Home | Chi Siamo | pr international reflective essay | http://www.umbriameteo.com/index.php/thesis-on-service-quality-in-restaurants/ | the future of the new york times
  Webcam Marketing | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Flusso di aria fredda e nubi lungo la dorsale appenninica

(del 05/02/2006)

Il flusso di aria fredda proveniente dall’Europa orientale e dalla Russia si sta intensificando come previsto, le temperature sono in costante diminuzione ed anche il soleggiamento presente su gran parte dell’Umbria fatica a limitare la discesa. Quest’aria fredda e prevalentemente secca nord-orientale, si umidifica leggermente durante il suo transito sopra il mar Adriatico producendo una nuvolosità più o meno intensa non appena si trova ad impattare perpendicolarmente con i rilievi montuosi (effetto stau) delle regioni adriatiche e più in generale sui versanti orientali appenninici. Solo una minima parte di questa nuvolosità riesce a portarsi sulle regioni tirreniche, le nubi più compatte restano ammassate lungo la dorsale appenninica e localmente producono precipitazioni, nevose fino a quote basse. La debole intensità dell’effetto stau (solo temporaneamente moderato) è dovuta essenzialmente alla posizione del minimo o centro di bassa pressione. Attualmente il centro di bassa pressione, attorno al quale ruotano in senso antiorario le correnti e la nuvolosità, si trova sul mar Ionio, una posizione piuttosto lontana dalle regioni centrali italiane che, quindi, hanno un maggiore apporto di aria fredda e secca proveniente da nordest ma scarsa umidità mediterranea, fondamentale per produrre nubi consistenti e precipitazioni apprezzabili. Nel caso in cui il centro di bassa pressione si fosse posizionato sul Lazio o sulla Toscana, in Umbria avremmo avuto nuvolosità molto più intensa e precipitazioni più consistenti. Il flusso freddo s’intensificherà nelle prossime ore, per poi calare martedì per l’ulteriore allontanamento del centro di bassa pressione ionico verso la Turchia. Le temperature caleranno ulteriormente fino a martedì mattina, tanto che domani i valori massimi saranno compresi tra 0° e 5° gradi in tutti i maggiori centri cittadini umbri, quindi circa 14° gradi in meno rispetto ai valori raggiunti la settimana passata, sensazione di freddo ancor più acuita dalla presenza di una moderata o forte ventilazione di tramontana. Nella grafica dell’immagine satellitare qui a fianco, riferita alle ore 11:10, viene mostrata la direzione nord-orientale delle correnti fredde ed anche il debole/moderato effetto stau che producono in Appennino.

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
01/06/2020
 
NEWS
 
DUE INTENSE PERTURBAZIONI NORD ATLANTICHE IN ARRIVO SULL’ITALIA NEI PROSSIMI 6 GIORNI
03/06 [ore 9.99 ]
FINE SETTIMANA CON MOLTE NUBI E PIOGGE MA LA GIORNATA PIU' BAGNATA SARA' QUELLA ODIERNA.
29/05 [ore 9.99 ]
FINO A META' SETTIMANA SOLE CON CORRENTI FRESCHE NORD ORIENTALI POI ARRIVANO I TEMPORALI
25/05 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011