Home | Chi Siamo | applied public relation - revision summary note | employment law in australian | art courses and quizes
  trust and boundaries | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Pomeriggi tiepidi e mattinate freddo ma nuovo intenso calo termico in arrivo

(del 21/01/2006)

Come previsto, dopo il peggioramento tra martedì 17 e mercoledì 18 gennaio, l’intervento dell’alta pressione atlantica ha stabilizzato totalmente l’atmosfera sull’Italia. I cieli sereni, la bassa umidità ed una residua circolazione fresca settentrionale hanno favorito il raffreddamento notturno con temperature minime quasi ovunque sottozero, fino a -4° / -5° gradi in centri urbani come Spoleto e Città di Castello. Nelle ore centrali del giorno, invece, il maggior soleggiamento ha portato temperature relativamente miti che, nei principali fondovalle umbri, hanno raggiunto valori tra i 10° ed i 15° gradi, risultando, in molte zone, i più elevati per il mese di gennaio 2006. Già oggi, però, una copertura nuvolosa che è andata via via aumentando ad iniziare dai settori settentrionali della regione, ha ridotto il riscaldamento solare, da domani, poi, un’irruzione di aria fredda continentale causerà un progressivo, marcato calo delle temperature. Un’area di bassa pressione tra Ucraina e Balcani convoglierà masse d’aria molto fredda, proveniente dalla Russia, verso l’Italia. Naturalmente, durante il lungo tragitto dalle steppe russe all’Italia, l’aria fredda perderà buona parte dell’intensità iniziale (nella Russia europea attualmente le temperature oscillano tra i -25° ed i -35°), raggiungendo la nostra penisola in forma attenuata. Nonostante ciò anche sulla nostra regione si toccheranno valori termici fino ad oltre 10° sotto le medie del periodo. Le giornate più fredde saranno lunedì 23 e martedì 24 gennaio, ma del freddo e delle nevicate attese fino a bassa quota parleremo nelle nuove news che pubblicheremo a breve, appena analizzati gli ultimissimi aggiornamenti dei modelli matematici di previsione. Nella grafica dell’immagine satellitare qui a fianco, riferita alle ore 16:30, viene mostrato la ritirata dell’alta pressione (color rosso) verso ove e lo spostamento (color viola fuxia) verso i Balcani e l’Ucraina della bassa pressione (color blu) che poi convoglierà aria fredda ( color celeste) dalla Russia verso l’Italia.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
12/02/2020
 
NEWS
 
SOLE DI PRIMAVERA FINO A LUNEDI’ 24 FEBBRAIO, PRIMA CON GELATE POI CON NEBBIA. DA MARTEDì 25 QUALCHE NOVITA’
20/02 [ore 9.99 ]
IL VORTICE POLARE CONTINUA A “GIRARE A MILLE” CON NESSUNA POSSIBILITA’ DI IRRUZIONI FREDDE SULL’ITALIA
17/02 [ore 9.99 ]
LA PUBBLICITA' CON UMBRIAMETEO E METEOAPPENNINO E' VANTAGGIOSISSIMA
14/02 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011