Home | Chi Siamo | crisis management strategies | deming and crosby | party policy differences paper
  http://www.umbriameteo.com/index.php/discussion-with-summary/ | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

L’uragano Wilma contribuira’ al ritorno del sole e del caldo in Umbria

(del 23/10/2005)

L’Umbria negli ultimi giorni può considerarsi fortunata rispetto ad altre regioni italiane che hanno avuto molti problemi causati dalle abbondanti piogge. In Toscana allagamenti nel livornese e grossetano, nel Lazio soprattutto tra la capitale ed il frusinate, in Campania nel salernitano, mentre in Sicilia orientale e Puglia ci sono stati, oltre a danni materiali, anche dei morti e molti feriti come le cronache ci raccontano proprio in queste ore. Se si esclude qualche allagamento soprattutto nella zona di Castiglione del Lago, sull’Umbria abbiamo avuto generalmente pochi problemi, questo grazie soprattutto alla lontananza della nostra regione dal mare che in questi casi è uno dei principali artefici degl'intensi ed estesi corpi nuvolosi temporaleschi. Il mare ha un ruolo determinante anche nella creazione e nel mantenimento di uragani come Katrina, Rita e l’ultimissima Wilma, tanto che quando giungono sulla terra ferma (termine tecnico: lanfall) perdono rapidamente potenza. Comunque, tralasciando le dinamiche delle tempeste tropicali e degli uragani, e concentrandoci sulla circolazione globale possiamo confermare che da domani lunedì 24 ottobre, come prospettato nell’editoriale del 19 ottobre, tornerà l’alta pressione sull’Italia e ci resterà fino a fine mese. Sarà proprio l’uragano Wilma, che da alcuni giorni sta portando danni a cose e persone sul Messico sud-orientale, a favorire il rafforzamento dell’alta pressione sulle nostre zone. Quest'affermazione potrebbe sembrare a prima vista un controsenso, ma non lo è. Wilma, infatti, dopo essere entrato nel golfo del Messico verrà catturato dalla grande circolazione atlantica occidentale e dopo aver interessato la Florida abbastanza indebolito proseguirà la sua corsa come tempesta tropicale verso est, unendosi, nella giornata di giovedì 27 ottobre, con un’intensa bassa pressione atlantica davanti alle coste occidentali dell’Irlanda. Wilma e la depressione atlantica diverranno un’unica entità, una tempesta nord-atlantica che con minimo di pressione intorno ai 940 mb attiverà venti di tempesta sull’oceano Atlantico europeo, mentre, allo stesso tempo, attiverà un intenso richiamo di aria calda meridionale sul Mediterraneo che andrà ad alimentare un altrettanto robusta area di alta pressione sull’Europa e Mediterraneo centrali. Ulteriori aggiornamenti nelle prossime ore.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
13/01/2020
 
NEWS
 
PERTURBAZIONE NEL FINE SETTIMANA, UTILE SOPRATTUTTO PER RIPULIRE L’ARIA CON QUALCHE PIOGGIA ED UN PO’ DI VENTO
17/01 [ore 9.99 ]
TEMPORANEO CEDIMENTO DELL’ALTA PRESSIONE NEL FINE SETTIMANA, PERTURBAZIONE NORD ATLANTICA SEGUITA DA ARIA FREDDA.
15/01 [ore 9.99 ]
LA PUBBLICITA' CON UMBRIAMETEO E METEOAPPENNINO E' VANTAGGIOSISSIMA
13/01 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011