Home | Chi Siamo | http://www.umbriameteo.com/index.php/research-paper-problem-scenarios/ | ethics in the business plac | http://www.umbriameteo.com/index.php/leading-and-managing-in-nursing/
  Webcam Marketing | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Domenica 22 marzo tornano le nubi poi correnti piuttosto fredde nord orientali ma scarse precipitazioni

(del 20/03/2020)

Nei nostri ultimi aggiornamenti abbiamo annunciato un repentino ritorno a condizioni fredde invernali dopo questa settimana soleggiata con temperature chiaramente primaverili, ieri superati i 20°C in molte località umbre. Nei giorni scorsi i modelli, pur confermando il corposo afflusso di aria fredda, ci hanno presentato le più svariate ipotesi di evoluzione atmosferica sull’Italia, più o meno fredde ma soprattutto con più o meno precipitazioni. La quantità di quest’ultime è legata esclusivamente alla reattività del nostro mare a cedere umidità e calore all’atmosfera e quindi alle potenzialità di formazione od anche transito di un centro depressionario sopra l’Italia. Nelle ultime ore i modelli tendono a scartare quasi totalmente questa eventualità, o meglio, al massimo i centri depressionario transiteranno sui settori ionici e ciò avrebbe un impatto minimo, in termini di precipitazioni, sulle regioni settentrionali e centrali tirreniche, Umbria compresa.
Molto probabilmente quindi, l’evoluzione vedrà l’inizio dell’afflusso di aria fredda domenica 22 marzo a partire dalle Alpi orientali, in contemporanea alla risalita di un centro depressionario dalla Tunisia ai settori ionici. Sull’Italia ciò comporterà un aumento della nuvolosità ma precipitazioni quasi esclusivamente sui versanti esteri delle Alpi, sulle estreme regioni meridionali e Sardegna, poi qualche isolata precipitazione lungo l’Appennino. Lunedì 23 marzo prevarrà la spinta dell’aria fredda con centro depressionario in rapido spostamento sulla Grecia ed Italia investita in pieno dal flusso di aria gelida che al massimo produrrà, per effetto stau, qualche debole nevicata sui versanti adriatici dell’Appennino e sulle Alpi occidentali. Temperature in calo di 7/8°C rispetto alla giornata precedente, venti moderati o forti nord orientali. Martedì 24 marzo dovrebbe essere la giornata più fredda con valori termici fino a 8°C/10°C inferiori alle medie del periodo, sulla penisola italiana ancora effetti limitati sia in termini di annuvolamenti che di precipitazioni, poche e solo per effetto stau sui versanti adriatici, più abbondanti invece le precipitazioni su Sicilia e Sardegna che inizieranno da essere interessate da un’area depressionaria in transito sull’Algeria. Tra mercoledì 25 e giovedì 26 marzo il sistema depressionario algerino si sposterà sui settori ionici, peggiorerà sul sud Italia ma aumenteranno le nubi anche al centro nord con qualche precipitazione in più, concentrate soprattutto sui settori adriatici ed i settori alpini centro orientali, questo a causa del maggior apporto di umidità che verrà comunque accompagnato dall’inizio di un rialzo delle temperature. Per ora ci fermiamo qui dato che l’evoluzione successiva, ad oggi, è ancora un po’ incerta.
Sull’Umbria nubi e qualche isolata precipitazioni in appennino nella giornata di domenica 22 marzo, nevosa a quote medie (1000/1400 metri), poi venti freddi nord orientali ed annuvolamenti quasi esclusivamente in Appennino, le precipitazioni saranno scarse od assenti fino almeno a mercoledì 25 marzo, poi, forse, qualcosa in più, soprattutto in Appennino, qualche fiocco sporadico, tra mercoledì 25 e giovedì 26 marzo potrebbe vedersi ance più ad ovest ma è ancora presto per parlarne. Per precipitazioni più consistente, prevalentemente piovose, probabilmente dovremo attendere almeno fino ai giorni a cavallo tra marzo ed aprile.
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee bianche) ed in quota (fasce colorate), attualmente prevista sui settori euro atlantico mediterranei per il primo pomeriggio di martedì 24 marzo 2020.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
29/03/2020
 
NEWS
 
SOLE, TRAMONTANA IN CALO E TEMPERATURE IN AUMENTO FINO A PASQUA, NUBI POMERIDIANE DA SABATO 11 APRILE
07/04 [ore 9.99 ]
SOLE FINO A PASQUA CON TEMPERATURE IN PROGRESSIVO AUMENTO, TRAMONTANA IN LENTO CALO.
02/04 [ore 9.99 ]
VELOCE FASE FREDDA CON NEVE A BASSA QUOTA SOPRATTUTTO IN APPENNINO, GELATE A METà SETTIMANA POI SOLE E RIALZO TERMICO
30/03 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011