Home | Chi Siamo | music course work questions and answers | http://www.umbriameteo.com/index.php/medical-paper-writing-servic/ | social psychology written assignment
  the road not taken | critical analysis of musclepharm ad | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Confermata la tipologia e l’entita’ del peggioramento, meno intenso ma su di un territorio gia’ pesantemente provato.

(del 28/11/2005)

Le nostre rielaborazioni degli ultimi aggiornamenti dei modelli matematici di previsione, confermano interamente quanto abbiamo anticipato nell’ultima news. Il nuovo impulso di aria fredda nord-atlantica è sulla Francia ed è in procinto di attivare nuovamente correnti sud-occidentali tiepide ed umide su tutto il mar Tirreno centro-settentrionale. Attualmente l’Italia centrale si sta liberando dalle ultime nuvole che nella giornata odierna hanno prodotto qualche rovescio soprattutto a ridosso dei rilievi montuosi. L’aria fredda ancora presente alle quote medio-alte, grazie anche alla serenità del cielo, sta favorendo la discesa delle temperature notturne, tanto che nelle primissime ore di domattina avremo gelate e formazione di ghiaccio in quasi tutto il territorio umbro, in particolare nelle valli e conche appenniniche. Nel corso della mattinata, poi, le nubi andranno ad aumentare rapidamente dai settori nord-occidentali della regione, con prime pioviggini e piovaschi tra la tarda mattinata e le ore centrali del giorno. Le precipitazioni andranno intensificandosi tra il pomeriggio e la serata un po’ su tutta la regione, con temperature in risalita e pioggia fino a 1200-1300 metri di quota. I maggiori quantitativi di pioggia si avranno tra la serata di domani e la mattinata di mercoledì 30 novembre, soprattutto nelle zone centro-meridionali dell’Umbria. La pioggia che cadrà si sommerà, anche stavolta, alla fusione della neve in montagna. Sui Sibillini in particolare, la neve è presente fin dagli 800 metri di quota, ed il manto andrà sciogliendosi fino a circa 1300 metri di quota, quindi ancora molta acqua si riverserà a valle su dei corsi d’acqua, come in fiume Nera, già pesantemente messi sotto pressione nel recente fine settimana. Ancora, quindi, l’Umbria, nonostante questa nuova perturbazione risulti meno intensa della precedente, potrà trovarsi a fare i conti con frane ed esondazioni di corsi d’acqua, rischio minore per il nord della regione, maggiore per i settori meridionali. Dal pomeriggio di mercoledì 30 novembre, poi, alle tiepide ed umide correnti sud-occidentali subentreranno le più fresche e meno instabili correnti settentrionali, con un miglioramento ad iniziare dalle zone nord-occidentali dell’Umbria ed un calo delle temperature che porterà le quote delle nevicate di nuovo a calare.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
01/06/2020
 
NEWS
 
DUE INTENSE PERTURBAZIONI NORD ATLANTICHE IN ARRIVO SULL’ITALIA NEI PROSSIMI 6 GIORNI
03/06 [ore 9.99 ]
FINE SETTIMANA CON MOLTE NUBI E PIOGGE MA LA GIORNATA PIU' BAGNATA SARA' QUELLA ODIERNA.
29/05 [ore 9.99 ]
FINO A META' SETTIMANA SOLE CON CORRENTI FRESCHE NORD ORIENTALI POI ARRIVANO I TEMPORALI
25/05 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011