali mentre l’anticiclone atlantico si espande verso est, lungo i paralleli, attraverso il bacino centro occidentale del mar Mediterraneo fin sull’Italia. Sulle regioni italiane quindi avremo cielo sereno o poco nuvoloso per alcuni giorni, fino a sabato 22 febbraio con correnti un pochino più fresche settentrionali ma soprattutto più asciutte tanto da favorire il raffreddamento notturno con qualche gelata sui fondovalle interni del centro nord, poi da domenica 23 febbraio si attiveranno correnti più umide sud occidentali con formazione di nebbie e banchi di nubi basse di notte ed al primo mattino soprattutto su Liguria, Toscana ed Umbria nord occidentale.
Sull’Umbria in pratica avremo un po’ di sole da oggi giovedì 20 febbraio fino almeno a lunedì 24 febbraio, al massimo transiterà temporaneamente qualche sottile stratificazione nuvolosa. Fino a sabato 22 febbraio con qualche gelata mattutina, poi le gelate diminuiranno ed aumenteranno nebbie e banchi di nubi basse soprattutto sul nord ed ovest della regione. Temperature minime in calo e massime in aumento. Venti deboli o moderati provenienti in prevalenza dai quadranti settentrionali, da domenica 23 febbraio sud occidentali.
Da martedì 25 febbraio poi, come ipotizzato nel nostro ultimo editoriale, impulsi di aria più fresca nord atlantica dovrebbero iniziare a mettere nel mirino il bacino centrale del mar Mediterraneo. Ciò avverrà però non per un indebolimento significativo del Vortice Polare, quello molto probabilmente avverrà piuttosto lentamente, ma per una rotazione in senso antiorario dell’asse del Vortice Polare con centri depressionari più profondi finora posizionati tra Groenlandia ed Inghilterra mentre da metà della prossima settimana si posizioneranno più spesso sulla Scandinavia, anche centro meridionale. Ciò si tradurrà, come detto, in una fase, della durata di almeno una decina di giorni, con più frequenti possibilità di precipitazioni che con temperature più basse potranno spesso risultare nevose fin sui 1000/1500 metri di quota, in qualche caso anche un po’ più in basso ma, ad oggi, molto difficilmente sotto i 700 metri di quota.
Una prima perturbazione nord atlantica transiterà sull’Italia tra mercoledì 26 e giovedì 27 febbraio, una seconda tra sabato 29 febbraio e domenica 1° marzo poi forse una terza tra il 3 ed il 4 marzo, naturalmente per gli effetti sull’Italia e più in particolare sull’Umbria rimandiamo ai prossimi aggiornamenti.
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee bianche) ed in quota (fasce colorate), attualmente prevista sui settori euro mediterranei per il pomeriggio di mercoledì 26 febbraio 2020.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
29/03/2020
 
NEWS
 
SOLE, TRAMONTANA IN CALO E TEMPERATURE IN AUMENTO FINO A PASQUA, NUBI POMERIDIANE DA SABATO 11 APRILE
07/04 [ore 9.99 ]
SOLE FINO A PASQUA CON TEMPERATURE IN PROGRESSIVO AUMENTO, TRAMONTANA IN LENTO CALO.
02/04 [ore 9.99 ]
VELOCE FASE FREDDA CON NEVE A BASSA QUOTA SOPRATTUTTO IN APPENNINO, GELATE A METà SETTIMANA POI SOLE E RIALZO TERMICO
30/03 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011