Home | Chi Siamo | online help writing paper | restaurant staffing and equipment | http://www.umbriameteo.com/index.php/cars-and-their-enemies-essay/
  Webcam Marketing | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Settimana con due intense perturbazioni poi correnti relativamente fredde nord orientali

(del 02/03/2020)

Prima perturbazione nord atlantica di marzo abbastanza produttiva in termini di precipitazioni per l’Umbria, mediamente sono finora caduti tra i 10 ed i 20 millimetri, mentre le temperature dopo un’iniziale calo stanno ora temporaneamente aumentando. Il grosso però deve ancora arrivare, entro i prossimi 5/6 giorni l’Italia sarà interessata da due più intense perturbazioni accompagnate da un più evidente calo delle temperature con ritorno della neve in Appennino in quantitativi più consistenti di quanto abbiamo finora avuto in questo avarissimo inverno.
Detto questo osserviamo come la perturbazione nord atlantica che ha interessato l’Italia nel fine settimana si sta rapidamente allontanando ad oriente e ciò favorisce un temporaneo, parziale miglioramento atmosferico prima al nord poi al centro ed infine al sud. Nelle prossime ore, però, un centro depressionario in arrivo dalla Francia si porterà prima sulla Corsica e poi sulla Toscana con conseguente generale e più intenso peggioramento atmosferico. Entro la mattinata avremo quindi molte nubi e frequenti precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale, al nord, nel pomeriggio anche al centro e poi, per ultimo, al sud. Sono attese nevicate in Appennino inizialmente oltre i 1700 metri di quota, in calo poi fin sui 1000 metri entro la serata, sulle Alpi oltre i 1100/1300 m di quota in lieve calo. Martedì 3 marzo centro depressionario in indebolimento ed allontanamento ad oriente con progressivo miglioramento atmosferico a partire dalle regioni più occidentali. Mercoledì 4 marzo nubi e residue piogge soprattutto su Sardegna, Sicilia e Calabria per il transito di un debole impulso perturbato proveniente dalla Francia meridionale, nubi ma scarse precipitazioni sul sud peninsulare, prevalenza di sole con poche nubi sul resto d’Italia. Giovedì 5 marzo nuova perturbazione nord atlantica in arrivo sull’Italia a partire dalle regioni alpine. Temperature in lieve aumento nelle prossime ore poi in lieve/moderato calo, specie le minime. Venti da moderati a forti meridionali nelle prossime ore, deboli o moderati settentrionali domani martedì 3 marzo..
Sull’Umbria oggi, dopo una prima mattinata con qualche locale, temporanea schiarita, assisteremo ad una nuova intensificazione delle nubi con piogge frequenti dal pomeriggio, anche a carattere di rovescio o temporale. Nevicate inizialmente oltre i 1600 metri di quota, in calo fin sui 1000/1200 metri entro la serata. Attenzione ai venti forti meridionali, temperature stazionarie od in temporaneo, iniziale lieve rialzo. Domani martedì 3 marzo ancora instabilità atmosferica fino al tardo pomeriggio con molte nubi e precipitazioni sparse, intermittenti, anche a carattere di rovescio, nevicate in Appennino fin sui 900/1100 metri di quota. In serata progressivo miglioramento atmosferico, rasserenamenti durante le ore notturne successive. Temperature in calo con venti moderati sud occidentali in attenuazione e rotazione a settentrionali. Mercoledì 4 marzo cielo sereno o poco nuvoloso, possibili locali gelate al mattino, venti deboli o moderati settentrionali. Giovedì 5 marzo giornata che inizia ancora con cielo sereno o poco nuvoloso e qualche gelata, venti assenti o deboli meridionali. Nel corso della mattinata nuvolosità poco consistente in aumento da nord ovest, nel pomeriggio cielo coperto con piogge in intensificazione da ovest, quota neve in rialzo fin sopra i 1700 metri, venti meridionali in intensificazione.
La nuova intensa perturbazione nord atlantica in arrivo sull’Italia giovedì 5 marzo porterà ancora molte nubi e precipitazioni in tutta Italia anche nella giornata di venerdì 6 marzo con temperature in calo, la neve lungo l’Appennino potrà scendere prima fin sui 1000/1200 metri di quota poi da sabato 7 marzo fin sui 600/800 metri di quota con correnti fredde settentrionali. Tra domenica 8 e lunedì 9 marzo il centro depressionario si sposterà sull’Europa orientale ma l’Italia sarà ancora interessata da correnti relativamente fredde settentrionali con nubi e residue precipitazioni che tenderanno a concentrarsi lungo le regioni adriatiche ed al sud.
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee bianche) ed in quota (fasce colorate), attualmente prevista sui settori euro atlantico mediterranei per le primissime ore di sabato 7 marzo 2020.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
29/03/2020
 
NEWS
 
SOLE, TRAMONTANA IN CALO E TEMPERATURE IN AUMENTO FINO A PASQUA, NUBI POMERIDIANE DA SABATO 11 APRILE
07/04 [ore 9.99 ]
SOLE FINO A PASQUA CON TEMPERATURE IN PROGRESSIVO AUMENTO, TRAMONTANA IN LENTO CALO.
02/04 [ore 9.99 ]
VELOCE FASE FREDDA CON NEVE A BASSA QUOTA SOPRATTUTTO IN APPENNINO, GELATE A METà SETTIMANA POI SOLE E RIALZO TERMICO
30/03 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011