Home | Chi Siamo | http://www.umbriameteo.com/index.php/newessay-123helpme-essay/ | education goals from sociological point of view | http://www.umbriameteo.com/index.php/do-my-thesis-paper/
  income tax exercise | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Aumentano le piogge attese nelle prossime 72 ore con fase instabile un po’ più duratura, calo termico più contenuto

(del 19/04/2020)

Nel nostro ultimo articolo avevamo descritto l’evoluzione attesa per i prossimi giorni, da oggi fino a gran parte della settimana entrante, ipotizzando gli effetti, in termini di precipitazioni, sulla nostra regione. Avevamo però lasciato ancora un margine d’incertezza, ben consapevoli, per esperienza, che con i sistemi depressionari afro mediterranei bisogna attendere sempre fino all’ultimo per avere un quadro chiaro della situazione mancando una rete dati abbastanza capillare ed efficiente nella fascia tra Marrocco, Algeria e Tunisia. Questa premessa per sottolineare che, nelle ultime ore, i modelli meteorologici hanno allungato la durata ed aumentato l’intensità del peggioramento atmosferico atteso a partire dal pomeriggio/sera odierno, con maggiori quantitativi di precipitazioni attesi sull’Umbria, prospettiva positiva in periodi siccitosi come quello attuale.
Attualmente un anticiclone si sta rafforzando sopra il centro nord Europa con massimi di pressione sopra la Norvegia, mentre un vasto sistema depressionario posizionato tra penisola iberica e Nord Africa, centrato sull’Algeria, si muove verso est/nord est, interessando progressivamente il bacino centrale del mar Mediterraneo. Sull’Italia nelle prossime ore assisteremo ad un progressivo calo della pressione atmosferica ed un ulteriore aumento della nuvolosità da ovest, con prime piogge nel pomeriggio sulla Sardegna e sulle Alpi occidentali, in serata anche sul Piemonte, Liguria, Toscana, Lazio ed infine l’Umbria. Lunedì 20 marzo sistema depressionario centrato sopra la Tunisia ed aria fredda artica in discesa sull’Europa orientale. Sull’Italia correnti orientali con molte nubi e precipitazioni sparse, più frequenti inizialmente su Alpi occidentali e regioni tirreniche poi sul sud peninsulare. Martedì 21 marzo il sistema depressionario, esteso dalla penisola Iberica al bacino centrale del mar Mediterraneo, verrà supportato da un impulso di aria fresca nord atlantica in discesa sulla Spagna. Avremo quindi due centri di bassa pressione, centrati rispettivamente sulle isole Baleari e sullo stretto di Messina, che, entro mercoledì 22 marzo si uniranno in un unico centro di bassa pressione centrato tra mar Ionio e Sicilia. Martedì 21 marzo quindi, è atteso un iniziale, parziale e temporaneo miglioramento atmosferico, poi di nuovo un aumento delle nubi con piogge sparse su Sardegna ed un po’ su tutte le regioni centro meridionali, miglioramento atmosferico più deciso, in estensione dal nord Italia al centro ed infine al sud, nella giornata di mercoledì 22 aprile. Temperature in calo soprattutto da lunedì 20 aprile. Venti deboli o moderati provenienti inizialmente dai quadranti meridionali poi orientali.
Sull’Umbria oggi nubi in aumento, in intensificazione tra il tardo pomeriggio e la stasera quando assisteremo alle prime piogge, generalmente deboli, che poi andranno ad intensificarsi durante le prossime ore notturno, soprattutto sul centro nord della regione. Domani lunedì 20 aprile giornata con cielo coperto praticamente da mattina a sera, difficilmente le nubi lasceranno filtrare qualche raggio di sole, le piogge saranno presenti per l’intera giornata, generalmente di debole o moderata intensità, ma anche con qualche pausa. Precipitazioni quindi perfettamente assorbite dai terreni secchi. Le temperature minime resteranno ancora su valori elevati, mentre le massime caleranno sensibilmente data l’assenza del sole e la contemporanea presenza di precipitazioni, venti deboli o moderati orientali. Martedì 21 aprile ancora cielo molto nuvoloso o coperto per l’intera giornata sull’Umbria ma le piogge sparse si concentreranno in Appennino, più ad ovest solo qualche locale piovasco o rovescio, mentre mercoledì 22 aprile nubi e residue piogge soprattutto al mattino, specie in appennino e nel sud della regione, nel pomeriggio inizierà un miglioramento più deciso con cessazione delle precipitazioni e schiarite in avanzamento da nord ovest. Le temperature caleranno ancora un po’ ma non molto, le correnti orientali non pescheranno molta aria fredda dall’est Europa, la sensazione di freddo sarà dovuta per lo più ad una vivace tramontana. Da giovedì 23 aprile sole e tramontana in attenuazione con rialzo termico.
La grafica qui a fianco mostra la circolazione atmosferica a livello del mare (linee bianche) ed in quota (fasce colorate), attualmente prevista sui settori euro atlantico mediterranei per il pomeriggio di martedì 21 aprile 2020.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
01/06/2020
 
NEWS
 
PROSSIMA SETTIMANA TUTTA ALL’INSEGNA DEI ROVESCI E DEI TEMPORALI, ANCHE FORTI, POI FORSE TORNANO SOLE E CALDO
06/06 [ore 9.99 ]
DUE INTENSE PERTURBAZIONI NORD ATLANTICHE IN ARRIVO SULL’ITALIA NEI PROSSIMI 6 GIORNI
03/06 [ore 9.99 ]
FINE SETTIMANA CON MOLTE NUBI E PIOGGE MA LA GIORNATA PIU' BAGNATA SARA' QUELLA ODIERNA.
29/05 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011