Home | Chi Siamo | http://www.umbriameteo.com/index.php/education-goals-from-sociological-point-of-view/ | http://www.umbriameteo.com/index.php/police-use-of-lethal-force/ | group proup - visionary
  Webcam Marketing | Servizi | Bollettino Meteo | Editoriale | News | Partner | Contatti

NEWS

Debole peggioramento tra domani e venerdi’, poi fine settimana con sole e temperature in aumento

(del 04/04/2006)

Le ultime elaborazioni dei modelli meteorologici di previsione indicano, da qui a metà aprile, un tempo sostanzialmente variabile, mai dominato da una figura barica (alta o bassa pressione) stabile e permanente, ma caratterizzato dall’alternanza di periodi stabili, soleggiati con temperature in aumento e periodi con instabilità debole/moderata e temperature in contenuto calo. Ciò è dovuto al transito di aree depressionarie che si porteranno dalla penisola Iberica verso i Balcani, quindi avremo correnti calde meridionali che anticiperanno l’arrivo delle perturbazioni e correnti settentrionali fresche che le seguiranno. Attualmente una prima area depressionaria è presente ad ovest del Portogallo e sta per muoversi verso est, domani un fronte nuvoloso ad essa collegato raggiungerà le regioni centro-settentrionali italiane portando molte nubi e le prime deboli piogge. L’instabilità si protrarrà fino a venerdì 7 aprile con piovaschi e rovesci sparsi, le temperature saranno in moderato calo a causa sia del minor soleggiamento che per infiltrazioni di aria fresca nordeuropea. Dal pomeriggio/sera di venerdì generale miglioramento con un finire di settimana caratterizzato da sole e temperature in aumento. Infine segnaliamo una probabile onda calda africana tra lunedì 10 e martedì 11 aprile, con temperature massime che anche in Umbria potranno portarsi intorno ai 25° gradi. Qui a fianco la circolazione atmosferica attualmente prevista sull’Europa e sull’Italia per le ore serali di lunedì 10 aprile; le linee bianche rappresentano la circolazione e le correnti al livello del mare mentre le linee nere la circolazione atmosferica e le correnti a circa 5500 metri di quota, inoltre i colori freddi (dal verde verso l’azzurro ed il viola) rappresentano in maniera approssimata l’aria fredda in discesa dall oceano Atlantico settentrionale, mentre i colori caldi (dal giallo verso l’arancione ed il rosso) rappresentano in maniera approssimata l’aria calda che risale dall’Africa. (elab. Mod. GFS z00)

[ARCHIVIO NEWS]

 

EDITORIALE
 
29/08/2019
 
NEWS
 
DOMENICA 22 SETTEMBRE CONDIZIONI ATMOSFERICHE PERTURBATE, LUNEDì 23 SETTEMBRE VIVACE INSTABILITà
21/09 [ore 9.99 ]
INTENSA PERTURBAZIONE NORD ATLANTICA TRA DOMENICA 22 E LUNEDì 23 SETTEMBRE. TEMPERATURE NELLA MEDIA.
19/09 [ore 9.99 ]
ANCORA 48 ORE DI SOLE E CALDO POI VELOCE PERTURBAZIONE E CALO TERMICO, NEL PROSSIMO FINE SETTIMANA ANCORA SOLE
16/09 [ore 9.99 ]
 
UmbriaMeteo® - p. iva 02824210542 | Copyright 2000-2011